logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2019/2020
Scuola Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni
Insegnamento 097304 - LABORATORIO DI PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA 2
Docente Bruggi Matteo , Caja Michele Giovanni , Trevisan Alessandro
Cfu 16.00 Tipo insegnamento Laboratorio

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (1 liv.)(ord. 270) - MI (1094) PROGETTAZIONE DELL'ARCHITETTURAMIAAZZZZA097304 - LABORATORIO DI PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA 2

Obiettivi dell'insegnamento

La forma didattica del laboratorio consente di mettere alla prova la capacità dello studente nell’applicare a temi concreti le conoscenze maturate all'interno degli insegnamenti.

Il Laboratorio di progettazione architettonica 2 propone un consolidamento delle conoscenze di base rafforzandone i fondamenti teorici e tecnici e dedicando particolare attenzione alle questioni dei rapporti che la progettazione deve costruire tra luoghi, forme, tipologie, tecniche costruttive e strutture. Il progetto si applica a organismi architettonici di media complessità, inseriti in specifici e caratteristici contesti urbani. I molteplici apporti interni al Laboratorio strutturano la complessità dell’esperienza progettuale evidenziando la necessità di porre relazioni articolate tra i diversi ambiti disciplinari presenti e i relativi livelli scalari edilizi e urbani, l’obiettivo è l’acquisizione della capacità di controllo del progetto, nella relazione tra oggetto architettonico e contesto urbano, tra forma e costruzione, tra caratteri tipologici e forme d’uso dello spazio abitato.


Risultati di apprendimento attesi

In un percorso scalare di approfondimento delle tematiche progettuali e di difficoltà di volta in volta crescenti, attraverso l’esperienza del Laboratorio lo studente acquisisce le capacità per affrontare il progetto come insieme complesso di contenuti formali (tipo-morfologici), ragioni d’uso (programma, destinazioni d’uso), componenti costruttive (tecniche, materiali), approfondendo in particolare i temi della composizione e della tipologia dell’architettura nella sua relazione con lo spazio e i caratteri della città. Inoltre, attraverso l'attività progettuale, apprende la capacità di gestire relazioni articolate tra i diversi ambiti coinvolti nel progetto e i relativi livelli scalari edilizi e urbani, comprendendo i concetti fondamentali dell’equilibrio, conoscendo le più comuni tipologie strutturali e il nesso “qualitativo” tra configurazioni tipologico-formali, tipologie strutturali e tecnologie costruttive.


Argomenti trattati

L’attività del Laboratorio prevede la partecipazione a seminari didattici, lezioni ex cathedra, il coordinamento degli studenti nell’attività di ricerca dei temi e nello svolgimento di un progetto attraverso revisioni individuali e comuni. Durante l'anno verrà analizzata una serie di esperienze strumentali alla definizione sia urbana che tipologica del progetto. Il rapporto tra analisi e progetto è elemento basilare per la costruzione di una base critica comune.

Oggetto del Laboratorio sarà il progetto di un edificio a destinazione mista – attività commerciali, uffici, residenza - inserito all’interno di un contesto urbano consolidato o in fase di trasformazione. L’impostazione del progetto prevede una parte comune di analisi e definizione di piano e una di sviluppo individuale dei singoli progetti architettonici. Il progetto si fonda sulla rilettura critica di esempi storici, analizzati in base alla loro esemplarità, al loro impianto, alla composizione delle parti e dei singoli elementi costitutivi e al loro rapporto con la città. Strumenti fondamentali del progetto saranno sia il disegno, nelle sue diverse declinazioni, che il modello tridimensionale, anche rispetto a convenzioni grafiche comuni.

 

Per quanto riguarda l'insegnamento di Strutture nel laboratorio sarà proposta una serie di lezioni sulle tipologie fondamentali di costruzioni in calcestruzzo armato, acciaio, muratura e legno, a partire dalle quali, lo studente verrà guidato verso la formulazione di ipotesi di predimensionamento strutturale, indagando il tema del rapporto tra forma e struttura in architettura. La presentazione di casi studio esemplari supporta le esercitazioni proposte nell’ambito delle attività di laboratorio. Scopo del corso di Strutture è avviare gli allievi alla consapevolezza degli aspetti costruttivi e strutturali nel progetto di architettura, coordinando da una parte i contributi proposti dai vari moduli del laboratorio e dall’altra quelli offerti dal corso di Statica. Il problema dell’interazione tra struttura e architettura sarà esaminato evidenziando la dialettica fra ottimizzazione della scelta strutturale e rispetto della soluzione architettonica.

 

Per quanto riguarda l'insegnamento di Tecnologia dell'architettura verrà affrontata, attraverso lezioni ed esercitazioni, la conoscenza dei principali aspetti costruttivi relativi all'involucro edilizio ed all'impiantistica con un occhio particolarmente attento alle strategie per il risparmio energetico e alla bioclimatica. Nella prima fase attraverso una sequenza di comunicazioni ed esercitazioni si tratteranno anche le principali normative quali quelle relative agli aspetti igienico sanitari e quelle sulle barriere architettoniche. Saranno inoltre proposte ricerche ed approfondimenti sui materiali e componenti proposti dal mercato di settore. Obiettivo del lavoro sarà sviluppare la capacità di coordinare e rendere coerenti i diversi piani (sia relativi alla tecnologia ma anche in riferimento alla composizione ed agli aspetti strutturali) del processo progettuale.


Prerequisiti

La successione della frequenza degli insegnamenti nel percorso formativo e l’ordine di verbalizzazione dei relativi esami deve seguire le precedenze indicate nel Regolamento del Corso di Studio.


Modalità di valutazione

La valutazione finale sarà frutto del lavoro sia di gruppo che individuale svolto durante l'anno.


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaMichele Caja, Ricostruzione critica come principio urbano e altri scritti, Editore: Aion, Anno edizione: 2017
Risorsa bibliografica obbligatoriaM. Caja, S. Malcovati, Berlino 1990-2010. La ricerca sull'isolato e sul quartiere, Editore: Lampi di Stampa/Il Libraccio, Anno edizione: 2009
Risorsa bibliografica obbligatoriaHans Stimmann, La Townhouse berlinese. Un esperimento tipologico/The Berliner Townhouse. A typological experiment, Editore: Libreria Cortina, Anno edizione: 2015
Note:

a cura di/edit by: S. Malcovati, M. Caja

Risorsa bibliografica obbligatoriaAldo Rossi, L'architettura della città , Editore: Marsilio (Padova), Anno edizione: 1966
Note:

The architecture of the City , MIT Press (Cambridge), 1984

Risorsa bibliografica obbligatoriaGiorgio Grassi, La costruzione logica dell'architettura, Editore: Franco Angeli, Anno edizione: 1967, ISBN: 9788846498953
Note:

engl. edit.: Architecture as craft, in: 9H, Cambridge (Mass.), 1989.

Risorsa bibliografica obbligatoriaE. Guagenti, F. Buccino, E. Garavaglia, G. Novati, Statica - Fondamenti di meccanica strutturale, Metodi di Analisi di strutture reali , Editore: Mc Graw-Hill, Anno edizione: 2008
Risorsa bibliografica obbligatoriaD.L. Schodek, Strutture, Editore: Pàtron, Anno edizione: 2008
Note:

Trad. a cura di/Transl by: D. Coronelli, L. Martinelli


Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
58:00
62:50
Esercitazione
38:00
41:10
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
0:00
0:00
Laboratorio Di Progetto
96:00
104:00
Totale 192:00 208:00

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano

Note Docente
schedaincarico v. 1.6.5 / 1.6.5
Area Servizi ICT
15/04/2021