logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2019/2020
Scuola Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni
Insegnamento 095968 - LABORATORIO DI URBANISTICA
Docente Bozzuto Paolo , Clerici Maria Antonietta
Cfu 12.00 Tipo insegnamento Laboratorio

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (1 liv.)(ord. 270) - MI (1094) PROGETTAZIONE DELL'ARCHITETTURAMIAFAUSTINIGEMELLI095968 - LABORATORIO DI URBANISTICA

Obiettivi dell'insegnamento

La forma didattica del laboratorio consente di mettere alla prova la capacità dello studente nell’applicare a temi concreti le conoscenze maturate all'interno degli insegnamenti.

Il laboratorio di Urbanistica introduce alla progettazione e pianificazione urbanistica attraverso gli elementi fondamentali della disciplina, cioè l’analisi della città e del territorio alle diverse scale di relazione dei fenomeni insediativi; la conoscenza delle teorie e di significative esperienze di progettazione urbana e pianificazione spaziale del Novecento; la comprensione degli strumenti urbanistici di tipo regolativo e progettuale. Ulteriori approfondimenti sono dedicati alla conoscenza delle dinamiche di trasformazione territoriale degli ultimi decenni e ai temi più significativi della città contemporanea (sostenibilità ambientale, pratiche dell'abitare, welfare materiale, mobilità urbana, spazio pubblico, rigenerazione e riuso, reti digitali). Attraverso un’attività propedeutica di tipo tecnico, l'obiettivo del laboratorio è quello di sviluppare l'attitudine progettuale per la tematizzazione e la definizione di uno spazio urbano, sperimentando le tecniche di comunicazione e rappresentazione appropriate.


Risultati di apprendimento attesi

A seguito del superamento dell’esame, lo studente conosce concetti, principi e metodi fondamentali dell’urbanistica. Lo studente inoltre è in grado di applicare la conoscenza acquisita all’individuazione dei problemi di carattere urbanistico e alla ricerca autonoma di appropriate soluzioni progettuali con attenzione al contesto sociale e materiale di ciascun intervento. L’apprendimento è sufficiente per un corretto impiego della terminologia urbanistica e per comunicare in modo chiaro e comprensibile, anche a un pubblico non specialistico, le analisi e le scelte progettuali effettuate.


Argomenti trattati

Il Laboratorio si compone di due moduli didattici distinti, ma tra loro fortemente integrati: “Urbanistica” (8 cfu) e “Analisi della città e del territorio” (4 cfu).

Il modulo denominato “Urbanistica (Prof. P. Bozzuto) propone agli studenti una pluralità di fondamenti teorici e approcci progettuali per la trasformazione della città e dei territori contemporanei, con particolare attenzione al ruolo che il progetto dello spazio aperto e il progetto di suolo, alle diverse scale di riferimento, possono assumere nella prefigurazione di nuove e migliori condizioni di abitabilità. Agli studenti sarà richiesto di confrontarsi in modo fertile con la multidimensionalità delle trasformazioni urbane e territoriali e con la molteplicità dei processi di interazione sociale a esse legati.

Il modulo denominato “Analisi della città e del territorio (Prof.ssa M.A. Clerici) indaga i processi demografici ed economici sottesi alla formazione della città diffusa contemporanea, evidenziando come i suoi caratteri – forme, organizzazione insediativa, funzioni – siano assai diversi da quelli della città compatta della prima metà del Novecento. Si dedicherà un’attenzione specifica al problema del consumo di suolo, che chiama in causa una complessa serie di questioni relative al binomio crescita/sviluppo dei territori, soprattutto nei contesti metropolitani, laddove il conflitto urbano/rurale è più forte.

 

L’ambito territoriale di riferimento del Laboratorio sarà quello della Zona omogenea Adda Martesana, a Est di Milano: una della 7 zone omogenee che oggi compongono la Città Metropolitana di Milano. Si tratta di un contesto territoriale vasto (29 comuni; 384.082 abitanti; 273,35 Kmq) entro il quale gli studenti lavoreranno assumendo come caso studio specifico un’area di dimensioni ridotte, scelta tra quelle che verranno proposte e presentate dai docenti, in aula, in occasione della prima giornata di lezione.

 

I due moduli che compongono il Laboratorio prevedono lo svolgimento di esercitazioni individuali distinte, ma anche consegne intermedie integrate, in occasione delle quali gli studenti dovranno dimostrare la capacità di far interagire in modo fertile le conoscenze e le competenze acquisite.

Il prodotto finale del Laboratorio sarà una esercitazione progettuale integrata (unica per i due moduli), svolta in gruppi di lavoro composti da 4 studenti, mirata a prefigurare una trasformazione auspicabile del contesto locale assunto come caso studio.


Prerequisiti
 

Modalità di valutazione

La valutazione finale sarà individuale per ogni studente. Tale valutazione sarà espressa in modo congiunto dai due docenti del Laboratorio e deriverà dalla combinazione della valutazione dell’esercitazione progettuale conclusiva (di gruppo) con le valutazioni individuali acquisite dagli studenti in occasione dei diversi momenti di verifica intermedia previsti dai due moduli di insegnamento.

 

Tali momenti di verifica intermedia si configureranno come:

- prove scritte individuali (con domande a risposta chiusa, aperta, grafica), mirate a valutare la conoscenza e la capacità di comprensione dello studente in relazione alle competenze teoriche acquisite dalle lezioni e dallo studio della bibliografia proposta;

- produzione di elaborati intermedi di esercitazione, sviluppati in base alle indicazioni fornite in corso d’opera dai docenti, mirati a valutare la conoscenza e la capacità di comprensione applicata dello studente.

 

Le abilità comunicative (sia verbali che grafico-visive) verranno valutate dai docenti nel corso del Laboratorio e, in particolare, in occasione della presentazione pubblica dell’esercitazione progettuale conclusiva, il giorno dell’esame.


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaBozzuto Paolo, Costa Andrea, Fabian Lorenzo, Pellegrini Paola, Storie del futuro. Gli scenari nella progettazione del territorio, Editore: Officina Edizioni, Anno edizione: 2008, ISBN: 9788860490582
Risorsa bibliografica obbligatoriaSirtori Warner, Bozzuto Paolo (a cura di), La città dell'Adda. Un parco abitato, Editore: Aracne, Anno edizione: 2017, ISBN: 9788825506181
Risorsa bibliografica obbligatoriaSecchi Bernardo, Prima lezione di urbanistica, Editore: Laterza, Anno edizione: 2000, ISBN: 8842060607
Risorsa bibliografica obbligatoriaBonora Paola, Fermiamo il consumo di suolo. Il territorio tra speculazione, incuria e degrado, Editore: il Mulino, Bologna, Anno edizione: 2015, ISBN: 9788815257864
Risorsa bibliografica obbligatoriaDematteis Giuseppe, Lanza Carla, Le citta' del mondo. Una geografia urbana, Editore: Utet, Torino (2a ediz.), Anno edizione: 2014, ISBN: 9788860084323
Risorsa bibliografica obbligatoriaIndovina Francesco, La metropoli europea. Una prospettiva, Editore: Franco Angeli, Anno edizione: 2014, ISBN: 9788820462635
Risorsa bibliografica obbligatoriaTurri Eugenio, La megalopoli padana, Editore: Marsilio, Anno edizione: 2000, ISBN: 8831775561

Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
43:00
46:35
Esercitazione
29:00
31:25
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
0:00
0:00
Laboratorio Di Progetto
72:00
78:00
Totale 144:00 156:00

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
Possibilità di sostenere l'esame in lingua inglese
Disponibilità di supporto didattico in lingua inglese

Note Docente
schedaincarico v. 1.6.5 / 1.6.5
Area Servizi ICT
23/04/2021