logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2019/2020
Scuola Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni
Insegnamento 097347 - STORIA DELL'ARTE
Docente Scarrocchia Sandro
Cfu 4.00 Tipo insegnamento Monodisciplinare

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (1 liv.)(ord. 270) - MI (1094) PROGETTAZIONE DELL'ARCHITETTURAMIAACOLOMBO SARA097347 - STORIA DELL'ARTE

Obiettivi dell'insegnamento

Il corso di Storia dell'arte affronta, in termini introduttivi e con approfondimenti relativi a particolari casi-studio significativi, alcuni dei principali capitoli della storia dell’arte, con particolare attenzione a quella moderna e contemporanea. Il corso verte sul variare attraverso i secoli di alcuni temi fondamentali della pittura e della scultura, con riferimenti alla loro relazione con l'architettura. Il corso non propone una storia cronologica dell'arte, ma si concentra su alcuni episodi significativi in cui si manifestano i caratteri fondamentali di un periodo o di un tema, oppure i termini di una svolta culturale ed estetica. L'intento è quello di proporre un metodo di interpretazione in profondità dei fatti dell'arte, assunti per campioni, nei loro diversi contesti storici. Traendo spunto dalle argomentazioni teoriche e dagli apparati iconografici proposti, gli studenti saranno sollecitati a intervenire attivamente, offrendo considerazioni e interpretazioni.


Risultati di apprendimento attesi

A conclusione del corso lo studente avrà maturato conoscenza e capacità di comprensione dei fenomeni artistici e sviluppato specifiche abilità comunicative, arricchendo la propria formazione culturale.

In particolare sarà in grado di: conoscere e comprendere alcuni temi fondamentali delle arti figurative, con particolare riferimento alla loro relazione con l'architettura; conoscere e comprendere alcuni metodi di interpretazione dei fatti dell’arte, assunti per campione; riconoscere le specificità dei diversi movimenti artistici illustrati nel corso nei loro diversi contesti storici.


Argomenti trattati

Tra fine Ottocento e inizio Novecento la storia dell’arte ha contribuito in modo essenziale al costituirsi in Europa delle identità nazionali e alla definizione del patrimonio artistico. In questo processo due aspetti acquistano un rilievo particolare per una formazione mirata alla conoscenza dello spazio come ambiente culturale e al progetto. Il primo riguarda il/i metodo/i con cui si costruisce il discorso storico artistico. Il secondo concerne l’ambito che il discorso abbraccia. Segnalando le specificità dei differenti approcci nazionali, l’ approfondimento monografico si incentra sull’apporto offerto ai due aspetti accennati dalla scuola viennese di storia dell’arte: “la sua missione è (stata) quella di rileggere in modo genetico i differenti fenomeni artistici del passato, di far diventare i fatti singoli - che isolati sembrano non aver rapporti tra di loro - una unità maneggiabile per il pensiero” (Hans Tietze, 1914) e in particolare dall’opera di due suoi esponenti di punta Alois Riegl e Max Dvořák, che hanno contributo in modo indelebile al divenire istituzionale della disciplina e, pertanto, fungeranno da guida per la rassegna di alcuni momenti, figure, nuclei tematici (come per es. arte tardoromana, manierismo, barocco, ritratto di gruppo olandese, storicismo, Secessione, architettura dell’Illuminismo, classicismo, arti applicate, Bauhaus, Tendenza) che verranno presi in considerazione. 

Nell’a.a. 2019-2020 particolare attenzione sarà riservata al movimento delle arti applicate, soprattutto all’origine del movimento nel nostro paese e all’organo a stampa che più lo rappresenta: Arte Italiana Decorativa e Industriale.

 


Prerequisiti

La successione della frequenza degli insegnamenti nel percorso formativo e l’ordine di verbalizzazione dei relativi esami deve seguire le precedenze indicate nel regolamento del Corso di Studio.


Modalità di valutazione

La valutazione (per frequentanti e non) comprende una prova scritta e una orale. La prova scritta è finalizzata all’approfondimento monografico del movimento dell’arte applicata. Si tratta dell’elaborazione di un testo su di un autore, di una bottega/officina, di un tema specifico del movimento delle arti applicate. Il breve testo (25.000 battute circa spazi inclusi, comprensivo di note e bibliografia, eventualmente corredato di elaborati grafici e/o multimediali) andrà presentato e/o consegnato entro la fine delle Lezioni per la prima sessione di esami e, in seguito, due settimane prima della sessione relativa. La prova orale prevede due domande: A) una mirata alla verifica della conoscenza di base nonché della capacità di utilizzo di testi compendiari (quali sono i “manuali”, ad es. Argan/Sansoni, Bairati-Finocchi/Loescher, Bertelli/Mondadori ed altri già eventualmente conosciuti o facilmente reperibili o precedentemente adottati) su di un argomento o un’opera a scelta fra quelle prese in considerazione nelle lezioni (la elencazione specifica verrà aggiornata progressivamente, ma per un orientamento si veda anche l’introduzione alla storia dell’arte di Antonio Pinelli intitolata La storia dell’arte. Istruzioni per l’uso, Roma-Bari, Economica Laterza 2014, ISBN: 978-88-581-1631-9); B) una relativa alla lettura dei testi indicati in Bibliografia. L’allieva/o potrà altresì integrare la discussione con una delle letture consigliate durante lo svolgimento del corso.


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaOrietta Rossi Pinelli, a cura di, La storia della storia dell'arte, Editore: Einaudi, Anno edizione: 2014, ISBN: 978-88-06-21461-6
Note:

(cap. Susanne Adina Meyer, La storia dell'arte tra Nationbuilding e forma, pp. 239-319)

Risorsa bibliografica obbligatoriaJulius von Schlosser, La storia dell'arte nelle esperienze e nei ricordi di un suo cultore, Editore: Marinotti, Anno edizione: 2014, ISBN: 978-88-8273-145-8
Note:

(cap. La Scuola viennese di Storia dell'arte)

Risorsa bibliografica obbligatoriaSandro Scarrocchia, Oltre la storia dell'arte. Alois Riegl vita e opere di un protagonista della cultura viennese, Editore: Marinotti, Anno edizione: 2006, ISBN: 978-88-8273-070-3
Note:

(capp. 1, 3, 4, 6 e 7)

Risorsa bibliografica obbligatoriaSandro Scarrocchia, Max Dvorák. Conservazione e Moderno in Austria (1905-1921), Editore: Franco Angeli, Anno edizione: 2019, ISBN: 978-88-464-9894-6
Note:

(capp. 1, 2, 5)

Risorsa bibliografica obbligatoriaSandro Scarrocchia, a cura di,, Camillo Boito moderno, Editore: Mimesis, Anno edizione: 2018, ISBN: 978-88-5754-294-2
Note:

(Vol. 1, sez. I. Industria artistica e vol. 2, sez. V, 15. Indice delle maestrie della rivista Arte Italiana Decorativa e Industriale)


Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
30:00
45:00
Esercitazione
10:00
15:00
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
0:00
0:00
Laboratorio Di Progetto
0:00
0:00
Totale 40:00 60:00

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano

Note Docente
schedaincarico v. 1.6.5 / 1.6.5
Area Servizi ICT
22/04/2021