logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2019/2020
Scuola Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni
Insegnamento 099386 - LABORATORIO DI PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA 3
Docente Maj Umberto , Pierini Orsina Simona
Cfu 12.00 Tipo insegnamento Laboratorio

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (1 liv.)(ord. 270) - MI (1094) PROGETTAZIONE DELL'ARCHITETTURAMIAAZZZZG099386 - LABORATORIO DI PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA 3

Obiettivi dell'insegnamento

La forma didattica del laboratorio consente di mettere alla prova la capacità dello studente nell’applicare a temi concreti le conoscenze maturate all'interno degli insegnamenti.

Il Laboratorio di Progettazione Architettonica 3 offre allo studente la possibilità di una comprensione critica e articolata del contesto dell’architettura alle diverse scale di relazione – locale, urbana, del territorio e del paesaggio – con l’obiettivo di giungere alla definizione formale di organismi architettonici realizzabili.

Il Laboratorio approfondisce alcuni nodi rilevanti della composizione architettonica e del processo progettuale, quali le relazioni con altri riferimenti contestuali, con la storia e con la tecnica per la definizione morfo-funzionale dell’architettura in rapporto alla sua espressione fisica e al suo significato.

In questa prospettiva il progetto affronta situazioni complesse in relazione alle quali viene individuato il principio dell’inserimento architettonico e sono elaborati i caratteri morfologici, tipologici, spaziali configurativi, considerando i contenuti funzionali e le tecnologie appropriate.

Il Laboratorio si pone l’obiettivo di formare e organizzare le competenze progettuali necessarie dall’idea iniziale agli elaborati di approfondimento e dettaglio attraverso la definizione di nuovi organismi architettonici, di interventi sul costruito o di riqualificazioni urbane e del paesaggio.


Risultati di apprendimento attesi

In un percorso scalare di approfondimento delle tematiche progettuali e di difficoltà di volta in volta crescenti, attraverso il Laboratorio di Progettazione Architettonica 3, lo studente acquisisce le seguenti conoscenze e capacità di elaborazione: relazionare l’opera architettonica alle scale dei contesti fisici e alla morfologia dei tessuti insediativi; individuare il rapporto dell’architettura con il luogo e con lo spazio aperto; determinare i caratteri tipo-morfologici dell’architettura con attenzione agli aspetti compositivi e distributivi degli edifici; sperimentare tipologie complesse e modalità insediative innovative; definire i caratteri configurativi dello spazio in relazione ai contenuti funzionali e alle tecniche costruttive; delineare il linguaggio architettonico in base alle tecnologie più appropriate; sviluppare il processo progettuale con coerenza dall’idea iniziale agli approfondimenti di dettaglio.


Argomenti trattati

Il progetto sarà per lo studente il luogo in cui far confluire le esperienze e la conoscenza sulla città, sull’architettura, sul linguaggio architettonico, ma anche il proprio pensiero e posizione rispetto alla società in cui si troverà ad operare. Il laboratorio risponde a questo duplice compito, l’uno tutto interno alla disciplina architettonica, di fornire allo studente gli strumenti compositivi, il secondo, invece, proiettato alla comprensione del contesto, locale e culturale di riferimento. In questo senso il laboratorio di progettazione sarà il luogo della sperimentazione in vitro di quanto verrà poi consolidato dalla realtà della professione.

Struttura didattica

Il laboratorio prevede lezioni ex-cathedra, integrate con seminari di approfondimento di opere architettoniche o di scritti teorici, nonché la formazione di gruppi di lavoro e revisione in aula.

All’interno del laboratorio sarà infatti affrontato il progetto d’architettura come unità di parti complesse: dal sistema costruttivo interno, fino al sistema di relazioni che il singolo edificio stabilisce nel suo collocarsi in un brano urbano. Ugualmente si porrà attenzione ai caratteri dello spazio degli ambienti interni come forma propria e in relazione al contesto. La consapevolezza della coerenza interna del progetto, così come il controllo sulle scelte che vincolano il progetto al contesto saranno per lo studente il risultato di scelte personali affinate con gli strumenti che il laboratorio fornisce.

Contenuti del corso

Il laboratorio si articolerà con una parte teorica, fondata su lezioni analitiche sugli esempi più significativi del contemporaneo, e una parte pratica, che prevede una esercitazione progettuale urbana, l’una come approfondimento dell’altra.

In questo senso le lezioni cercheranno di volta in volta di chiarire le questioni del progetto contemporaneo e in particolare di formare una consapevolezza dello studente sul rapporto con l’idea di città, di luogo, ma soprattutto nel confronto con la storia, con la tecnica, con lo spazio dell’abitare.

Attraverso la lettura dei progetti dell’architettura contemporanea, saranno dunque viste le diverse componenti del progetto: nell’analisi delle opere, si seguirà in particolar modo la specificità del singolo nella definizione di una poetica compositiva personale, ricercata nell’uso dei riferimenti, nelle scelte formali del progetto e nella loro coerenza con il proprio contesto culturale, ma anche nell’idea costruttiva e nella scelta dei materiali utilizzati.

La ricerca progettuale stessa indagherà infatti il progetto fino alla sua materialità, arrivando ad una scala in cui le scelte costruttivo materiche siano sviluppate con adeguati dettagli costruttivi.

La coerenza della strategia scelta, del tema individuato e della sua declinazione materica sarà sempre confrontato con il contesto in cui il progetto si va a collocare.

Il tema progettuale affrontato sarà infatti un sistema urbano complesso: i temi di disegno urbano, con funzioni pubbliche legate a spazi espositivi e di creazione artistica, così come le relative residenze speciali, saranno infatti le questioni che il progetto sperimenterà in un preciso contesto da leggere e interpretare. In questo senso non si vuole vedere il progetto come un ulteriore oggetto isolato nella straniante città contemporanea, bensì come il luogo dove più funzioni e modi d’abitare possano divenire un sistema complesso di relazioni spaziali entro una ricerca di coerenza e ricchezza della struttura urbana in cui si pongono.

Progettazione architettonica, Umberto Maj
Se viviamo in un tempo in cui la riduzione della complessità sembra essere la risposta di più popolare successo a molte istanze sociali, il corso si propone di fornire ai futuri progettisti e pianificatori strumenti utili alla comprensione e all'utilizzo di una complessità positiva. Le lezioni cercheranno di restituire sempre ai concetti astratti di densità, intensità, e sostenibilità, la loro dimensione fisica e spaziale, attraverso l'uso di esempi progettuali concreti. E se la complessità non è complicatezza, con questi esempi cercheremo di mostrare come una densità di usi e programmi possa restituire alla città valori formali anche dotati di chiarezza e leggerezza costruttiva.

 


Prerequisiti

La successione della frequenza degli insegnamenti nel percorso formativo e l’ordine di verbalizzazione dei relativi esami deve seguire le precedenze indicate nel regolamento del Corso di Studio.


Modalità di valutazione

L’esame avverrà in due fasi: un primo colloquio orale, durante l'anno, dove verrà verificata la conoscenza degli argomenti trattati in aula e la bibliografia obbligatoria + 1 libro a scelta tra i facoltativi.
Verranno verificati: Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding) e Capacità di applicare conoscenza e comprensione (applying knowledge and understanding)
A conclusione del corso, ci sarà invece la discussione sul progetto, in cui lo studente è tenuto a sostenere e motivare le scelte interpretate nel proprio lavoro. Verranno giudicati quindi l'Autonomia di giudizio (making judgements) e le Abilità comunicative (communication skills).
Alla valutazione della Capacità di apprendimento (learning skills) concorreranno i voti delle esercitazioni proposte durante l'anno, l'esame bibliografico e la presentazione e discussione del progetto.


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaMaggiori dettagli sulla bibliografia verranno indicati all'inizio del corso.
Risorsa bibliografica obbligatoriasito di laboratorio www.paquebot.eu
Note:

Raccolta di casi studio sulla residenza

Risorsa bibliografica obbligatoriaBruno Melotto, Orsina Simona Pierini, HOUSING PRIMER. Le forme della residenza nella città contemporanea, Editore: Maggioli Editore, Anno edizione: 2012, ISBN: 8838761744
Risorsa bibliografica obbligatoriaFern¡ndez Per, Aurora; Mozas, Javier; Arpa, Javier, 10 Stories of Collective Housing, Graphical analysis of inspiring masterpieces, Editore: A+T, Anno edizione: 2011
Note:

almeno un caso studio approfondito

Risorsa bibliografica facoltativaCarlos Martì Arìs, Le variazioni dell'identità: il tipo in architettura, Editore: CittàStudi, Anno edizione: 1990, ISBN: 8870059057
Risorsa bibliografica facoltativaRem Koolhaas, Delirious New York, Editore: Electa, Anno edizione: 2001
Risorsa bibliografica facoltativaOrsina Simona Pierini, Alessandro Isastia, Case Milanesi 1923-1973, Editore: Hoepli, Anno edizione: 2017
Risorsa bibliografica facoltativaAurora Fernández Per, Javier Mozas, Javier Arpa, This is Hybrid, Editore: A+T, Anno edizione: 2011
Risorsa bibliografica facoltativaEleonora Salsa, La dimensione del comfort urbano, Editore: Maggioli, Anno edizione: 2015
Risorsa bibliografica facoltativaAlberto Campo Baeza, Principia Arquitectonica, Editore: Christian Marinotti Edizioni, Anno edizione: 2017, ISBN: 978-88-8273-135-9

Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
43:00
46:35
Esercitazione
29:00
31:25
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
0:00
0:00
Laboratorio Di Progetto
72:00
78:00
Totale 144:00 156:00

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
Disponibilità di libri di testo/bibliografia in lingua inglese
Possibilità di sostenere l'esame in lingua inglese

Note Docente
schedaincarico v. 1.6.5 / 1.6.5
Area Servizi ICT
22/04/2021