logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2019/2020
Scuola Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni
Insegnamento 053137 - LABORATORIO TEMATICO
Docente Muro Soler Carles , Salsa Eleonora
Cfu 10.00 Tipo insegnamento Laboratorio

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (Mag.)(ord. 270) - MI (1195) ARCHITETTURA - AMBIENTE COSTRUITO - INTERNI - ARCHITECTURE - BUILT ENVIRONMENT - INTERIORSAC1AZZZZA053137 - LABORATORIO TEMATICO
ACIAZZZZA053137 - LABORATORIO TEMATICO

Obiettivi dell'insegnamento

In questo insegnamento tematico, a caratterizzazione disciplinare rispetto alla Progettazione architettonica, Progettazione tecnologica ambientale, Restauro, Architettura degli Interni o Urbanistica, lo studente sperimenta progettualmente tematiche di approfondimento legate ad argomenti innovativi e avanzati, di ricerca, nell’ambito disciplinare di riferimento.


Risultati di apprendimento attesi

Secondo i Descrittori di Dublino (DdD), il superamento dell’esame attesta l'acquisizione dei seguenti risultati:
DdD 1, conoscenza e comprensione:
- conoscenza di strumenti avanzati per il progetto.
DdD 2 capacità di applicare conoscenza e comprensione:
- capacità avanzata di trasferire conoscenze disciplinari teoriche e tecniche nello sviluppo del progetto.
DdD 3 (autonomia di giudizio), 4 (abilità comunicative) e 5 (capacità di apprendimento):
- capacità di operare e comunicare in autonomia le scelte progettuali effettuate (DdD 3, 4 e 5).


Argomenti trattati

SOGLIE

 

Questo laboratorio intende abitare il limite tra architettura e città con uno sguardo strettamente architettonico ed esplorare, da un lato, come l’architettura sia condizionata dalla struttura urbana nella quale s’inserisce e, dall’altro lato, come, allo stesso tempo, l’architettura contribuisca a configurare lo spazio pubblico.

 

In questo senso, ci focalizzeremo inizialmente sul disegno della planimetria, in quanto esso rappresenta l’elemento progettuale che permette di instaurare un primo dialogo con il luogo e con la storia. Parallelamente, avvieremo uno studio di tutti quegli elementi di transizione tra interno ed esterno, quali porte e finestre. Il processo progettuale non è una sequenza lineare e progressiva di scale come se si trattasse di una matrioska, bensì un dialogo continuo tra le diverse scale. Cosi, potremo lavorare simultaneamente a scala 1:1000 o 1:10 e, a partire da lì, andare avanti e indietro in funzione delle questioni che ciascun progetto pone.

 

Il corso esplorerà il potenziale latente della soglia nell’architettura contemporanea riflettendo sui diversi modi di varcare il limite tra interno ed esterno, tra pubblico e privato e viceversa: porte, finestre, porticati, colonnati, pensiline, scale, dislivelli, passaggi, recinzioni, androni, atrii, tende, frangisole... questi saranno i primi protagonisti del corso.

LABORATORIO TEMATICO DI PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA

Prof Carles Muro

SOGLIE
Il laboratorio nel quale svilupperemo le nostre prime riflessioni sarà la città di Milano e, più concretamente, l’architettura milanese degli anni ’50 e ‘60. Inizialmente cercheremo di costruire un “atlante di soglie milanesi”. A partire da queste soglie, che permettono di dilatare e abitare questo momento di transizione, ridisegneremo e trasformeremo alcuni progetti selezionati di architetti come Giò Ponti, Asnago e Vender, Ignazio Gardella, BBPR o Luigi Caccia Dominioni e, attraverso una serie di innesti e trapianti, proporremo nuove architetture per Milano. I progetti selezionati che serviranno come punto di partenza del corso saranno presentati all’inizio dell’anno accademico.

Il corso si svilupperà principalmente attraverso revisioni settimanali del lavoro degli studenti. Sono previste, inoltre, una serie di conferenze durante il corso mirate ad introdurre questioni metodologiche ed ampliare il campo di riflessione a partire dal progetto.

 

BIBLIOGRAFIA

Ginzburg, Carlo, “Spie. Radici di un paradigma indiziario”, in: Gargani, A, (a cura di), Crisi della Ragione, Torino, 1979

Koolhaas, Rem, Elements of Architecture, Padova, Marsilio, 2014 [door, window, balcony].

Perec, Georges, Espèces d'espaces, Parigi, Galilée, 1974 [edizione italiana: Specie di spazi, Torino, Bollati Boringhieri, 1989].

Pierini, Orsina Simona, Alessandro Isastia, Case Milanesi. 1923–1973, Milano, Hoepli, 2017. 

Rodari, Gianni, Grammatica della fantasia, Torino, Einaudi, 1973 

Queneau, Raymond, Exercices de style, Paris, Gallimard, 1947 [edizione italiana: Esercizi di stile (trad. di Umberto Eco), Torino, Einaudi, 1983].

Stravinsky, Igor, Poétique musicale sous forme de six leçons, Cambridge, Harvard University Press, 1942 [edizione italiana: Poetica della musica, Milano, Curci, 1969].

Truffaut, François, Le Cinéma selon Hitchcock, Paris, Robert Laffont, 1966 [edizione italiana: Il cinema secondo Hitchcock, Milano, Il saggiatore, 2003].

Tsukamoto, Yoshiharu, Windowscape. Window behaviorology, Tokyo, Tokyo Institute of Technology, 2012.

Tufte, Edward, Envisioning Information, Cheshire, Graphics Press, 1990.

 


Prerequisiti

No prerequisiti


Modalità di valutazione

La frequenza del laboratorio è obbligatoria, secondo le modalità fissate dal regolamento didattico. Gli elaborati progettuali verranno discussi ogni settimana e verrà data una valutazione in occasione di momenti di verifica intermedia (seminari intermedi) che sarà considerata nella valutazione finale. All’esame gli studenti presenteranno traccia di tutti gli elaborati formulati in relazione alle ipotesi teoriche avanzate dall’inizio del lavoro. L’esame consisterà nella presentazione e nella discussione degli elaborati richiesti.

Criteri di valutazione
L’esame consiste in una prova orale di esposizione degli elaborati progettuali, unitamente a domande sui contenuti del ciclo di lezioni e sulla bibliografia indicata. La valutazione verrà effettuata tenendo conto della qualità del progetto elaborato e della capacità dello studente di presentarlo con riferimento agli argomenti ed ai temi trattati nel laboratorio. 

Il voto finale di esame sarà determinato dall’esito dell’esame e dalla valutazione complessiva dell’operato dello studente nel laboratorio. La votazione conseguita nelle prove intermedie costituirà contributo integrativo alla valutazione finale.

 


Bibliografia

Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
36:00
39:00
Esercitazione
24:00
26:00
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
0:00
0:00
Laboratorio Di Progetto
60:00
65:00
Totale 120:00 130:00

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano

Note Docente
schedaincarico v. 1.6.5 / 1.6.5
Area Servizi ICT
15/04/2021