logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2018/2019
Scuola Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni
Insegnamento 053222 - LABORATORIO DI ARCHITETTURA DELLE COSTRUZIONI COMPLESSE II
Docente Fanzini Daniele , Gallo Stampino Paola , Monestiroli Tomaso , Mpampatsikos Vassilis , Oliaro Paolo
Cfu 30.00 Tipo insegnamento Laboratorio
Didattica innovativa L'insegnamento prevede  2.0  CFU erogati con Didattica Innovativa come segue:
  • Soft Skills

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (Mag.)(ord. 270) - MI (1017) ARCHITETTURA - ARCHITETTURA DELLE COSTRUZIONICOSAZZZZA053222 - LABORATORIO DI ARCHITETTURA DELLE COSTRUZIONI COMPLESSE II

Obiettivi dell'insegnamento

Il Laboratorio di architettura delle costruzioni complesse 2 è il luogo dell’elaborazione teorica e sperimentale del progetto di architettura, e rappresenta, parallelamente al Laboratorio di architettura per la conservazione delle costruzioni complesse, l’esperienza centrale del secondo anno del corso di Laurea magistrale.

Si fonda sull’insegnamento di più discipline coordinate fra loro (la composizione architettonica e urbana, le strutture, gli impianti, i materiali innovativi, la tecnologia e la progettazione in ambiente BIM), che collaborano con il fine comune di affrontare la necessaria complessità del progetto di architettura: la sua definizione è il risultato sintetico del lavoro di Laboratorio.

Obiettivo dell’insegnamento è perciò consolidare le conoscenze teoriche, progettuali e tecniche dello studente, sperimentare la loro applicazione al progetto verificandone relazioni e influenze reciproche, accrescere le capacità critiche al fine di compiere scelte consapevoli e motivate. Tale approccio favorisce al contempo razionalità e immaginazione, capacità di comporre forma, funzione e costruzione in risultati unitari, portatori di nuove ragioni e significati. Tema centrale dell’insegnamento è l’approfondimento delle relazioni che intercorrono fra architettura e costruzione, fra aspetto espressivo e aspetto tecnico del progetto, coerentemente con la migliore tradizione delle scuole politecniche.

Il Laboratorio è annuale e conduce alla tesi di laurea, che è sviluppata autonomamente dallo studente – o dal gruppo di studenti, in numero massimo di 3 – dopo il sostenimento dell’esame a partire dagli elaborati prodotti.


Risultati di apprendimento attesi

Attraverso il lavoro di Laboratorio, che, parallelamente alla elaborazione del progetto, comprende lezioni delle diverse discipline, workshop e seminari, lo studente sarà in grado di raggiungere i seguenti risultati:

- attitudine a considerare l’architettura una attività della conoscenza e di trasformazione della realtà;

- approfondimento disciplinare nei campi della composizione architettonica e urbana, delle strutture e delle tecnologie, comprese quelle BIM;

- capacità di applicare le conoscenze disciplinari al progetto di architettura e di portarle a sintesi capacità critica e attraverso autonomia di giudizio;

- capacità di previsione, di organizzazione, di ordinamento e di controllo, spaziale;

- capacità di rappresentare, di comunicare e di argomentare le scelte e i risultati di progetto;

- capacità di esposizione del lavoro durante la sessione di laurea.


Argomenti trattati

Il principale tema di progetto del laboratorio di costruzioni complesse II sarà la costruzione di un centro sportivo a Sesto San Giovanni. Nello specifico ci si dovrà cimentare con la progettazione di un palazzetto per le  discipline agonistiche legate al pattinaggio sul ghiaccio (Hokey, pattinaggio artistico ecc) dotato di servizi per il pubblico e per gli atleti.

Le caratteristiche dimensionali dovranno rispettare quelle dettate dai regolamenti del CONI per consentire l'attività agonistica. Oltre al palaghiaccio, dovrà essere progettato un centro natatorio, anch'esso per attività agonistica, oltre a tutti i servizi annessi per consentire la fruibilità dell'intera struttura a tutta la collettività.

Il progetto sarà sviluppato alle diverse scale architettoniche a partire dalla scala urbana, dove dovranno essere affrontati i problemi distributivi e viabilistici legati all'accessibilità, fino ad approfondire le scale architettoniche di dettaglio costruttivo ed esecutivo.

Il progetto sarà sviluppato in costante collaborazione con le altre discipline per garantirne la compiutezza architettonica, strutturale, impiantistica e tecnologica. Una particolare attenzione sarà rivolta alla sperimentazione di materiali della costruzione innovativi e performanti e di tecniche costruttive coerenti alla contemporaneità.

Per quanto concerne la progettazione degli impianti l’obiettivo formativo è l’acquisizione della consapevolezza di quali dotazioni impiantistiche siano necessarie e di come debbano essere integrate in un progetto architettonico, nonché di come siano minimizzabili con una progettazione ottimizzata da un punto di vista energetico e di sfruttamento delle risorse naturali.
 
Verranno quindi trattati i seguenti argomenti:
 
- concetto di integrazione tra la progettazione architettonica e quella impiantistica ai fini di ottenere la miglior prestazione in termini di comfort ambientale ed efficienza energetica;
- impianti necessari, opzionali e (se possibile) da non prevedere nell’architettura, in funzione della destinazione d’uso, delle condizioni climatiche esterne, ecc.;
- principali tipologie impiantistiche, con particolare riguardo alla climatizzazione ambientale, e principali componenti necessari;
- dimensionamenti di massima degli impianti, in termini di occupazione di spazi e di principali caratteristiche aventi rilevanza energetica;
- sistemi ad energie rinnovabili;
- certificazione energetica.

TECNOLOGIA E PROGETTAZIONE IN AMBIENTE BIM
Nel corso delle lezioni teoriche ll modulo di insegnamento affronterà il tema del “performance based design” come strumento di controllo e indirizzo del progetto tecnologico. Le lezioni saranno organizzate in modo da essere di supporto allo svolgimento del tema progettuale proposto dal Laboratorio.

 


Prerequisiti

Laurea triennale nelle classi previste per l’ammissione alla Laurea Magistrale.

Superamento dell’esame di Laboratorio del primo anno di Laurea magistrale

 


Modalità di valutazione

L’esame è incentrato sulla esposizione del progetto, esito del Laboratorio, e delle ragioni che hanno condotto alla sua definizione, argomentate attraverso le conoscenze teoriche acquisite nelle diverse discipline.

Il progetto si svolge generalmente per piccoli gruppi composti di due-tre persone; le altre attività analitiche sono svolte singolarmente. Durante l’anno sono previste revisioni collettive del lavoro.

L’esame si svolge per gruppi; la valutazione è sempre singola.

L’esame finale è un momento significativo di argomentazione critica e di discussione del progetto, durante il quale lo studente deve dimostrare:

- coerenza fra obiettivi del progetto e risultati raggiunti;

- consapevolezza del metodo di lavoro e delle scelte compiute, profondità di argomentazione;

- capacità di lettura e di interpretazione dei contesti di applicazione e delle logiche di trasformazione;

- capacità di stabilire corrette relazioni fra le diverse componenti del progetto, in relazione agli obiettivi e ai problemi affrontati, in particolare fra le scelte tecniche e strutturali e quelle formali ed espressive;

- qualità, completezza, adeguatezza ed efficacia della rappresentazione – elaborati grafici, modelli tridimensionali, modellazione BIM;

- capacità di comunicare con chiarezza percorso svolto, problemi affrontati e risultati ottenuti;

- conoscenze teoriche acquisite nelle diverse discipline che compongono il Laboratorio.

- continuità di applicazione e progresso di apprendimento.

 


Bibliografia
Risorsa bibliografica facoltativaEtienne-Louis Boullée, Architettura. Saggio sull'arte, Editore: Einaudi, Torino, Anno edizione: 2005, ISBN: 8806173529
Risorsa bibliografica facoltativaAdolf Loos, Parole nel Vuoto, Editore, Editore: Adelphi, Milano, Anno edizione: 1992, ISBN: 8845909352
Risorsa bibliografica facoltativaHeinrich Tessenow, Osservazioni elementari sul costruire, Editore: Franco Angeli, Milano, Anno edizione: 1993, ISBN: 8820429101
Risorsa bibliografica facoltativaLudwig Hilberseimer, Mies van Der Rohe, Editore: Clup, Milano, Anno edizione: 1984, ISBN: 8870055949
Risorsa bibliografica facoltativaAntonio Monestiroli, La Metopa e il Triglifo, Editore: Laterza, Bari, Anno edizione: 2008, ISBN: 9788842066520
Risorsa bibliografica facoltativaC. Fontana, Il progetto e il committente: la pratica del briefing per la gestione del processo progettuale, Editore: Sistemi Editoriali, Napoli, Anno edizione: 2007
Risorsa bibliografica facoltativaG. Paganin, Guida alle tecniche di costruzione. Chiusure in muratura e calcestruzzo, Editore: Sistemi Editoriali, Napoli, Anno edizione: 2009
Risorsa bibliografica facoltativaG. Paganin, Guida alle tecniche di costruzione. Facciate leggere, Editore: Sistemi Editoriali, Napoli, Anno edizione: 2009
Risorsa bibliografica facoltativaG. Paganin, Guida alle tecniche di costruzione. Isolamento termico acustico e finiture interne, Editore: Sistemi Editoriali, Napoli, Anno edizione: 2009
Risorsa bibliografica facoltativaG. Paganin, Guida alle tecniche di costruzione. Coperture, Editore: Sistemi Editoriali, Napoli, Anno edizione: 2009
Risorsa bibliografica facoltativaJ.M. Khatib, Sustainability of Construction Materials, 2nd Edition, Editore: Woodhead Publishing, Anno edizione: 2016, ISBN: 978-0-08-100995-6
Risorsa bibliografica facoltativaJimmy C.M. Kao, Eds. Wen-Pei Sung, Ran Chen,, Green Building, Materials and Civil Engineering , Editore: CRC Press, Anno edizione: 2014, ISBN: 9781138026698
Risorsa bibliografica facoltativaMichael F. Ashby, Materials and the Environment, 2nd Edition, Eco-informed Material Choice, Editore: Butterworth-Heinemann, Anno edizione: 2012, ISBN: 9780123859716
Note:

eBook ISBN: 9780123859723

Risorsa bibliografica facoltativaMichael F. Ashby, Materials and Sustainable Development , Editore: Butterworth-Heinemann, Anno edizione: 2016, ISBN: 9780081001769
Note:

eBook ISBN: 9780128025628


Software utilizzato
Nessun software richiesto

Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
108:00
117:00
Esercitazione
72:00
78:00
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
0:00
0:00
Laboratorio Di Progetto
180:00
195:00
Totale 360:00 390:00

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
Disponibilità di materiale didattico/slides in lingua inglese
Disponibilità di libri di testo/bibliografia in lingua inglese
Possibilità di sostenere l'esame in lingua inglese
schedaincarico v. 1.6.9 / 1.6.9
Area Servizi ICT
05/12/2021