logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2019/2020
Scuola Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni
Insegnamento 095968 - LABORATORIO DI URBANISTICA
Docente Bruzzese Maria Antonella , Pessina Gloria
Cfu 12.00 Tipo insegnamento Laboratorio

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (1 liv.)(ord. 270) - MI (1094) PROGETTAZIONE DELL'ARCHITETTURAMIACHIODIDELIC095968 - LABORATORIO DI URBANISTICA

Obiettivi dell'insegnamento

La forma didattica del laboratorio consente di mettere alla prova la capacità dello studente nell’applicare a temi concreti le conoscenze maturate all'interno degli insegnamenti.

Il laboratorio di Urbanistica introduce alla progettazione e pianificazione urbanistica attraverso gli elementi fondamentali della disciplina, cioè l’analisi della città e del territorio alle diverse scale di relazione dei fenomeni insediativi; la conoscenza delle teorie e di significative esperienze di progettazione urbana e pianificazione spaziale del Novecento; la comprensione degli strumenti urbanistici di tipo regolativo e progettuale. Ulteriori approfondimenti sono dedicati alla conoscenza delle dinamiche di trasformazione territoriale degli ultimi decenni e ai temi più significativi della città contemporanea (sostenibilità ambientale, pratiche dell'abitare, welfare materiale, mobilità urbana, spazio pubblico, rigenerazione e riuso, reti digitali). Attraverso un’attività propedeutica di tipo tecnico, l'obiettivo del laboratorio è quello di sviluppare l'attitudine progettuale per la tematizzazione e la definizione di uno spazio urbano, sperimentando le tecniche di comunicazione e rappresentazione appropriate.


Risultati di apprendimento attesi

A seguito del superamento dell’esame, lo studente conosce concetti, principi e metodi fondamentali dell’urbanistica. Lo studente inoltre è in grado di applicare la conoscenza acquisita all’individuazione dei problemi di carattere urbanistico e alla ricerca autonoma di appropriate soluzioni progettuali con attenzione al contesto sociale e materiale di ciascun intervento. L’apprendimento è sufficiente per un corretto impiego della terminologia urbanistica e per comunicare in modo chiaro e comprensibile, anche a un pubblico non specialistico, le analisi e le scelte progettuali effettuate.


Argomenti trattati

Il Laboratorio si compone di due moduli integrati: il Corso di Urbanistica, prof. Antonella Bruzzese (8cfu) e il corso di Analisi della città e del territorio, prof. Gloria Pessina (4 cfu).

Il Laboratorio di Urbanistica propone agli studenti un percorso di lettura, interpretazione e progetto che si misuri con la complessità della realtà urbana e le sue dinamiche di trasformazione. La multidimensionalità della città e del territorio, la varietà degli strumenti urbanistici, la complessità dei processi di trasformazione urbana, la messa a punto di progetti e strategie di trasformazione sono gli ambiti tematici intorno ai quali si articoleranno le attività del corso. Attraverso lezioni ed esercitazioni di gruppo, il laboratorio intende fornire agli studenti strumenti critici e operativi utili a:

- leggere e interpretare la città e il territorio nelle sue differenti dimensioni attraverso una pluralità di strumenti (interpretazione della cartografia, analisi morfologica, sopralluoghi, osservazioni, interviste, ecc.);

- adottare un approccio al progetto che parta dalla comprensione del contesto urbano, ne sappia riconoscere le opportunità e criticità e individui adeguate modalità di intervento in grado trattarle;

- elaborare proposte progettuali di trasformazione urbana capaci di incidere sia sulla dimensione fisica sia sugli usi e le pratiche.

TEMI DI PROGETTO

Il laboratorio assumerà come ambito di indagine e di riflessione progettuale la porzione di Milano nord est. Il corso osserverà e indagherà parti di città consolidata e in trasformazione prestando attenzione al tema dello spazio pubblico, inteso come quel sistema di luoghi condivisi, occasioni di produzione di senso in comune e di qualità urbana. In particolare quest'anno il Laboratorio lavorerà sulla relazione tra spazio pubblico e sport nell'accezione più ampia del termine: dalle pratiche di "active living" (camminare, correre, muoversi in bicicletta) all'esercizio di discipline sportive negli spazi pubblici attrezzati o meno (basket, calcio, beach volley, skateboard, tai chi, canoa, parkour, ping pong).

Gli studenti saranno invitati ad osservare nel territorio di indagine gli spazi pubblici, gli usi e le popolazioni al fine di comprendere criticità, bisogni e potenzialità e sviluppare ipotesi progettuali adatte ad accogliere pratiche sportive, e declinare la presenza dello sport in città.  

Per fare questo il laboratorio di Urbanistica collabora attivamente anche con alcuni attori locali, nella convinzione dell’utilità di uno scambio tra il lavoro di indagine e progetto degli studenti e le percezioni, le opinioni, le azioni promosse da associazioni e abitanti. 

Le aree e i quartieri in cui sviluppare indagini e progetti seguendo l'approccio descritto saranno a Milano e verranno precisati a inizio corso.

ORGANIZZAZIONE DELLE ATTIVITÀ E CONTENUTI DEL LABORATORIO

Il laboratorio prevede differenti tipi di lezioni, alcune di carattere generale, altre più specificamente rivolte a presentare metodi, strumenti e tecniche strettamente funzionali al lavoro che gli studenti svolgeranno e a cui saranno associate specifiche esercitazioni.

Oltre a seguire le lezioni, agli studenti sarà richiesto di svolgere diversi tipi di attività in aula: esercitazioni svolte dai singoli studenti in aula come verifica estemporanea relativa alla comprensione di alcuni elementi delle lezioni (ex tempore); preparazione degli elaborati di gruppo; seminari collettivi di discussione.

 Gli studenti lavoreranno in gruppo (3/4 persone).

Le esercitazioni individuali, le presentazioni di gruppo e le discussioni collettive sono considerate parte integrante del percorso formativo del laboratorio.

 Il laboratorio è organizzato in tre parti principali:

Parte 1. LETTURA (comprendere e interpretare la città) La prima parte del Laboratorio verterà su modi e tecniche di lettura e interpretazione della città e del territorio. Ai gruppi saranno assegnati dei settori urbani, dei tasselli (porzioni più limitate) e dei materiali urbani di cui dovranno riconoscere rispettivamente la figura urbana, le reti, gli elementi costitutivi, le funzioni che ospita, i modi in cui sono usati e percepiti. Attraverso lettura delle carte, sopralluoghi, consultazioni di dati e interviste i gruppi faranno esperienza di attività complesse di analisi urbana e costruiranno un quadro conoscitivo del territorio oggetto di indagine.

Parte 2.  SMONTAGGIO (analizzare casi e riferimenti di piani e progetti). La seconda parte del Laboratorio sarà dedicata agli strumenti con i quali è pianificata, governata e attuata la trasformazione urbana. Saranno introdotti e analizzati alcuni esempi di piani di governo del territorio, masterplan e progetti urbani. Alle lezioni generali corredate dell’illustrazione di esempi, seguiranno attività di lettura e discussione di casi.

Parte 3. PROGETTO (disegnare trasformazioni). La terza parte del Laboratorio è dedicata a investigare il tema della rigenerazione urbana con particolare riferimento allo spazio pubblico e dello sport e alle forme di collaborazione tra attori diversi.

Insieme a docenti e tutor, i gruppi individueranno i problemi da trattare e gli orientamenti del progetto. Per ciascuna situazione si definiranno forme di intervento adeguate (strategie, programmi di azioni, scenari di trasformazione, linee guida). 

A conclusione della prima e seconda parte è prevista una giornata seminariale in cui i gruppi di studenti presenteranno e discuteranno con docenti, tutor e i compagni di laboratorio i loro elaborati. Gli elaborati saranno valutati e contribuiranno alla valutazione complessiva finale. La conclusione della terza parte coinciderà con la data di esame. Le forme e i contenuti degli elaborati e gli eventuali format da seguire saranno precisati durante le lezioni. Ogni attività sarà seguita da docenti e tutor.

ELABORATI RICHIESTI E MODALITA’ D’ESAME

Per sostenere l’esame del Laboratorio gli studenti dovranno preparare, presentare e discutere gli esiti di tre percorsi di indagine e progetto corrispondenti alle tre parti del corso. Le prime due consegne di gruppo saranno discusse durante l’anno in forma seminariale e riceveranno una valutazione che farà media con il voto finale.  Le forme e i contenuti degli elaborati saranno precisati durante le lezioni.

La discussione in sede d’esame verterà sulla presentazione del lavoro esito della terza fase, sui temi trattati durante le lezioni, e sulla discussione di alcuni testi che verranno suggeriti per la lettura.  I formati di consegna saranno comunicati all’avvio del corso.


Prerequisiti
 

Modalità di valutazione

Al voto di esame concorreranno le valutazioni degli elaborati preparati in gruppo (le due consegne intermedie e quella finale).  Il voto finale individuale, all'interno del medesimo gruppo, potrà variare in virtù dell'esito delle esercitazioni individuali svolte durante l'anno e dell'esposizione dei contenuti di un testo che sarà assegnato a ciascuno.

Le valutazioni terranno conto delle seguenti capacità maturate dagli studenti:

  • assimilazione dei contenuti del corso;
  • capacità argomentativa di costruire relazioni tra esercitazioni pratiche, lezioni e letture;
  • interazione con i docenti e con la classe durante le discussioni collettive;
  • qualità del lavoro di gruppo (livello di approfondimento dei lavori; livello di autonomia nelle elaborazione delle proposte e nel loro sviluppo; chiarezza e qualità dell’esposizione dei contenuti e della rappresentazione; gestione del lavoro collettivo)

Bibliografia
Risorsa bibliografica facoltativaBenevolo L., Le origini dell'urbanistica moderna, Editore: Laterza, Bari, Anno edizione: 1963
Risorsa bibliografica facoltativaSecchi B., La città del ventesimo secolo, Editore: Laterza, Roma-Bari, Anno edizione: 2005
Risorsa bibliografica obbligatoriaDe Carlo G., Buncuga F., Conversazioni su architettura e libertà. , Editore: Elèuthera, Anno edizione: 2014
Risorsa bibliografica facoltativaGabellini P., Tecniche urbanistiche, Editore: Carocci, Roma, Anno edizione: 2001
Risorsa bibliografica facoltativaGehl J., Life between buildings: using public space, Editore: The Danish Architectural press, Copenhagen, Anno edizione: 2006
Risorsa bibliografica obbligatoriaA. Bruzzese, Spazi, usi, popolazioni.Tre dimensioni necessarie per attivare spazi comuni/Territorio, Editore: Franco Angeli, Anno edizione: 2015, Fascicolo: 72
Risorsa bibliografica obbligatoriaA. Bruzzese, Shared space/ spazio pubblico condiviso, Editore: in in Montedoro L. (a cura di) Lo spazio pubblico come palinsesto, Maggioli editore, Santarcangelo di Romagna pp. 25-30, Anno edizione: 2018
Risorsa bibliografica obbligatoriaA. Bruzzese, G. Gerosa, L.Tamini, Spazio pubblico e attrattivita' urbana. L'Isola e le sue piazze, Editore: Bruno Mondadori, Anno edizione: 2016
Risorsa bibliografica facoltativaPaba G., Luoghi comuni. La città come laboratorio di progetti collettivi, Editore: FrancoAngeli, Anno edizione: 1998
Risorsa bibliografica facoltativaG. Paba, Corpi urbani. Differenze, interazioni, politiche, Editore: Franco Angeli, Milano, Anno edizione: 2010
Risorsa bibliografica facoltativaM.C. Tosi (a cura di), Di cosa parliamo quando parliamo di urbanistica? , Editore: Meltemi, Roma, Anno edizione: 2006
Risorsa bibliografica facoltativaP. Lembi, A. Moro,, Esperienze dello/nello spazio. Appunti sulla relazione tra persone e luoghi, Editore: Maggioli,, Anno edizione: 2010
Risorsa bibliografica obbligatoriaBelotti S., Castelnuovo I., Cinque M., Colucci S., Inguaggiato V., Pessina G., Secchi F., "Nomicosecittà. Walking and looking at the city with 'different eyes' from Naples to Milan", Editore: Planum, Anno edizione: 2012 http://planum.net/nomicosecittà-1
Risorsa bibliografica obbligatoriaE. Donaggio, A. Zorzi, "Vita attiva, sport città e spazio pubblico", Territorio, Editore: Franco Angeli, Anno edizione: 2013, Fascicolo: 65

Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
43:00
46:35
Esercitazione
29:00
31:25
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
0:00
0:00
Laboratorio Di Progetto
72:00
78:00
Totale 144:00 156:00

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano

Note Docente
il Laboratorio si avvarrà dell'utilizzo della piattaforma Beep
schedaincarico v. 1.6.5 / 1.6.5
Area Servizi ICT
22/04/2021