logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2019/2020
Scuola Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni
Insegnamento 054427 - LABORATORIO DI ARCHITETTURA E COMPOSIZIONE ARCHITETTONICA M
Docente Carones Maurizio
Cfu 6.00 Tipo insegnamento Monodisciplinare
Didattica innovativa L'insegnamento prevede  1.0  CFU erogati con Didattica Innovativa come segue:
  • Soft Skills

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (Quinq.)(ord. 270) - LC (1144) INGEGNERIA EDILE - ARCHITETTURAEQ2AK054427 - LABORATORIO DI ARCHITETTURA E COMPOSIZIONE ARCHITETTONICA M

Obiettivi dell'insegnamento

L'obiettivo dell'insegnamento è proporre una riflessione sul progetto architettonico come risultato di processi metodologici e procedure compositive descrivibili. Attraverso l'attenzione al processo compositivo il progetto si costruisce per passaggi riconoscibili, evidenziando le potenzialità progettuali delle diverse questioni presenti in un convenzionale programma progettuale. Lo studio della città e dei caratteri dell’architettura sono di riferimento per il progetto attraverso un appropriato uso dei diversi modi della rappresentazione architettonica e i differenti livelli scalari del progetto, dal progetto urbano sino all’approfondimento del dettaglio architettonico, costituiscono il campo di applicazione progettuale.


Risultati di apprendimento attesi

Al termine del percorso formativo di questo insegnamento, lo studente conosce le relazioni tra i diversi livelli scalari che intervengono nel progetto architettonico; è in grado di realizzare un progetto architettonico complesso attraverso una sequenza di passaggi riconoscibili, collegati alle diverse questioni presenti nel programma progettuale; in autonomia, opera e comunica le scelte progettuali effettuate.

 

Risultati di apprendimento dettagliati:

DD1) Conoscenza e comprensione

- Precisazione dei dati programmatici necessari allo sviluppo progettuale;

- definizione delle adeguate risposte architettoniche, nella riproduzione del processo progettuale che si determina nel rapporto fra committenza e progettista.

DD2) Capacità di applicare conoscenza e comprensione

- Redazione di un progetto architettonico complesso, sulla base delle conoscenze sopra elencate;

- individuazione delle forme di rappresentazione più adatte per evidenziare i caratteri architettonici delle soluzioni proposte evidenziando lo stretto rapporto fra rappresentazione e progetto.

DD3) Autonomia di giudizio

Descrivere l'attività di progetto come risultato di un continuo confronto con la disciplina architettonica attraverso lo studio di soluzioni individuate come esemplari, proponendo il progetto in modo critico e come soluzione inscrivibile in un più generale campo disciplinare.

DD4) Abilità comunicative

- Saper presentare i risultati del laboratorio progettuale in forma grafica e orale, anche in pubblico;

- esercitare la capacità di lavorare in gruppo.

DD5) Capacità di apprendimento

Essere in grado di utilizzare diverse fonti, con opportuna capacità critica, per ricercare esempi e casi di studio, derivandone informazioni utili allo sviluppo del proprio progetto.


Argomenti trattati

L'attività dell'insegnamento - attraverso un ciclo di lezioni dedicato agli aspetti metodologici fondativi e le attività del laboratorio di progettazione strettamente coordinati - sarà volta alla riflessione sul processo progettuale indagandone le singole questioni costitutive, in rapporto anche con la tradizione degli studi sull'architettura e la città contemporanee.

L'attività progettuale sarà volta alla progettazione di massima di un padiglione ad uso complesso (centro civico, spazio espositivo, spazi per usi sociali, piccoli spettacoli e ristoro) che stabilisca forti relazioni con l'intorno urbano. Il padiglione avrà la funzione di rappresentare attraverso un riferimento formale anche un tema descrittivo della città, elemento di una sorta di "museo diffuso" della città. Il padiglione dovrà essere costruito con modalità atte al suo smontaggio, reimpiego, riciclo o smaltimento.

I progetti riguarderanno un ambito di studio a Lecco, sulla sponda del tratto del fiume Adda fra il lago di Lecco e il lago di Garlate. In questa porzione di fiume si trovano l'Isola Viscontea, il ponte Azzone Visconti e il ponte ferroviario della linea per Como. Di fronte all'isola si trova un parcheggio per auto e un edificio industriale in disuso. Su questa area è possibile affrontare alcuni temi progettuali che riguardano più in generale la città contemporanea: l'interazione fra elementi del paesaggio e città, il ruolo delle infrastutture, la riconversione di aree in disuso.

A partire da un confronto con ipotesi progettuali alle scale del piano - in relazione anche a precedenti studi messi a disposizione dell'attività didattica e ad una iniziale fase di approfondimento sulla struttura urbana di Lecco - i progetti affronteranno specificamente le scale del progetto architettonico (1:500-1:200) e quelle di dettaglio (1:50-1:20) secondo un definito e limitato elenco di tavole.


Prerequisiti

Lo studente dovrà avere nozioni di architettura, in particolare di storia dell'architettura del XX secolo, delle diverse forme di rappresentazione del disegno architettonico e delle principali tecniche costruttive. Sarà importante per lo studente l'attitudine al confronto sui processi logici di costruzione del progetto, all'approfondimento delle questioni progettuali che emergeranno durante la definizione del progetto e la disponibilità ad un approccio di ricerca guidata.


Modalità di valutazione

I progetti verranno elaborati in gruppi di studenti (massimo 3 studenti); a scelta dello studente i progetti potranno essere elaborati anche singolarmente. Durante il corso verranno effettuate verifiche intermedie dei progetti senza valutazione al fine di dare un contributo al prosieguo del lavoro.

L'esame sarà effettuato con una esposizione orale del progetto attraverso la proiezione su schermo degli elaborati richiesti; la valutazione sarà riferita alla qualità progettuale espressa dagli elaborati richiesti e alle capacità critiche dello studente, anche attraverso un confronto dialettico sul rapporto tra il progetto e i contenuti del ciclo di lezioni, la conoscenza delle indicazioni bibliografiche e l'approfondimento di alcuni temi del progetto. La frequenza, l'assiduità e la partecipazione alla attività di laboratorio saranno elementi che concorreranno alla valutazione.

Gli elaborati da produrre saranno tre tavole A1 orizzontali. Ogni tavola avrà un particolare obiettivo tematico di descrizione del progetto che verrà declinato attraverso rappresentazioni specifiche, con le opportune variazioni di scala, e una vista significativa:

  1. la prima tavola affronterà il tema del rapporto del progetto con il luogo attraverso rappresentazioni planimetriche, dalla scala urbana a quella tipologica (schemi cartografici; 1:2.000; 1:500; 1:200) e una vista prospettica
  2. la seconda tavola affronterà il tema della facciata dell'edificio attraverso prospetti, sezioni tipo, eventuali dettagli (1:200, 1:50; 1:20) e una vista prospettica
  3. la terza tavola affronterà il tema della struttura e dell'organizzazione interna dell'edificio attraverso sezioni assonometriche, eventuali dettagli (1:200, 1:50, 1:20) e una vista

Ogni tavola sarà affiancata da una tavola A3 orizzontale con funzione didascalica ed esplicativa della ricerca progettuale effettuata.

Di tutte le tavole verranno forniti schemi standard; le tavole potranno avere adattamenti sul contenuto (scale e tipologie di rappresentazioni) concordati con la docenza in relazione al progetto proposto. 


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaM. Carones, H.J. Gio, L. Scalingi, Costruire contesti - II. Carte e progetti per Seoul, Editore: Lulu Press, Inc., Raleigh, NC, U.S.A., Anno edizione: 2018, ISBN: 9780244972257
Risorsa bibliografica obbligatoriaM. Carones, (a cura di H.J. Gio e L. Scalingi), Costruire contesti - I. Carte e progetti per Milano-Cerchiate, Editore: Lulu Press, Inc., Raleigh, NC, U.S.A., Anno edizione: 2015, ISBN: 9781326456221
Risorsa bibliografica obbligatoriaM. Carones, (a cura di L. Scalingi), Piani, linee, trame, costruzioni e figure. Studi sulle rappresentazioni planimetriche fra analisi e progetto, Editore: Lulu Press, Inc., Raleigh, NC, U.S.A., Anno edizione: 2017, ISBN: 9781326999629
Risorsa bibliografica obbligatoriaI. Bonetti, M. Carones, G. Motta, A. Pizzigoni, Le carte di Robbiate. La costruzione di un piano tra cartografia e progetto, Editore: Tecnograph, Bergamo, Anno edizione: 2003, ISBN: 88-88590-05-6
Risorsa bibliografica obbligatoriaM. Carones, Milano moderna, Editore: Einaudi, Torino, Anno edizione: 2010, ISBN: 978-88-06-18244
Risorsa bibliografica obbligatoriaM. Carones, Seoul "città mondo", Editore: RCS Mediagroup spa, Milano, Anno edizione: 2017, ISSN: 2035-8431

Software utilizzato
Nessun software richiesto

Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
45:00
67:30
Esercitazione
15:00
22:30
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
0:00
0:00
Laboratorio Di Progetto
0:00
0:00
Totale 60:00 90:00

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
Disponibilità di materiale didattico/slides in lingua inglese
Disponibilità di libri di testo/bibliografia in lingua inglese
Possibilità di sostenere l'esame in lingua inglese
Disponibilità di supporto didattico in lingua inglese

Note Docente
schedaincarico v. 1.6.8 / 1.6.8
Area Servizi ICT
19/09/2021