logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2019/2020
Scuola Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni
Insegnamento 097366 - LABORATORIO DI COSTRUZIONE DELL'ARCHITETTURA
Docente Fianchini Maria , Tagliabue Lavinia Chiara
Cfu 12.00 Tipo insegnamento Laboratorio

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (1 liv.)(ord. 270) - MI (1094) PROGETTAZIONE DELL'ARCHITETTURAMIAAZZZZM097366 - LABORATORIO DI COSTRUZIONE DELL'ARCHITETTURA

Obiettivi dell'insegnamento

La forma didattica del laboratorio consente di mettere alla prova la capacità dello studente nell’applicare a temi concreti le conoscenze maturate all'interno degli insegnamenti.

Il Laboratorio di Costruzione dell’architettura intende promuovere, attraverso l’esperienza del progetto, la capacità di governare il sistema di relazioni che lega materiali, elementi costruttivi, tecniche esecutive, esigenze ambientali e funzionali, vincoli normativi, caratteristiche del contesto. A tal fine saranno assunti come riferimento e approfonditi progetti e realizzazioni in cui risulta particolarmente evidente il rapporto tra materiali, principi costruttivi e configurazione architettonica. Obiettivo del Laboratorio è l’esplorazione e l’acquisizione delle modalità di controllo delle regole che presiedono al dimensionamento degli spazi abitativi e alla loro definizione tipologico-distributiva in rapporto alle esigenze esplicite e implicite degli utenti e l’approfondimento della configurazione del sistema edilizio e degli elementi tecnologici ed impiantistici in termini di risposta coerente all’articolato quadro di requisiti da soddisfare.


Risultati di apprendimento attesi

Il Laboratorio propone un’esperienza di progetto applicata a un organismo di limitate dimensioni "a complessità controllata" con una costante attenzione alla realizzabilità costruttiva dell’opera. A conclusione dell’esperienza progettuale lo studente avrà maturato le competenze necessarie per individuare i criteri da assumere nella scelta delle opzioni tecniche disponibili. Sarà in grado di definire le alternative tipologiche e spaziali in coerenza con un sistema articolato di vincoli esigenziali, ambientali e con le relative scelte tecnologiche e costruttive. Avrà acquisito la capacità di affrontare il progetto ai diversi livelli di approfondimento e alle adeguate scale di rappresentazione fino allo sviluppo dei dettagli costruttivi studiati nella loro dimensione materica e nella verifica della loro realizzabilità.


Argomenti trattati

Il Laboratorio integra i contributi della disciplina caratterizzante di Tecnologia dell'architettura (M. Fianchini) con quelli di Fisica tecnica ambientale (L. C. Tagliabue).

Obiettivo del laboratorio è promuovere negli studenti sia la consapevolezza dell’impatto delle decisioni progettuali sul benessere delle persone, sul contesto insediativo e sull’ambiente, che la capacità di governare la complessità delle decisioni tecniche e funzionali nello sviluppo di un progetto di architettura, controllandone gli esiti complessivi.

Il tema del laboratorio è l’abitare sociale -rivolto a un gamma diversificata di utenti, da perseguire attraverso soluzioni residenziali tradizionali, temporanee  e di cohousing- e trova applicazione nell’ambito di progetti di trasformazione fisica, riuso funzionale e riqualificazione prestazionale di edifici esistenti dismessi, con originaria destinazione ad uffici, selezionati nell’ambito programma Ri-formare Milano o di altre iniziative affini.

 Le attività didattiche saranno, quindi, finalizzate all’apprendimento e alla sperimentazione delle conoscenze di base per:

- valorizzare le risorse naturali e antropiche, nell’impostazione complessiva e nello sviluppo delle diverse fasi del progetto;

- soddisfare bisogni abitativi e sociali, attraverso la definizione di soluzioni tipologico-distributive degli ambienti residenziali e degli spazi comuni;

-garantire la fattibilità tecnico-costruttiva, attraverso la selezione e la corretta applicazione di sistemi ed elementi tecnologici adeguati agli obiettivi di progetto;

-garantire il comfort ambientale, il contenimento dei consumi energetici in fase di produzione di gestione e la compatibilità ambientale delle soluzioni tecniche rispetto al ciclo di vita dell’organismo edilizio e dei componenti.

Il tema del contenimento dei consumi verrà affrontato sia a livello di gestione, durante la vita utile dell’edificio, che rispetto alla produzione dei materiali utilizzati (a monte della messa in opera). Verrà svolta, dunque, la valutazione della prestazione energetica della costruzione in periodo invernale ed estivo e la stima del contenuto energetico dei materiali utilizzati nell’edificio, a supporto delle scelte progettuali morfologiche, materiche e impiantistiche. Saranno, inoltre, valutati differenti sistemi di generazione di energia da fonti rinnovabili per l’integrazione del fabbisogno energetico su vari settori dell’edificio. In linea con la Direttiva Europea 2010/31/UE del 19/5/2010 sulla prestazione energetica nell’edilizia, l’intento è quello di fornire indicazioni e strategie per indirizzare la costruzione verso edifici a consumo “quasi” nullo.

L'attività didattica comprenderà: lezioni e seminari su tematiche pertinenti al tema di lavoro e a supporto del processo di sviluppo progettuale;  attività di tutoraggio in aula;  sviluppo di un iter progettuale, attraverso il lavoro in piccoli gruppi e con specifici approfondimenti individuali nelle diverse fasi; con verifiche degli avanzamenti alle diverse scale; eventuali visite/ sopralluoghi per approfondimenti in sito;  attività integrative extra orario di aula, da parte degli studenti, per lo studio, l'elaborazione grafica e la ricerca.

Sono previsti tre momenti di confronto seminariale durante l’attività laboratoriale, per la verifica dei lavori in rapporto agli obiettivi di avanzamento progettuale definiti (preliminare, definitivo, esecutivo), anche con la partecipassione di esperti esterni.

 

 


Prerequisiti

La successione della frequenza degli insegnamenti nel percorso formativo e l’ordine di verbalizzazione dei relativi esami deve seguire le precedenze indicate nel regolamento del Corso di Studio.


Modalità di valutazione

La valutazione finale avverrà in sede di esame, attraverso la presentazione da parte degli studenti degli elaborati relativi alle diverse attività del laboratorio. L'elenco degli elaborati da produrre verrà fornito all'avvio del Laboratorio.

L'esame potrà essere sostenuto in gruppo, ma la valutazione finale sarà individuale e terrà conto dei seguenti criteri di giudizio: adeguatezza delle soluzioni proposte all'insieme degli obiettivi assegnati; competenza disciplinare e capacità espositiva; completezza e cura degli elaborati.


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaBosio E., Sirtori W.,, Abitare. Il progetto della residenza sociale tra tradizione e innovazione, Editore: Maggioli editore, Anno edizione: 2010, ISBN: 978883875764X
Risorsa bibliografica obbligatoriaButera F. M., Architettura e ambiente. Manuale per il controllo della qualità termica, luminosa e acustica degli edifici., Editore: Etas, Anno edizione: 1995, ISBN: 9788845307768
Risorsa bibliografica facoltativaSassi P., Strategie per l'architettura sostenibile. I fondamenti di un nuovo approccio al progetto., Editore: Edizioni Ambiente, Anno edizione: 2008, ISBN: 9788889014714
Risorsa bibliografica facoltativaGiachino D. M., Legno. Manuale per progettare in Italia, Editore: Wolters Kluwer Italia, UTET Scienze Tecniche, Anno edizione: 2013, ISBN: 9788859810506
Risorsa bibliografica facoltativaKwok A.G., Grondzik W.T.,, The Green Studio Handbook Environmental strategies for schematic design, Editore: Elsevier, Anno edizione: 2007, ISBN: 978-0-7506-8022-6
Risorsa bibliografica facoltativaSzokolay S.V.,, Introduction to Architectural Science. The Basis of Sustainable Design, Editore: Elsevier, Anno edizione: 2008, ISBN: 978-0-7506-8704-1

Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
43:00
46:35
Esercitazione
29:00
31:25
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
0:00
0:00
Laboratorio Di Progetto
72:00
78:00
Totale 144:00 156:00

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
Possibilità di sostenere l'esame in lingua inglese
Disponibilità di supporto didattico in lingua inglese

Note Docente
schedaincarico v. 1.6.5 / 1.6.5
Area Servizi ICT
23/04/2021