logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2019/2020
Scuola Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni
Insegnamento 099386 - LABORATORIO DI PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA 3
Docente Galliani Pierfranco , Scaglia Mario
Cfu 12.00 Tipo insegnamento Laboratorio

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (1 liv.)(ord. 270) - MI (1094) PROGETTAZIONE DELL'ARCHITETTURAMIAAZZZZF099386 - LABORATORIO DI PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA 3

Obiettivi dell'insegnamento

La forma didattica del laboratorio consente di mettere alla prova la capacità dello studente nell’applicare a temi concreti le conoscenze maturate all'interno degli insegnamenti.

Il Laboratorio di Progettazione Architettonica 3 offre allo studente la possibilità di una comprensione critica e articolata del contesto dell’architettura alle diverse scale di relazione – locale, urbana, del territorio e del paesaggio – con l’obiettivo di giungere alla definizione formale di organismi architettonici realizzabili.

Il Laboratorio approfondisce alcuni nodi rilevanti della composizione architettonica e del processo progettuale, quali le relazioni con altri riferimenti contestuali, con la storia e con la tecnica per la definizione morfo-funzionale dell’architettura in rapporto alla sua espressione fisica e al suo significato.

In questa prospettiva il progetto affronta situazioni complesse in relazione alle quali viene individuato il principio dell’inserimento architettonico e sono elaborati i caratteri morfologici, tipologici, spaziali configurativi, considerando i contenuti funzionali e le tecnologie appropriate.

Il Laboratorio si pone l’obiettivo di formare e organizzare le competenze progettuali necessarie dall’idea iniziale agli elaborati di approfondimento e dettaglio attraverso la definizione di nuovi organismi architettonici, di interventi sul costruito o di riqualificazioni urbane e del paesaggio.


Risultati di apprendimento attesi

In un percorso scalare di approfondimento delle tematiche progettuali e di difficoltà di volta in volta crescenti, attraverso il Laboratorio di Progettazione Architettonica 3, lo studente acquisisce le seguenti conoscenze e capacità di elaborazione:

relazionare l’opera architettonica alle scale dei contesti fisici e alla morfologia dei tessuti insediativi; individuare il rapporto dell’architettura con il luogo e con lo spazio aperto; determinare i caratteri tipo-morfologici dell’architettura con attenzione agli aspetti compositivi e distributivi degli edifici; sperimentare tipologie complesse e modalità insediative innovative; definire i caratteri configurativi dello spazio in relazione ai contenuti funzionali e alle tecniche costruttive; delineare il linguaggio architettonico in base alle tecnologie più appropriate; sviluppare il processo progettuale con coerenza dall’idea iniziale agli approfondimenti di dettaglio.


Argomenti trattati

Il Laboratorio si propone di esercitare gli allievi nella progettazione architettonica nella consapevolezza di come in ogni processo ideativo sia necessario individuare e dimostrare le ragioni che conducono alle scelte di una determinata soluzione tra quelle possibili.

L’insegnamento sarà articolato in lezioni teoriche, comunicazioni visualizzate, attività applicative e progettuali. Lezioni e comunicazioni saranno a sostegno delle attività applicative e progettuali nelle varie fasi di impostazione e sviluppo. I temi riguarderanno gli aspetti problematici e disciplinari del progetto architettonico e urbano; le relazioni tra paesaggio urbano, identità degli spazi aperti e configurazione architettonica; il dialogo tra nuova architettura e preesistenze; i rapporti tra caratteri tipologici e dettaglio architettonico per il controllo della qualità ambientale.

Il tracciato metodologico sarà volto a mettere in luce le relazioni tra morfologia, tipologia, linguaggio architettonico e sarà impostato a valorizzare le procedure del rinnovo urbano in relazione alle trasformazioni e agli usi collettivi della città contemporanea.

L’esperienza progettuale sarà sviluppata quale processo articolato in momenti analitici, valutativi e propositivi tra loro interagenti. Il lavoro sarà affrontato sulla base di ricerche compositive in cui gli approfondimenti storici, funzionali, tecnici e ambientali, sui diversi problemi e ai diversi livelli, dovranno trovare la loro verifica nella definizione spaziale e formale del progetto.

Per successivi approfondimenti, il progetto affronterà i problemi di identità e ricomposizione di un luogo urbano connotato da preesistenze architettoniche e ambientali significative, attraverso mirate azioni di trasformazione degli spazi aperti e l’inserimento di nuovi organismi architettonici coerenti con la destinazione funzionale di quelli esistenti. In base allo sviluppo progettuale potranno essere concordati i temi di approfondimento alle diverse scale di dettaglio e rappresentazione.

L'ambito di studio e applicazione progettuale riguarderà l'area di Città Studi a Milano, compresa tra via Colombo e piazza Giolitti, posta in continuità morfologica con piazza Leonardo da Vinci e caratterizzata dalla presenza del "Cremlino", eclettica e monumentale architettura della metà degli anni '20 del Novecento. Obiettivo sarà la ricomposizione dell'isolato tramite l'inserimento di nuovi edifici per laboratori e strutture per la ricerca, e il ridisegno degli spazi aperti.

 


Prerequisiti

La successione della frequenza degli insegnamenti nel percorso formativo e l’ordine di verbalizzazione dei relativi esami deve seguire le precedenze indicate nel regolamento del Corso di studio in Progettazione dell’Architettura.

 


Modalità di valutazione

Le attività pratico-operative assegnate saranno cadenzate da verifiche seminariali in itinere, le cui date e modalità verranno indicate all’inizio del Laboratorio.

Tali verifiche saranno base per la valutazione finale, durante la quale gli studenti dovranno presentare e discutere gli elaborati progettuali prodotti, dimostrando l'apprendimento dei contenuti teorici e metodologici proposti.

La valutazione (di gruppo o individuale) delle attività sviluppate nell'ambito del Laboratorio considererà i seguenti indicatori: conoscenza e capacità di comprensione degli argomenti trattati nel corso; capacità di applicare conoscenza e comprensione; autonomia di giudizio; abilità comunicative; capacità di apprendimento.

 


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaRogers E. N., Esperienza dell'architettura, Editore: Skira, Anno edizione: 1997
Risorsa bibliografica obbligatoriaMoneo R., L'altra modernità. Considerazioni sul futuro dell'architettura, Editore: Marinotti, Anno edizione: 2012
Risorsa bibliografica obbligatoriaFrampton K., A genealogy of modern architecture, Editore: Lars Muller, Anno edizione: 2015
Risorsa bibliografica obbligatoriaRoger A., Breve trattato sul paesaggio, Editore: Sellerio, Anno edizione: 2009

Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
43:00
46:35
Esercitazione
29:00
31:25
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
0:00
0:00
Laboratorio Di Progetto
72:00
78:00
Totale 144:00 156:00

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano

Note Docente
schedaincarico v. 1.6.5 / 1.6.5
Area Servizi ICT
22/04/2021