logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2019/2020
Scuola Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni
Insegnamento 050502 - LABORATORIO DI PROGETTAZIONE DELL'ARCHITETTURA DEGLI INTERNI
Docente Arnaldi Arnaldo , Basso Peressut Gian Luca
Cfu 12.00 Tipo insegnamento Laboratorio

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (1 liv.)(ord. 270) - MI (1094) PROGETTAZIONE DELL'ARCHITETTURAMIAAZZZZA050502 - LABORATORIO DI PROGETTAZIONE DELL'ARCHITETTURA DEGLI INTERNI

Obiettivi dell'insegnamento

La forma didattica del laboratorio consente di mettere alla prova la capacità dello studente nell’applicare a temi concreti le conoscenze maturate all'interno degli insegnamenti.
Il Laboratorio di Progettazione dell’architettura degli interni indaga il progetto dell’architettura degli Interni nelle diverse articolazioni (riuso del costruito, interni urbani e spazi aperti, allestimento e arredamento) e alle differenti scale di lettura critica, contrassegnate dalla “dimensione umana” dello spazio. Il Laboratorio promuove la conoscenza critica della cultura storica del progetto degli interni e le sue prospettive contemporanee e incentra l’attività progettuale sui temi del riuso (edifici e interni urbani), della valorizzazione del patrimonio culturale e architettonico, dei sistemi diffusi di recupero del territorio. Propone lo studio e il progetto di ambienti pubblici e semipubblici – come i luoghi del sapere, del lavoro, del culto religioso, del tempo libero – e privati, cui si affiancano il progetto degli spazi aperti urbani e paesaggistici e dei servizi collettivi per la diffusione culturale.

Obiettivi del Laboratorio sono, inoltre, l’esplorazione e l’acquisizione delle modalità progettuali relative all’Architettura degli Interni attraverso i suoi caratteri tipologici, spaziali, funzionali, materici, con particolare rilevanza rispetto all’ambiente preesistente, architettonico e urbano, e la conoscenza e la comprensione del processo progettuale quale sintesi di apporti multidisciplinari.


Risultati di apprendimento attesi

A conclusione dell’esperienza di laboratorio, lo studente maturerà conoscenza e comprensione delle modalità progettuali relative all'architettura degli interni alle diverse scale dimensionali, comprese quelle di definizione del dettaglio architettonico e dell’arredo. Saprà applicare articolate metodologie per impostare e risolvere progetti finalizzati alla soluzione di problemi complessi e rappresentare adeguatamente le diverse scale dimensionali del progetto. Sarà in grado di operare scelte progettuali in autonomia e comunicarne i risultati in modo chiaro e motivato, con strumenti adeguati ai diversi interlocutori (specialisti e non specialisti), sia per l'intero processo decisionale che per la soluzione finale.


Argomenti trattati

“Lo spazio è un dubbio”  


_Sinossi

Nel 1874 Lewis Carrol scriveva "The Hunting of the Snark", un breve poema no sense su di un'immaginaria caccia ad un inesistente animale marino, e nel 1876 lo dava alle stampe con le illustrazioni di Harry Holiday. Tra queste vi era una mappa dell'oceano totalmente bianca. Rappresentava il mare. Scrive Carroll che il Capitano "Aveva comperato una mappa del mare dove nemmeno un frammento di terra era dato a qualcuno rintracciare; ma l'equipaggio fu lieto nell'apprendere che era così più semplice da intendere." Una mappa bianca per un capitano in caccia è come un foglio bianco per un architetto. E' uno spazio del dubbio.

A distanza di cento anni dal poema di Carroll, nel 1974, Georges Perec in "Specie di spazi" scrive "Lo spazio è un dubbio: devo continuamente individuarlo, designarlo. Non è mai mio, mai mi viene dato, devo conquistrlo". Dunque quella pagina bianca non è solo un foglio bianco, ma un luogo pieno di contenuti potenziali e, ovviamente, di dubbi. Lo spazio inizia in quella mappa vuota, da quel foglio bianco. Ed è nostro compito dargli forma e significato attraverso la soluzione dei dubbi e/o la creazione di nuovi dubbi, di nuove domande. 

 

_Moduli didattici

I moduli didattici che comporranno il Laboratorio saranno 2: Architettura degli Interni (prof. Arnaldo Arnaldi, 8 cfu) e Allestimento (prof. Gian Luca Basso Peressut; 4cfu). I moduli sono fortemente integrati e contribuiranno allo svolgimento e alla definizione del tema di progetto.

 

_Caratteristiche del tema progettuale

Un'opera incompiuta di Gio Ponti. Villa La Favorita a Valdagno, di cui rimangono poche vestigia, quasi un piano neutro all'interno di un parco. Un progetto potenziale, carico di memorie inespresse; un foglio bianco che si estende sino ai limiti di un parco lussureggiante. Un luogo dove sperimentare il rapporto con lo spazio fisico misurato sull'uomo. Il rapporto con la luce e l'ombra. Il rapporto con i materiali. Il rapporto con la natura.

 

_Modalità di svolgimento del laboratorio

Il progetto, da svolgere  in gruppi di 2/3 persone, sarà sviluppato nelle scale dimensionali proprie dell’architettura d’interni, dall’1:100 del progetto di massima all’1:10 [o 1:1] del progetto di dettaglio.  E’ obbligatorio l’uso dei modelli nelle diverse fasi di progetto. Verrà fornita una base di rilievo che andrà ridisegnata ed interpretata a cura degli studenti, come forma di comprensione e appropriazione del sito di progetto.
Il laboratorio prevede una serie di extempore individuali, da svolgere in aula o nell'arco della settimana, propedeutiche allo sviluppo del progetto.
Le revisioni saranno settimanali e potranno essere sia singolari che collettive. Sono previsti incontri con docenti e/o ospiti che segneranno le fasi di passaggio del progetto.
Sono previste lezioni ex cathedra dei docenti, tutor e ospiti, così come sono previste lezioni/dibattito collettive sui temi proposti dal corso e sui temi più generali dell’architettura d’interni.


Prerequisiti

La successione della frequenza degli insegnamenti nel percorso formativo e l’ordine di verbalizzazione dei relativi esami deve seguire le precedenze indicate nel regolamento del Corso di Studio.


Modalità di valutazione

La valutazione dello studente sarà definita, oltre che dal risultato progettuale finale, dall'insieme dei risultati di apprendimento ottenuti seguendo i 5 descrittori di Dublino sotto elencati:

1      Conoscenza e capacità di comprensione

2      Conoscenza e capacità di comprensione applicate

3      Autonomia di giudizio

4      Abilità comunicative

5      Capacità di apprendimento

L’esame consisterà nella presentazione, allestimento e messa in scena del lavoro progettuale comprensivo di disegni, modelli, schizzi, filmati e quant'altro necessario alla miglior forma di racconto degli esiti progettuali.

Le extempore individuali saranno soggette a valutazione e contribuiranno alla definizione del voto finale.


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaLewis Carroll, La caccia allo Snark, Editore: Giangiacomo Feltrinelli Editore Milano, Anno edizione: 2018, ISBN: 978-88-07-90292-5
Risorsa bibliografica obbligatoriaGeorges Perec, Specie di spazi, Editore: Bollati Boringhieri, Anno edizione: 1989, ISBN: 978-88-339-0498-6
Risorsa bibliografica obbligatoriaGiorgio Agamben, Creazione e anarchia. L'opera nell'età della religione capitalistica, Editore: Neri Pozza, Anno edizione: 2017, ISBN: 9788854515604
Risorsa bibliografica obbligatoriaByung-Chul Han, La societa' della trasparenza, Editore: nottetempo, Anno edizione: 2014, ISBN: 9788874525058
Risorsa bibliografica obbligatoriaCarlo Rovelli, L'ordine del tempo, Editore: Adelphi, Anno edizione: 2017, ISBN: 9788845931925
Risorsa bibliografica facoltativaGiorgio Agamben, Che cos'e' un dispositivo?, Editore: nottetempo, Anno edizione: 2006, ISBN: 8874520875
Risorsa bibliografica facoltativaGiorgio Agamben, Che cos'e' il contemporaneo?, Editore: nottetempo, Anno edizione: 2008, ISBN: 9788874521357
Risorsa bibliografica facoltativaGennaro Postiglione, Interni Metodi, azioni, tattiche [della ricerca], Editore: LetteraVentidue Edizioni, Anno edizione: 2012, ISBN: 9788862420556
Risorsa bibliografica facoltativaByung-Chul Han, L'espulsione dell'Altro, Editore: nottetempo, Anno edizione: 2017, ISBN: 9788874526659
Risorsa bibliografica facoltativaBeniamino Servino,, Architectura Simplex, Editore: LetteraVentidue Edizioni, Anno edizione: 2012, ISBN: 9788862420655
Risorsa bibliografica facoltativaBeniamino Servino, Monumental Need Necessit  Monumentale, Editore: LetteraVentidue edizioni, Anno edizione: 2012, ISBN: 9788862420600
Risorsa bibliografica facoltativaBeniamino Servino, OBVIUS Diario [con poco scritto e molte figure], Editore: LetteraVentidue Edizioni,, Anno edizione: 2014, ISBN: 9788862421164
Risorsa bibliografica facoltativaBeniamino Servino, Vacua forma. Architettura forma vuota, Editore: Verbus, Anno edizione: 2017, ISBN: 9788890284717

Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
43:00
46:35
Esercitazione
29:00
31:25
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
0:00
0:00
Laboratorio Di Progetto
72:00
78:00
Totale 144:00 156:00

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano

Note Docente
schedaincarico v. 1.6.5 / 1.6.5
Area Servizi ICT
15/04/2021