logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2019/2020
Scuola Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni
Insegnamento 099483 - ESTIMO
Docente Brischetto Marco
Cfu 4.00 Tipo insegnamento Monodisciplinare

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (1 liv.)(ord. 270) - MI (1094) PROGETTAZIONE DELL'ARCHITETTURAMNAAZZZZ099483 - ESTIMO

Obiettivi dell'insegnamento

Il corso di Estimo ha l’obiettivo di fornire i principi teorici e i procedimenti sintetici e analitici per la stima di beni, progetti e risorse, con una particolare attenzione ai seguenti temi: fondamenti della disciplina estimativa, stime del valore di mercato e di costo, valutazione finanziaria del progetto di nuova costruzione, conservazione e trasformazione dell’esistente, nonché della sua fattibilità. Sono inoltre richiamati i principi fondamentali della teoria economica relativi alla produzione e alla domanda di beni e servizi; alla struttura e al funzionamento dei mercati; ai meccanismi di formazione dei prezzi, dei costi e dell’equilibrio e all’analisi delle scelte economiche.

Più nello specifico, gli studenti saranno guidati nelle principali applicazioni metodologiche della disciplina estimativa: analisi dei fattori economici impiegati nel processo edilizio, indagine dei mercati immobiliari, formulazione di giudizi di stima di beni immobili mediante approcci condivisi a livello nazionale e internazionale.


Risultati di apprendimento attesi

A valle del corso lo studente: conosce e comprende i principali contenuti scientifico-disciplinari dell’Estimo e della Valutazione; è in grado di selezionare i criteri di stima  in base alle diverse esigenze pratiche poste dai quesiti estimativi;  è in grado di verificare e di discutere gli esiti dei procedimenti di stima e  i risultati dell’applicazione dei modelli di valutazione; è in grado di redigere un rapporto di stima e di argomentare i risultati della valutazione; è autonomo nello studio e  nell’applicazione dei principi teorici.


Argomenti trattati

Nel corso dell’insegnamento verranno trattati temi quali: le fondamenta logico-teoriche e metodologiche dell’Estimo civile urbano; gli elementi di matematica finanziaria; l’analisi dei criteri e dei procedimenti di stima; la stima sintetica dei costi di costruzione di un manufatto edilizio e il computo metrico estimativo cronomerceologico e funzionale; l’analisi prezzi; la valutazione immobiliare; la stima delle aree urbane e agricole. Verranno trattate anche tematiche attinenti l’esercizio professionale dell’architetto ed in particolare l’Estimo dei diritti reali: stima delle servitù, dell’usufrutto e del diritto di superficie, con richiami all’estimo catastale.

In dettaglio il programma del corso sarà così articolato (e trova preciso sviluppo nei testi di studio obbligatori sotto indicati, salvo quanto diversamente riferito durante le lezioni):

1) Elementi di metodologia e pratica estimativa in ambito civile e territoriale: la stima del valore di mercato e di costo

Definizioni e funzioni della metodologia estimativa; fonti giuridiche, economiche e tecniche dell'Estimo. Lineamenti di logica estimativa e principi dell'Estimo. Criteri e procedimenti di stima. Stima del valore di mercato attraverso i procedimenti: “comparativo diretto”, “per punti di merito”, di “capitalizzazione dei redditi”, del “valore di riproduzione”, del valore “a sito e cementi” e del “valore di trasformazione”. Stime dei terreni agricoli o edificabili. Stima del valore di costo: stime parametriche, computo metrico estimativo cronomerceologico (con contributi sintetici o con contributi analitici) e funzionale, preventivazione e “analisi prezzi”.

2) Valutazione economica dei progetti Fattibilità economica finanziaria

Principi di matematica finanziaria: Operazioni finanziarie – Capitalizzazione e attualizzazione - Regime ad interesse semplice, interesse composto e sconto – Rendite e ammortamenti – Fattibilità finanziaria sintetica (Analisi costi-ricavi e Analisi costi-benefici).

3) Estimo dei diritti reali

“Estimo catastale”; stima del diritto di superficie, dell’usufrutto e delle servitù prediali. Verifiche di tipo "ipocatastale" e verifiche della "liceità edilizia" degli immoibli, a corredo della relaizone di stima e della "due diligence" immoibliare.

 

COLLOQUI CON IL DOCENTE

Gli studenti potranno comunicare con il docente negli orari di lezione per dirimere ogni problematica inerente il contenuto del corso e dell’esercitazione o aspetti organizzativi: ciò è anzi auspicabile purché le domande non attengano argomenti già sviluppati più volte durante il corso o le esercitazioni, e ciò per disattenzione o assenze ingiustificate dello studente.

Il docente è comunque sempre rintracciabile all’indirizzo email: marco.brischetto@polimi.it o marco.brischetto@baec.it e cercherà di fornire una risposta via mail, breve e sintetica, entro pochi giorni, eventualmente fissando un appuntamento con lo studente per gli eventuali approfondimenti.

Gli studenti sono invitati a consultare il portale internet del docente predisposto dal Politecnico di Milano: https://beep.metid.polimi.it/con riferimento al corso di “ESTIMO” dell’a.a. 2019-2020: in bacheca verranno così visualizzati gli avvisi pubblicati dal docente inerenti la didattica oltre che l’eventuale materiale didattico di supporto.

Lo studente è inoltre invitato a verificare con regolarità la propria casella di posta elettronica fornita dal Politecnico di Milano per controllare eventuali avvisi inerenti la didattica.


Prerequisiti

La successione della frequenza degli insegnamenti nel percorso formativo e l’ordine di verbalizzazione dei relativi esami deve seguire le precedenze indicate nel regolamento del Corso di Studio.


Modalità di valutazione

MODALITA’ D’ESAME PER GLI STUDENTI CHE INTENDONO SEGUIRE L’ESERCITAZIONE.

Il corso prevede lezioni ex cathedra ed esercitazioni: oltre alle lezioni ex cathedra, durante il corso gli studenti potranno (se lo desiderano) svolgere due esercitazioni pratiche inerenti:

  • la stima del valore di mercato di un alloggio da sviluppare individualmente (l’alloggio sarà scelto dallo studente che dovrà recuperare la planimetria dello stesso o effettuarne un rilievo metrico, scattando inoltre alcune riprese fotografiche);
  • lo sviluppo di un “computo metrico estimativo cronomerceologico con contributi sintetici” di un edificio di semplice conformazione da sviluppare individualmente o in piccoli gruppi. Il tema oggetto di studio potrà essere un progetto redatto dagli studenti durante i precedenti corsi di studio o un progetto consegnato dal docente. E’ sufficiente che il progetto sia allo stato “definitivo”, in scala 1:100 (può anche essere mancante di particolari costruttivi).

 

Il docente assicurerà l’assistenza ai gruppi di lavoro nello svolgimento dell’esercitazione fornendo loro ogni indicazione e consiglio atti alla prosecuzione del lavoro con profitto: tale assistenza verrà assicurata durante le ore di esercitazione e di lezione indicate nel calendario delle lezioni, in aula, a partire dall’inizio delle lezioni sino al loro termine.

Oltre il termine delle lezioni non verrà più fornita dal docente l’assistenza ai gruppi di lavoro sullo svolgimento dell’esercitazione (nemmeno per e-mail).

La consegna degli elaborati delle esercitazioni dovrà avvenire utilizzando il portale BEEP del Politecnico di Milano (https://beep.metid.polimi.it/) [BEEP_HOMEWORKS], inserendo i file dell’esercitazione esclusivamente in formato “*.pdf”(non verranno accettati documenti in altri formati, né in forma cartacea). Nessun documento cartaceo deve quindi essere consegnato al docente.

Il file in "*.PDF" della prima esercitazionedeve essere nominato con il solo cognome dello studente; se vengono inviati più file, questi dovranno essere numerati in forma progressiva (esempio: BIANCHI_01.pdf, BIANCHI_02.pdf, ecc.).

Il file in "*.PDF" della seconda esercitazionedeve essere nominato con il solo numero del gruppo di lavoropreceduto dalla parola “gruppo” (il numero del gruppo di lavoro è assegnato dal docente). Se vengono inviati più file, questi dovranno essere numerati in forma progressiva (esempio: GRUPPO_1_01.pdf, GRUPPO_1_02.pdf, ecc.).

L’upload delle esercitazioni tramite il portale BEEP deve avvenire una settimana prima dell’esame a cui lo studente desidera partecipare, ed in particolare entro le date riportate nell’apposita cartella creata nel portale BEEP.

Chi non consegnasse la propria esercitazione nei termini indicati verrà considerato quale studente “che non intende sviluppare l’esercitazione” e potrà sostenere l’esame secondo le specifiche modalità previste in tal caso.

 

Durante le esercitazioni il docente verificherà la presenza di ciascun gruppo di lavoro e, a suo giudizio insindacabile, valuterà il lavoro svolto alla luce di molteplici criteri:

- qualità del lavoro svolto (in termini di contenuti, di sviluppo logico e di approfondimento svolto);

- rispondenza del lavoro svolto al contenuto del corso (e quindi al contenuto delle dispense e dei testi di studio);

- qualità della partecipazione in aula degli studenti formanti ciascun gruppo;

- qualità della presentazione del lavoro.

 

L’esame di profitto è in forma scritta ed orale, in lingua italiana, ed avverrà nelle date stabilite in calendario dal Politecnico di Milano.

Per poter conseguire il voto di profitto ogni studente dovrà iscriversi ad ogni appello/sessione d’esame, secondo le modalità stabilite dal Politecnico di Milano e con il supporto del “poliself” o del “webpoliself”; non verranno esaminati studenti non regolarmente iscritti allo specifico appello d’esame.

L’esame scritto riguarderà gli argomenti teorici oggetto delle lezioni ex cathedra e gli argomenti trattati nei due testi di studio obbligatori e dispense sotto indicate: tale esame sarà in parte sotto forma di test a "risposta chiusa" prevedendo anche lo sviluppo di 4 brevi esercizi di stima. Allo studente verrà assegnato il voto complessivo che terrà conto dell’esito dell’esercitazione svolta durante l’anno (esito che il docente si riserva di comunicare in occasione dell’esame scritto e non durante lo svolgimento del corso e dell’esercitazione) e dell'esito dell'esame scritto.

Lo studente ha sempre la facoltà di accettare il voto assegnato (quale sintesi del voto dell’esame scritto e dell’esercitazione) o di chiedere al docente di poter sostenere anche un esame orale consistente in un colloquio di circa 25 minuti inerente tutti gli argomenti trattati nel corso. Qualora lo studente chieda di poter sostenere l’esame orale (solo dopo aver sostenuto l’esame scritto, anche con esito negativo) il voto conseguente terrà conto dell’esito dell’esame orale stesso oltre che dell’esito del lavoro svolto durante le esercitazioni, mentre il voto dell’esame scritto non risulterà in alcun modo vincolante per il docente. Il colloquio d’esame verterà sugli argomenti teorici oggetto delle lezioni ex cathedra, sugli argomenti trattati nei testi di studio obbligatori e dispense, e su eventuali esercizi di valutazione posti dal docente.

 

L’eventuale esito negativo dell’esame scritto e/o orale (o il rifiuto del voto da parte dello studente) comporta il rinvio dello studente stesso alla successiva sessione/appello a cui egli potrà presentarsi previa regolare iscrizione sostenendo nuovamente l’esame scritto. In tale occasione il docente non terrà in alcun modo conto del voto conseguito in precedenti sessioni/appelli. Lo studente non dovrà presentare nuovamente l’esercitazione già depositata a meno che non voglia correggere quella già consegnata o migliorarne la stesura.

 

 

Bibliografia d’esame(studio obbligatorio da parte di tutti gli studenti)

  • Marco Brischetto, Estimo – Manuale per ingegneri e architetti, Bologna, Esculapio, 2009
    1. Da pagina 1 a 128;
    2. Da pagina 159 a pagina 200.
  • Marco Brischetto, Stima dei costi in edilizia e analisi delle riserve -teoria e pratica dell’estimo dei costi – analisi in ambito giudiziale di riserve dell’impresa, Napoli, Simone Editore, 2013
    1. Da pagina 1 a 42;
    2. Da pagina 67 a pagina 124.
  • Dispense consegnate via internet (servizio BEEP):
    1. 01 – schemi riassuntivi delle lezioni;
    2. 02 – schemi riassuntivi delle lezioni sulla stima dei costi;
    3. 03 – dispensa sulla matematica finanziaria
    4. 04 – dispensa sul valore di trasformazione;
    5. 05 - esempio di test finale

Ai soli fini di consultare esempi di elaborati di stima si consiglia la lettura (non obbligatoria) dei seguenti testi:

  • Marco Brischetto, Esempi di valutazione economico-estimativa in ambito edilizio e territoriale, Bologna, Società Editrice ESCULAPIO, 2012;
  • Angelo Caruso di Spaccaforno, Giudizi di valore nell'esercizio professionale dell'architetto e dell'ingegnere edile, Milano, Cittàstudi, 1993

 

 

MODALITA’ D’ESAME PER GLI STUDENTI CHE NON INTENDONO SEGUIRE L’ESERCITAZIONE.

Per poter conseguire il voto di profitto, lo studente che non partecipa alle esercitazioni o non consegna il relativo elaborato dovrà comunque iscriversi ad ogni appello d’esame, secondo le modalità stabilite dal Politecnico di Milano e con il supporto del “poliself” o del “webpoliself” (non verranno esaminati studenti non regolarmente iscritti allo specifico appello d’esame).

L’esame di profitto è in forma scritta ed orale, in lingua italiana, ed avverrà nelle date stabilite in calendario dal Politecnico di Milano.

Superato l’esame scritto (che riguarderà gli argomenti teorici oggetto delle lezioni ex cathedrae  gli argomenti trattati nei due testi di studio obbligatori e dispense sotto indicate), lo studente sosterrà in ogni caso un esame orale integrativo consistente in un colloquio inerente due degli argomenti qui sotto elencati, a scelta dello studente:

 

Bibliografia d’esame (studio obbligatorio da parte di tutti studenti)

  • Marco Brischetto, Estimo – Manuale per ingegneri e architetti, Bologna, Esculapio, 2009
    1. Da pagina 1 a 128;
    2. Da pagina 159 a pagina 200.
  • Marco Brischetto, Stima dei costi in edilizia e analisi delle riserve -teoria e pratica dell’estimo dei costi – analisi in ambito giudiziale di riserve dell’impresa, Napoli, Simone Editore, 2013
    1. Da pagina 1 a 42;
    2. Da pagina 67 a pagina 124.
  • Dispense consegnate via internet (servizio BEEP):
    1. 01 – schemi riassuntivi delle lezioni;
    2. 02 – schemi riassuntivi delle lezioni sulla stima dei costi;
    3. 03 – dispensa sulla matematica finanziaria
    4. 04 – dispensa sul valore di trasformazione;
    5. 05 - esempio di test finale

Ai soli fini di consultare esempi di elaborati di stima si consiglia la lettura (non obbligatoria) dei seguenti testi:

  • Marco Brischetto, Esempi di valutazione economico-estimativa in ambito edilizio e territoriale, Bologna, Società Editrice ESCULAPIO, 2012;
  • Angelo Caruso di Spaccaforno, Giudizi di valore nell'esercizio professionale dell'architetto e dell'ingegnere edile, Milano, Cittàstudi, 1993

 

Bibliografia d’esame (studio obbligatorio di due temi tra quelli qui sotto elencati da parte degli studenti che non intendono seguire l’esercitazione)

  1. “Valore d’uso” – tema trattato nel testo: Marco Brischetto, Estimo – Manuale per ingegneri e architetti, Bologna, Esculapio, 2009 da pagina 129 a pagina 142;
  2. “Prefattibilità finanziaria di un investimento immobiliare” – tema trattato nel testo: Marco Brischetto, Estimo – Manuale per ingegneri e architetti, Bologna, Esculapio, 2009 da pagina 143 a pagina 158;
  3. “Princìpi di economia” – tema trattato nel testo: Marco Brischetto, Estimo – Manuale per ingegneri e architetti, Bologna, Esculapio, 2009 da pagina 201 a pagina 239;
  4. “Analisi di regressione multipla lineare” – tema trattato nel testo: Marco Brischetto, Stima dei costi in edilizia e analisi delle riserve -teoria e pratica dell’estimo dei costi – analisi in ambito giudiziale di riserve dell’impresa, Napoli, Simone Editore, 2013 da pagina 43 a pagina 66;
  5. “Gli appalti pubblici e la contabilità lavori” – tema trattato nel testo: Marco Brischetto, Stima dei costi in edilizia e analisi delle riserve -teoria e pratica dell’estimo dei costi – analisi in ambito giudiziale di riserve dell’impresa, Napoli, Simone Editore, 2013 da pagina 125 a pagina 156.

 

Il voto conseguito terrà conto dell’esito dell’esame scritto e del colloquio sopradetto.

Lo studente ha comunque sempre la facoltà di accettare il voto assegnato (quale sintesi del voto dell’esame scritto e del colloquio integrativo) o di chiedere al docente di poter sostenere anche un esame orale consistente in un colloquio di circa 25 minuti inerente tutti gli argomenti trattati nel corso.

L’eventuale esito negativo dell’esame scritto e/o orale (o il rifiuto del voto da parte dello studente) comporta il rinvio dello studente stesso alla successiva sessione/appello a cui egli dovrà presentarsi previa regolare iscrizione sostenendo nuovamente l’esame scritto. In tale occasione il docente non terrà in alcun modo conto del voto conseguito in precedenti sessioni/appelli.


Bibliografia

Software utilizzato
Nessun software richiesto

Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
30:00
45:00
Esercitazione
10:00
15:00
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
0:00
0:00
Laboratorio Di Progetto
0:00
0:00
Totale 40:00 60:00

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
Possibilità di sostenere l'esame in lingua inglese
schedaincarico v. 1.6.8 / 1.6.8
Area Servizi ICT
18/09/2021