logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2020/2021
Scuola Scuola del Design
Insegnamento 097363 - LABORATORIO DEL DISEGNO
Docente Dall'Amico Matteo , Redaelli Danilo
Cfu 12.00 Tipo insegnamento Laboratorio

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Des (1 liv.)(ord. 270) - BV (1090) DESIGN DEL PRODOTTO INDUSTRIALEP5AZZZZA097363 - LABORATORIO DEL DISEGNO

Obiettivi dell'insegnamento

Il laboratorio fornisce le conoscenze fondamentali dei principali strumenti e metodi di rappresentazione. Obiettivo principale è introdurre lo studente di primo anno al disegno sia come linguaggio e strumento di base del progetto e della cultura del designer, sia come modalità di comunicazione del processo progettuale e dei suoi risultati


Risultati di apprendimento attesi

Lo studente:
- conosce e comprende le diverse modalità di rappresentazione;
- applica gli strumenti di rappresentazione appresi sia come metodo e linguaggio sia come modalità di rappresentazione delle idee;
- opera e comunica le scelte effettuate per comunicare il progetto.


Argomenti trattati

Il Disegno, inteso sia come mezzo per conoscere la realtà che come strumento di ideazione, costituisce una componente essenziale della cultura e della professione del designer in quanto strumento di comunicazione universalmente comprensibile, basato su una serie di regole grafico-geometriche condivise. Di conseguenza, il Laboratorio del Disegno si occupa di formare gli allievi all’uso degli strumenti analogici per la rappresentazione di progetto, attraverso i più idonei e corretti linguaggi espressivi.

Il Laboratorio del Disegno si propone infatti di offrire allo studente la conoscenza di base dei principali strumenti e metodi di rappresentazione per lo studio della realtà formale, nelle due dimensioni del disegno e nelle tre dimensioni del modello fisico, per metterlo nella condizione di saper scegliere le modalità e le tecniche più opportune per la comunicazione del progetto del prodotto di industrial design, anche in funzione delle sue diverse attitudini e abilità. Ciò significa che il Laboratorio del Disegno costituisce per l’allievo un’esperienza propedeutica e basilare per sviluppare le capacità di osservazione e descrizione delle forme, attraverso l’uso del disegno e la costruzione di modelli, maturando al contempo la consapevolezza nella scelta delle modalità e delle tecniche di raffigurazione più opportune in ragione del caso, del tema, e delle personali attitudini.

Le tecniche della rappresentazione per l'industrial design discendono tutte, in modo più o meno esplicito e diretto, dalla geometria descrittiva, la cui trattazione costituisce pertanto un presupposto ineludibile all'interno del Laboratorio.

Al termine del Laboratorio l'allievo dovrà avere maturato la capacità di osservare la realtà attraverso il disegno manuale come strumento di ragionamento formale e di intuizione geometrica e spaziale (gestione delle forme, delle proporzioni e dell’organizzazione delle parti).

La pratica del disegno si completa con l’acquisizione della conoscenza delle basi scientifiche della rappresentazione nei tre metodi proiettivi codificati (proiezione ortogonale, assonometria, prospettiva) e del disegno tecnico come strumento di rappresentrazione normata per la trasmissine delle informazioni necessarie alla produzione industriale.

 


Prerequisiti

Lo studente:
- conosce e comprende le diverse modalità di rappresentazione;
- applica gli strumenti di rappresentazione appresi sia come metodo e linguaggio sia come modalità di rappresentazione delle idee;
- in autonomia e in gruppo opera e comunica le scelte effettuate per comunicare il progetto.


Modalità di valutazione

Criteri di valutazione - La verifica del livello di competenze raggiunto dagli studenti è ottenuta tramite un costante monitoraggio in itinere basato su prove pratiche.

I criteri di valutazione si baseranno sulla qualità del materiale prodotto durante l'esercitazioni, tanto quelle svolte direttamente in aula che quelle svolte a casa.

La non presenza, la non consegna del materiale, o l'inadeguatezza dell'elaborato richiesto, durante l'esercitazioni, sono fattori che potranno pregiudicare il superamento del laboratorio.


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaD.Sigona, M.Musio-sale, D.Paltrinieri, M.Abbate, M.Marian, L'immagine oltre il design. Alessi, fabbrica del design italiano, Editore: Alinea, Anno edizione: 2008, ISBN: 978-88-6055-355-3
Note:

Volume unico

Risorsa bibliografica obbligatoriaRossi R., Il Manuale del Disegnatore, Editore: Hoepli, Milano, Anno edizione: 2008
Risorsa bibliografica obbligatoriaChirone E., Tornincasa S., Disegno Tecnico Industriale, Vol. 1-2, Editore: Edizione il Capitello, Torino., Anno edizione: 2012
Risorsa bibliografica facoltativaCoradeschi S., Il disegno per il design: il rilievo, le tecniche grafiche, l'invenzione., Editore: Hoepli, Milano, Anno edizione: 1986
Risorsa bibliografica facoltativaMusio-Sale M., Sigona D, Immaginedesign, Editore: Aracne Editore - ROMA, Anno edizione: 2005
Risorsa bibliografica facoltativaGalloni L., Disegnare il design, Editore: Hoepli - Milano, Anno edizione: 2001
Risorsa bibliografica facoltativaFormisani F., Spazio immagini, Editore: Thema-Loescher editore - Torino, Anno edizione: 2005
Risorsa bibliografica facoltativaKemniter B., Pennarelli, tecniche, applicazioni, Editore: Ikon - Milano, Anno edizione: 1990
Risorsa bibliografica facoltativaNeufert E., Enciclopedia pratica per progettare e costruire, Editore: Hoepli, ISBN: 88-203-1679-X
Risorsa bibliografica facoltativaPolato P., Il modello nel design, Editore: Hoepli
Risorsa bibliografica facoltativaLucci-Orlandini, Product design models, Editore: Van nostrand rainhold
Risorsa bibliografica facoltativaKudan-Kita, Chyoda-ku, Models and prototypes, Editore: Graphyc-sha - Tokio
Risorsa bibliografica facoltativaNorman Trudeau, Professional modelmaking, Editore: Whitney library of design
Risorsa bibliografica facoltativaA.A.V.V., Disegno Tecnico. Principi e applicazioni generali di disegno meccanico e industriale, Editore: UNI, Milano, Anno edizione: 2011
Risorsa bibliografica facoltativaA.A.V.V., Disegno tecnico. Specificazioni dimensionali e geometriche di disegno meccanico e industriale, Editore: UNI, Milano, Anno edizione: 2011
Risorsa bibliografica obbligatoriaHenry K., Drawing for product designers, Editore: Laurence King Publishing, Anno edizione: 2012
Risorsa bibliografica facoltativaEissen K., Steur R., Sketching: the basics, Editore: BIS Publishers, Anno edizione: 2012

Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
80:00
120:00
Esercitazione
20:00
30:00
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
6:00
9:00
Laboratorio Di Progetto
14:00
21:00
Totale 120:00 180:00

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
Disponibilità di libri di testo/bibliografia in lingua inglese

Note Docente
Il presente programma è stato elaborato per poter essere erogato in modalità blended, nel rispetto dei protocolli di sicurezza relativi all'emergenza sanitaria COVID-19, disponibili a luglio 2020.
In caso di variazioni dei protocolli di sicurezza l'orario potrebbe subire variazioni: in particolare in caso di superamento dell'emergenza sanitaria, le lezioni potranno tornare ad essere in presenza.
Informazioni più dettagliate sulle modalità di erogazione e di accesso, nonché le indicazioni relative ai protocolli di sicurezza ed al distanziamento sociale, saranno disponibili sul sito di Ateneo e della Scuola. Maggiori dettagli sulla didattica saranno comunicati dai docenti nelle modalità previste.
 
schedaincarico v. 1.6.5 / 1.6.5
Area Servizi ICT
22/04/2021