logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2020/2021
Scuola Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni
Insegnamento 099386 - LABORATORIO DI PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA 3
Docente Chizzoniti Domenico Giuseppe , Redaelli Francesco
Cfu 12.00 Tipo insegnamento Laboratorio

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (1 liv.)(ord. 270) - MI (1094) PROGETTAZIONE DELL'ARCHITETTURAMIAAZZZZB099386 - LABORATORIO DI PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA 3

Obiettivi dell'insegnamento

La forma didattica del laboratorio consente di mettere alla prova la capacità dello studente nell’applicare a temi concreti le conoscenze maturate all'interno degli insegnamenti.

Il Laboratorio di Progettazione Architettonica 3 offre allo studente la possibilità di una comprensione critica e articolata del contesto dell’architettura alle diverse scale di relazione – locale, urbana, del territorio e del paesaggio – con l’obiettivo di giungere alla definizione formale di organismi architettonici realizzabili.

Il Laboratorio approfondisce alcuni nodi rilevanti della composizione architettonica e del processo progettuale, quali le relazioni con altri riferimenti contestuali, con la storia e con la tecnica per la definizione morfo-funzionale dell’architettura in rapporto alla sua espressione fisica e al suo significato.

In questa prospettiva il progetto affronta situazioni complesse in relazione alle quali viene individuato il principio dell’inserimento architettonico e sono elaborati i caratteri morfologici, tipologici, spaziali configurativi, considerando i contenuti funzionali e le tecnologie appropriate.

Il Laboratorio si pone l’obiettivo di formare e organizzare le competenze progettuali necessarie dall’idea iniziale agli elaborati di approfondimento e dettaglio attraverso la definizione di nuovi organismi architettonici, di interventi sul costruito o di riqualificazioni urbane e del paesaggio.

 


Risultati di apprendimento attesi

In un percorso scalare di approfondimento delle tematiche progettuali e di difficoltà di volta in volta crescenti, attraverso il Laboratorio di Progettazione Architettonica 3, lo studente acquisisce le seguenti conoscenze e capacità di elaborazione: relazionare l’opera architettonica alle scale dei contesti fisici e alla morfologia dei tessuti insediativi; individuare il rapporto dell’architettura con il luogo e con lo spazio aperto;

determinare i caratteri tipo-morfologici dell’architettura con attenzione agli aspetti compositivi e distributivi degli edifici; sperimentare tipologie complesse e modalità insediative innovative; definire i caratteri configurativi dello spazio in relazione ai contenuti funzionali e alle tecniche costruttive; delineare il linguaggio architettonico in base alle tecnologie più appropriate; sviluppare il processo progettuale con coerenza dall’idea iniziale agli approfondimenti di dettaglio.


Argomenti trattati

Il laboratorio propone un'esperienza di progettazione che muove dalla costruzione della città e degli insediamenti, dove il progetto di architettura è disciplinato da una strategia d'intervento di ampio respiro, trasgredendo un presunto codice della disciplina compositiva che delimita a priori i suoi strumenti ed i suoi interessi all'interno di ambiti di competenza precostituiti.

L'approfondimento del rapporto con la storia, le operazioni di gerarchizzazione di un insediamento rispetto ai gradi dell'accessibilità, la definizione di un programma di attività riferito ad una stretgia di sviluppo complessiva, verranno considerati facenti parte del corpus disciplinare della composizione architettonica.

La riqualificazione di alcune aree dismesse lungo la direttrice del nord-est milanese, rilevanti per condizioni di accessibilità, assetto insediativo e di paesaggio, viene perseguita attraverso l'innesto di nuove attività culturali, sportive e del tempo libero. 

Il bando internazionale per progetti urbani Reinventing Cities, ed il dibattito in corso sulla trasformazione urbanistica delle aree ferroviarie dimesse milanesi, consentono di proporre quale primo tema di progetto la riqualificazione dell'area dello scalo ferroviario di Milano Greco, anche attraverso la ricucitura dell'insediamento di Bicocca, con i suoi servizi universitari e culturali, con lo storico quartiere di Precotto.

Più a nord si propone la riqualificazione dell'area dell'ex macello comunale e del mercato ortofrutticolo di Monza, posta tra il centro storico ed il canale Villoresi, anche attraverso il coinvolgimento e la reinvenzione tipologica dei manufatti storici esistenti.

Il confronto fra trasformazioni attuali e quadri storici indagati e ricostruiti attraverso strumenti interpretativi appropriati, consentirà di risalire all'identità strutturale dell'ambito di studio.

La riappropriazione progettuale di una densità della figurazione espressa dal divenire storico del contesto in esame, a confronto con un patrimonio di progetti significativi della storia dell'architettura e del panorma architettonico internazionale, dovrà infine consentire agli studenti la riproposizione di nuove sequenze di composizione e differenti quadri di paesaggio all'interno del progetto di architettura.

Modalità di svolgimento del laboratorio

Il corso di Composizione architettonica (prof. Francesco Redaelli, 8 CFU) si avvale di un efficace e consolidato coordinamento con l'integrazione disciplinare costituita dal corso di Progettazione architettonica (prof. Domenico Chizzoniti, 4 CFU).

Il progetto proposto all'interno del laboratorio verrà sviluppato in gruppo (composto indicativamente da due-tre studenti), per quanto concerne l'impianto planivolumetrico (scala 1:500-1:1000), e singolarmente per quanto riguarda il progetto architettonico di una singola funzione (scala 1:200), tra quelle proposte all'interno del laboratorio.

L'insegnamento proposto si articola in lezioni ex cathedra, revisioni ai tavoli, momenti di verifica e discussioni collettive dei materiali di analisi e progetto prodotti dagli studenti.

Bibliografie specifiche saranno fornite nel corso del laboratorio.

 


Prerequisiti

La successione della frequenza degli insegnamenti nel percorso formativo e l’ordine di verbalizzazione dei relativi esami deve seguire le precedenze indicate nel regolamento del Corso di Studio.


Modalità di valutazione

L'esame riguarderà la discussione e la valutazione del progetto sviluppato in parte in gruppo, per quanto concerne l'impianto planivolumetrico, ed in parte singolarmente, per quanto riguarda il progetto architettonico di una singola funzione.


Bibliografia
Risorsa bibliografica facoltativaFrancesco Redaelli, Paesaggi della dispersione e città dell'architettura. L'intersezione dell'asse del Sempione con il corso superiore del Ticino, Editore: Libreria CLUP, Anno edizione: 2004
Risorsa bibliografica facoltativaDomenico Chizzoniti, Fidenza. Progetti per la citta', Editore: Aion Edizioni, Anno edizione: 2016

Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
43:00
46:35
Esercitazione
29:00
31:25
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
0:00
0:00
Laboratorio Di Progetto
72:00
78:00
Totale 144:00 156:00

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano

Note Docente
schedaincarico v. 1.6.5 / 1.6.5
Area Servizi ICT
20/06/2021