logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2019/2020
Scuola Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni
Insegnamento 099386 - LABORATORIO DI PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA 3
Docente Ferro Luisa , Tolve Valerio
Cfu 12.00 Tipo insegnamento Laboratorio

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (1 liv.)(ord. 270) - MI (1094) PROGETTAZIONE DELL'ARCHITETTURAMIAAZZZZE099386 - LABORATORIO DI PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA 3

Obiettivi dell'insegnamento

La forma didattica del laboratorio consente di mettere alla prova la capacità dello studente nell’applicare a temi concreti le conoscenze maturate all'interno degli insegnamenti.

Il Laboratorio di Progettazione Architettonica 3 offre allo studente la possibilità di una comprensione critica e articolata del contesto dell’architettura alle diverse scale di relazione – locale, urbana, del territorio e del paesaggio – con l’obiettivo di giungere alla definizione formale di organismi architettonici realizzabili.

Il Laboratorio approfondisce alcuni nodi rilevanti della composizione architettonica e del processo progettuale, quali le relazioni con altri riferimenti contestuali, con la storia e con la tecnica per la definizione morfo-funzionale dell’architettura in rapporto alla sua espressione fisica e al suo significato.

In questa prospettiva il progetto affronta situazioni complesse in relazione alle quali viene individuato il principio dell’inserimento architettonico e sono elaborati i caratteri morfologici, tipologici, spaziali configurativi, considerando i contenuti funzionali e le tecnologie appropriate.

Il Laboratorio si pone l’obiettivo di formare e organizzare le competenze progettuali necessarie dall’idea iniziale agli elaborati di approfondimento e dettaglio attraverso la definizione di nuovi organismi architettonici, di interventi sul costruito o di riqualificazioni urbane e del paesaggio.


Risultati di apprendimento attesi

In un percorso scalare di approfondimento delle tematiche progettuali e di difficoltà di volta in volta crescenti, attraverso il Laboratorio di Progettazione Architettonica 3, lo studente acquisisce le seguenti conoscenze e capacità di elaborazione: relazionare l’opera architettonica alle scale dei contesti fisici e alla morfologia dei tessuti insediativi; individuare il rapporto dell’architettura con il luogo e con lo spazio aperto; determinare i caratteri tipo-morfologici dell’architettura con attenzione agli aspetti compositivi e distributivi degli edifici; sperimentare tipologie complesse e modalità insediative innovative; definire i caratteri configurativi dello spazio in relazione ai contenuti funzionali e alle tecniche costruttive; delineare il linguaggio architettonico in base alle tecnologie più appropriate; sviluppare il processo progettuale con coerenza dall’idea iniziale agli approfondimenti di dettaglio.


Argomenti trattati

FARE ARCHITETTURA. TECNICHE DELLA COMPOSIZIONE

In questo laboratorio si sostiene l’idea che sia più interessante, utile e proficuo concentrarsi sulla trasmissione di un metodo di lavoro orientato verso la pratica del progetto intesa come ricerca, convinti che “l’insegnamento di un metodo d’impostazione è più importante delle tecniche particolari.” (Walter Gropius, Scope of a Total Architecture, 1955; trad. it, Architettura integrata, 1959)

Il laboratorio vuole dunque proporsi come momento di profonda riflessione circa i reali problemi dell’operare in architettura su un duplice livello di approfondimento, ovvero in relazione agli specifici ambiti individuati per le applicazioni progettuali degli studenti e, più in generale, entro la dimensione complessiva del ‘costruire nel costruito’, tema che esprime compiutamente la tensione tra antico e nuovo, tra la continuità e la resistenza di forme, tecniche e principi e l’opposta necessità di rinnovamento in relazione ai diversi bisogni dell’abitare.

Così riflettere sul senso della tradizione e sui suoi valori - ragionare a ritroso attraverso la storia e l’esperienza dell’architettura - significa compiere una ricerca sulle invariabili costanti dell’architettura, non certo per fini imitativi, quanto piuttosto per compierne una revisione critica in accordo alla necessità di rilettura/riscrittura su cui si fonda lo stesso concetto di tradizione - traere - che è poi la premessa per la sua attualizzazione rispetto ai problemi e alle questioni dell’operare contemporaneo.

In accordo a tale idea si intende strutturare l’attività didattica dell’insegnamento in due fasi, tra loro strettamente correlate.

Un ciclo di lezioni attraverso le quali si intende definire il fondamento teorico della composizione architettonica in quanto disciplina e specifica forma di conoscenza della realtà. Muovendo dalla ferma convinzione che in architettura la ricerca debba necessariamente essere condotta attraverso il progetto, si è costruito un punto di vista privilegiato sulle questioni della disciplina architettonica, individuando riferimenti, paradigmi significativi in relazione ai contenuti teorici delle lezioni e ai temi sottoposti per le applicazioni progettuali.  

Una fase di revisione critica, svolta in parallelo e in contraddittorio tra docenti e studenti, verificherà l’approfondimento dei progetti e la coerenza degli stessi rispetto ai temi proposti.

 


Prerequisiti

La successione della frequenza degli insegnamenti nel percorso formativo e l’ordine di verbalizzazione dei relativi esami deve seguire le precedenze indicate nel regolamento del Corso di Studio.


Modalità di valutazione

Le attività didattiche del laboratorio comprendono cicli di comunicazioni, lezioni ex-cathedra e seminari di discussione collegiale tra docenti e studenti.

Sono inoltre previsti due seminari di critica con una commissione esterna, uno intermedio e uno finale, prima dell’esame.

Una mostra e il relativo catalogo raccoglieranno la selezione sintetica degli esiti dei progetti.

La frequenza è da ritenersi obbligatoria ai fini della valutazione d'esame, allorché si procederà alla valutazione degli elaborati di laboratorio attraverso presentazioni orali ed esami - anch'essi orali - per la verifica dei contenuti teorici del corso.

 


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaAlvar Aalto, Idee di architettura. Scritti scelti, 1921-1968, Editore: Zanichelli Editore, Anno edizione: 1987
Risorsa bibliografica obbligatoriaAlberto Campo Baeza, L'idea costruita, Editore: LettreraVentidue Edizioni, Anno edizione: 2012
Risorsa bibliografica obbligatoriaLudovico Quaroni, Progettare un edificio. Otto lezioni di architettura, Editore: Mazzotta, Anno edizione: 1977
Risorsa bibliografica obbligatoriaJorn Utzon, Idee di Architettura. Scritti e conversazioni, Editore: Christian Marinotti Edizioni, Anno edizione: 2011
Risorsa bibliografica obbligatoriaFrancesco Venezia, La natura poetica dell'architettura, Editore: Giavedoni Editore, Anno edizione: 2010

Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
43:00
46:35
Esercitazione
29:00
31:25
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
0:00
0:00
Laboratorio Di Progetto
72:00
78:00
Totale 144:00 156:00

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
Disponibilità di materiale didattico/slides in lingua inglese
Disponibilità di libri di testo/bibliografia in lingua inglese

Note Docente
Insegnamento erogato in lingua italiana. Disponibilità di materiale didattico/slides in lingua inglese. Disponibilità di libri di testo/bibliografia in lingua inglese. Le indicazioni bibliografiche relative ai temi discussi nel corso delle lezioni e alle aree individuate per le applicazioni progettuali verranno fornite nel corso dell'anno. ---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- Bibliography relating to the topics discussed in the lectures and the areas for applications will be provided during the year. Teaching delivered in Italian. Availability of teaching materials/slides also in English. Availability of textbooks/bibliography also in English.
schedaincarico v. 1.6.5 / 1.6.5
Area Servizi ICT
23/04/2021