logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2019/2020
Scuola Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni
Insegnamento 095968 - LABORATORIO DI URBANISTICA
Docente Curci Francesco , Savoldi Paola
Cfu 12.00 Tipo insegnamento Laboratorio

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (1 liv.)(ord. 270) - MI (1094) PROGETTAZIONE DELL'ARCHITETTURAMIASPEZZACATENAVALENTE095968 - LABORATORIO DI URBANISTICA

Obiettivi dell'insegnamento

La forma didattica del laboratorio consente di mettere alla prova la capacità dello studente nell’applicare a temi concreti le conoscenze maturate all'interno degli insegnamenti.

Il laboratorio di Urbanistica introduce alla progettazione e pianificazione urbanistica attraverso gli elementi fondamentali della disciplina, cioè l’analisi della città e del territorio alle diverse scale di relazione dei fenomeni insediativi; la conoscenza delle teorie e di significative esperienze di progettazione urbana e pianificazione spaziale del Novecento; la comprensione degli strumenti urbanistici di tipo regolativo e progettuale. Ulteriori approfondimenti sono dedicati alla conoscenza delle dinamiche di trasformazione territoriale degli ultimi decenni e ai temi più significativi della città contemporanea (sostenibilità ambientale, pratiche dell'abitare, welfare materiale, mobilità urbana, spazio pubblico, rigenerazione e riuso, reti digitali). Attraverso un’attività propedeutica di tipo tecnico, l'obiettivo del laboratorio è quello di sviluppare l'attitudine progettuale per la tematizzazione e la definizione di uno spazio urbano, sperimentando le tecniche di comunicazione e rappresentazione appropriate.


Risultati di apprendimento attesi

A seguito del superamento dell’esame, lo studente conosce concetti, principi e metodi fondamentali dell’urbanistica. Lo studente inoltre è in grado di applicare la conoscenza acquisita all’individuazione dei problemi di carattere urbanistico e alla ricerca autonoma di appropriate soluzioni progettuali con attenzione al contesto sociale e materiale di ciascun intervento. L’apprendimento è sufficiente per un corretto impiego della terminologia urbanistica e per comunicare in modo chiaro e comprensibile, anche a un pubblico non specialistico, le analisi e le scelte progettuali effettuate.


Argomenti trattati

Temi

Nella città, da sempre e in forme talvolta conflittuali, convivono e si compongono interessi, aspirazioni e pratiche di vita quotidiana non omogenee. L’urbanistica è intervenuta e interviene nel prevedere, pianificare e guidare le condizioni di convivenza attraverso le forme d’uso dello spazio. La produzione di spazi abitativi e servizi di interesse pubblico e collettivo è stata ed è tutt’ora una componente molto importante per il benessere dei cittadini.
Il laboratorio avvicina queste dimensioni a partire da un contesto concreto, assunto come terreno di studio e di esercizio. L’ambito individuato corrisponde alla porzione del territorio milanese che si estende a sud di piazza Abbiategrasso sino al quartiere Gratosoglio. Si tratta di una porzione urbana che ben si presta a riconoscere dinamiche e strumenti paradigmatici di sviluppo della città, in relazione ai processi demografici, economici e sociali che hanno fortemente connotato la seconda metà del secolo scorso. Attraverso lezioni frontali, seminari mirati tenuti da ospiti esterni e ricerca sul campo gli studenti e le studentesse potranno comprendere i caratteri fondamentali di questi processi, imparare a riconoscerli nelle forme di organizzazione spaziale e sociale sedimentate nella città e prefigurare alcuni interventi futuri.
Le attività di analisi saranno condotte attraverso momenti di interazione diretta con i soggetti locali nell’ambito di osservazione e di intervento. Il presupposto dell’esperienza formativa proposta è infatti che il mestiere dell’urbanista e dell’architetto non possano prescindere dalla conoscenza attiva di coloro che abitano e praticano uno spazio, comprendendone il punto di vista e sperimentando momenti di confronto e contaminazione reciproca. In questa prospettiva, il laboratorio affianca un processo reale di trasformazione in atto attraverso il progetto di itinerari di esplorazione urbana e la prefigurazione di interventi possibili, in corrispondenza di alcuni dei luoghi individuati dagli itinerari.

 

Organizzazione

Le attività del laboratorio prevedono: momenti di apprendimento teorico; esercizi individuali di breve durata; esperienze di analisi, rappresentazione ed esplorazione progettuale organizzate in gruppi di lavoro.
Le lezioni sono svolte da entrambi i docenti con la partecipazione dei collaboratori. Sono previsti supporti didattici specifici per acquisire competenze di base nell’utilizzo dei principali software di elaborazione cartografica e grafica. Le lezioni sono svolte con l’ausilio di supporti digitali pubblicati sulla piattaforma online Beep e facendo riferimento a testi specifici, parte dei quali inclusi nella bibliografia del laboratorio.
Le esercitazioni individuali saranno oggetto di confronto collettivo, in aula, e permetteranno di integrare in modo interattivo e mirato alcuni dei temi delle lezioni e le attività di gruppo.
Le esercitazioni di gruppo saranno scandite in due fasi in corrispondenza delle quali si richiederà la elaborazione e la consegna elaborati specifici che saranno presentati e discussi pubblicamente. Tali attività saranno condotte in modo autonomo negli obiettivi, nei temi e nelle modalità di rappresentazione, ma sempre sviluppate seguendo una traccia indicativa fornita dai docenti.

 


Prerequisiti
 

Modalità di valutazione

Il laboratorio attribuisce una valutazione unica per i due insegnamenti che lo compongono (Urbanistica, Analisi della città e del territorio). Concorrono al voto finale sia le valutazioni delle esercitazioni (individuali e di gruppo), sia il risultato della prova scritta con la quale viene verificato (attraverso domande aperte) l’apprendimento degli argomenti trattati nelle lezioni. Qualora lo studente lo richieda, è possibile sostenere una prova orale sulla bibliografia del laboratorio.


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaGiancarlo De Carlo, L'architettura della partecipazione, Editore: Il Saggiatore, Anno edizione: 1973
Note:

Il saggio è contenuto nel volume di J.M Richards, P. Blake, G. De Carlo, dal titolo L'architettura degli anni Settanta. Il testo sarà reso disponibile dai docenti.

Risorsa bibliografica obbligatoriaM. Bricocoli, P. Savoldi, Milano Downtown: azione pubblica e luoghi dell'abitare, Editore: et al./Edizioni, Anno edizione: 2010, ISBN: 9788864630182
Note:

Durante il laboratorio saranno specificati i capitoli del volume che gli studenti saranno tenuti a conoscere.

Risorsa bibliografica obbligatoriaL. Gaeta, U. Janin Rivolin, L. Mazza, Governo del territorio e pianificazione spaziale, Editore: Città Studi, Anno edizione: 2013, ISBN: 978882517826
Note:

I docenti indicheranno ad inizio corso i capitoli più strettamente correlati al programma del Laboratorio.


Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
43:00
46:35
Esercitazione
29:00
31:25
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
0:00
0:00
Laboratorio Di Progetto
72:00
78:00
Totale 144:00 156:00

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
Possibilità di sostenere l'esame in lingua inglese
Disponibilità di supporto didattico in lingua inglese

Note Docente
schedaincarico v. 1.6.5 / 1.6.5
Area Servizi ICT
15/04/2021