logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2019/2020
Scuola Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni
Insegnamento 054427 - LABORATORIO DI ARCHITETTURA E COMPOSIZIONE ARCHITETTONICA M
Docente Galbiati Paola
Cfu 6.00 Tipo insegnamento Monodisciplinare
Didattica innovativa L'insegnamento prevede  1.0  CFU erogati con Didattica Innovativa come segue:
  • Soft Skills

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (Quinq.)(ord. 270) - LC (1144) INGEGNERIA EDILE - ARCHITETTURAEQ2KZZZZ054427 - LABORATORIO DI ARCHITETTURA E COMPOSIZIONE ARCHITETTONICA M

Obiettivi dell'insegnamento

L'obiettivo dell'insegnamento è proporre una riflessione sul progetto architettonico come risultato di processi metodologici e procedure compositive descrivibili. Attraverso l'attenzione al processo compositivo il progetto si costruisce per passaggi riconoscibili, evidenziando le potenzialità progettuali delle diverse questioni presenti in un convenzionale programma progettuale. Lo studio della città e dei caratteri dell’architettura sono di riferimento per il progetto attraverso un appropriato uso dei diversi modi della rappresentazione architettonica e i differenti livelli scalari del progetto, dal progetto urbano sino all’approfondimento del dettaglio architettonico, costituiscono il campo di applicazione progettuale.


Risultati di apprendimento attesi

Al termine del percorso formativo di questo insegnamento, lo studente conosce le relazioni tra i diversi livelli scalari che intervengono nel progetto architettonico; è in grado di realizzare un progetto architettonico complesso attraverso una sequenza di passaggi riconoscibili, collegati alle diverse questioni presenti nel programma progettuale; in autonomia, opera e comunica le scelte progettuali effettuate.

 

Risultati di apprendimento dettagliati:

DD1) Conoscenza e comprensione

- Precisazione dei dati programmatici necessari allo sviluppo progettuale;

- definizione delle adeguate risposte architettoniche, nella riproduzione del processo progettuale che si determina nel rapporto fra committenza e progettista.

DD2) Capacità di applicare conoscenza e comprensione

- Redazione di un progetto architettonico complesso, sulla base delle conoscenze sopra elencate;

- individuazione delle forme di rappresentazione più adatte per evidenziare i caratteri architettonici delle soluzioni proposte evidenziando lo stretto rapporto fra rappresentazione e progetto.

DD3) Autonomia di giudizio

Descrivere l'attività di progetto come risultato di un continuo confronto con la disciplina architettonica attraverso lo studio di soluzioni individuate come esemplari, proponendo il progetto in modo critico e come soluzione inscrivibile in un più generale campo disciplinare.

DD4) Abilità comunicative

- Saper presentare i risultati del laboratorio progettuale in forma grafica e orale, anche in pubblico;

- esercitare la capacità di lavorare in gruppo.

DD5) Capacità di apprendimento

Essere in grado di utilizzare diverse fonti, con opportuna capacità critica, per ricercare esempi e casi di studio, derivandone informazioni utili allo sviluppo del proprio progetto.


Argomenti trattati

Il laboratorio si propone, attraverso la progettazione di un edificio pubblico, di fornire allo studente gli strumenti per un approccio consapevole e critico alla progettazione. In particolare, il progetto terrà conto della comprensione del territorio in cui ci si trova ad operare, delle possibili modalità di intervento e delle ricadute morfologiche, economiche e sociali.

Operativamente la composizione architettonica, ed il suo farsi nel processo progettuale, sarà la sintesi di conoscenze acquisite e risposte a bisogni reali, in cui primaria importanza avrà l’individuazione, l’analisi e l’uso di riferimenti progettuali congrui alle finalità che ogni singolo progetto si pone; supportati da illustrazioni di casi studio e da letture tipologico/compositive di opere di architettura condivise durante le ore di laboratorio.

Inoltre, la consapevolezza della compresenza di diversi temi disciplinari all’interno del progetto di architettura dovrà tradursi in soluzioni compositive in grado di governare anche gli aspetti tecnologici, impiantistici e strutturali quali parti integranti e costitutive del progetto sin dal principio.

Il contesto in cui verrà sviluppato il progetto è la città di Monza che, nonostante sia un importante centro formativo per la presenza di numerosi istituti di istruzione superiore e capofila del sistema inter-bibliotecario che riunisce tutte le biblioteche pubbliche della provincia, non è dotata di una biblioteca civica di concezione contemporanea all’altezza delle potenzialità. Oltre ad un programma funzionale di base, l’attenzione verrà focalizzata sulle ragioni delle scelte di collocazione nel contesto urbano basandosi sulla comprensione del territorio e delle sue logiche di sviluppo.

Il corso è articolato in lezioni ex cathedra e parte laboratoriale: entrambe concorrono parimenti alla costruzione del percorso didattico e delle competenze che lo studente deve acquisire.


Prerequisiti

Lo studente dovrà avere nozioni di architettura, in particolare di storia dell'architettura del XX secolo, delle diverse forme di rappresentazione del disegno architettonico e delle principali tecniche costruttive. Sarà importante per lo studente l'attitudine al confronto sui processi logici di costruzione del progetto, all'approfondimento delle questioni progettuali che emergeranno durante la definizione del progetto e la disponibilità ad un approccio di ricerca guidata.


Modalità di valutazione

L’esame consiste nella presentazione del progetto attraverso elaborati grafici e breve relazione (redatti in gruppi di due/tre studenti) che illustrino le scelte progettuali nelle diverse scale: inserimento nel contesto urbano ed alla scala architettonica (indicativamente 1:2000; 1:500; 1:200).

La valutazione si fonda sia sugli esiti progettuali che sul processo didattico che li ha generati nel confronto costante durante le revisioni di tutto il semestre. Concorrerà alla valutazione finale anche la conoscenza degli argomenti trattati a lezione verificata attraverso la discussione nel corso della presentazione dei progetti.


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaG. Canella, Hinterland
Note:

Rivista dal 1977 al 1985

Risorsa bibliografica obbligatoriaG. Canella, Zodiac
Note:

Rivista dal 1989 fino al 2001

Risorsa bibliografica facoltativaE. Bordogna, Guido Canella. Opere e progetti, Anno edizione: 2001
Risorsa bibliografica facoltativaD. Chizzoniti, L. Monica (a cura di), Guido Canella. Sulla composizione architettonica e sui progetti, Editore: Leonardo International, Anno edizione: 2003
Risorsa bibliografica facoltativaG. Canella, Architetti italiani nel Novecento, Editore: Christian Marinotti, Anno edizione: 2010
Risorsa bibliografica obbligatoriaG. Canella, A proposito della Scuola di Milano, Editore: Hoepli, Anno edizione: 2010
Risorsa bibliografica facoltativaGiorgio Fiorese, Sussidiario di architettura. 44 esempi per l'avviamento al progetto, Editore: Araba Fenice, Anno edizione: 2007
Risorsa bibliografica facoltativaCarlos Martì Arìs, Le Variazioni dell'identità - il tipo in architettura, Editore: Clup, Anno edizione: 2007
Risorsa bibliografica obbligatoriaUna bibliografia specifica per temi verrà indicata durante il corso

Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
45:00
67:30
Esercitazione
15:00
22:30
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
0:00
0:00
Laboratorio Di Progetto
0:00
0:00
Totale 60:00 90:00

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano

Note Docente
schedaincarico v. 1.6.5 / 1.6.5
Area Servizi ICT
20/06/2021