logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2018/2019
Scuola Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni
Insegnamento 053005 - LABORATORIO DI PROGETTAZIONE FINALE
Docente Bortolotto Susanna , Gasparoli Paolo , Zangheri Fabio
Cfu 12.00 Tipo insegnamento Laboratorio
Didattica innovativa L'insegnamento prevede  1.0  CFU erogati con Didattica Innovativa come segue:
  • Soft Skills

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (1 liv.)(ord. 270) - MI (1094) PROGETTAZIONE DELL'ARCHITETTURAMIAAZZZZP053005 - LABORATORIO DI PROGETTAZIONE FINALE

Obiettivi dell'insegnamento

Il Laboratorio di Progettazione finale fornisce un'esperienza progettuale complessa e multidisciplinare, accompagnata dall’approfondimento di alcune questioni specifiche che si pongono al centro della pratica, della cultura e del dibattito architettonico contemporaneo. Attraverso una sperimentazione progettuale che si differenzia nei diversi laboratori per temi e per scale di approfondimento affrontate, obiettivo comune è quello di sviluppare un'azione progettuale di sintesi che sappia coniugare l’argomentazione teorica del tema proposto con l'attività applicata fondata sulle capacità e sui contenuti acquisiti nel percorso triennale.

È prevista un’esperienza di didattica innovativa (1 cfu) dal titolo “Projectelling” finalizzata all’accrescimento delle capacità di comunicazione degli esiti dell’attività progettuale.


Risultati di apprendimento attesi

A valle dell’esperienza del Laboratorio lo studente matura la capacità di mettere a sistema le diverse conoscenze apprese negli anni precedenti e nell’esperienza laboratoriale stessa promuovendo la sinergia tra discipline scientifiche, tecnologiche, artistiche e umanistiche al fine di arricchire e di saper integrare gli ambiti di riferimento che devono essere considerati nell’attività progettuale.


Argomenti trattati

Il Laboratorio si avvale dei contributi delle discipline di Tecnologia dell’Architettura (Paolo Gasparoli 4 cfu), Fondamenti di progettazione per l’edilizia storica (Susanna Bortolotto, 4 cfu) e Rilievo per l’architettura (Fabio Zangheri, 4 cfu)
L’attività didattica del Laboratorio è orientata a far sperimentare la complessità del progetto sul costruito su un organismo edilizio esistente proposto dalla docenza.
Obiettivo formativo del Laboratorio è quello di promuovere negli studenti, attraverso l’esperienza del progetto, la capacità di governare il sistema di relazioni che lega, nel processo di configurazione dell'architettura, materiali, elementi costruttivi, tecniche esecutive, esigenze funzionali, assetti normativi, peculiarità del contesto. Ciò all’interno di una prospettiva culturale che nel processo di definizione di riuso o riqualificazione dell’organismo architettonico, ai diversi livelli e alle diverse scale di approfondimento, considera l’attività progettuale come elemento regolatore della complessità in cui centrale è il tema della gestione della trasformazione. In questa logica è essenziale che gli studenti acquisiscano la capacità di sviluppare consapevoli dosaggi di attività di conservazione e attività di trasformazione a partire dalla valutazione dei valori rappresentati o leggibili sull’edificio e con l’obiettivo di corrispondere al quadro esigenziale espresso dall’utenza, ma entro logiche di compatibilità delle funzioni insediate.
In questa prospettiva, le attività organizzate all’interno del Laboratorio sono finalizzate all’apprendimento, all’approfondimento e alla sperimentazione, attraverso l’azione progettuale, delle conoscenze di base necessarie al rilievo e alla rappresentazione del costruito alle varie scale, alla conoscenza dei materiali e delle tecniche costruttive storiche, al dimensionamento degli spazi, alla loro definizione tipologico-distributiva ed al controllo delle principali opzioni relative al sistema ed agli elementi tecnologici sotto il profilo morfologico, dimensionale, funzionale, del dettaglio costruttivo.
Gli studenti saranno guidati, in un graduale processo di acquisizione e di applicazione degli strumenti metodologici ed operativi necessari, allo sviluppo del progetto inteso nella sua dimensione di realizzabilità costruttiva.
Attraverso comunicazioni della docenza ed esercitazioni guidate, finalizzate all’acquisizione di adeguate capacità di analisi e sintesi, verranno sviluppati approfondimenti riferibili ai seguenti aspetti del progetto:
-       interpretazione di progetti e realizzazioni di valore paradigmatico, approfonditi nel rapporto tra materiali, tecniche costruttive, logiche produttive, contesti ambientali e nella relazione che lega i principi costruttivi al linguaggio architettonico;
-       acquisizione degli strumenti e delle abilità pratiche di rilievo e rappresentazione dell’architettura con particolare riferimento sia ai tradizionali metodi diretti, sia ai più recenti metodi indiretti quali scansione laser tridimensionale e fotogrammetria digitale;
-       assunzione di un sistema articolato di vincoli a partire dall’individuazione del contesto normativo di riferimento e delle esigenze fondamentali a cui il progetto deve corrispondere;
-       definizione e selezione delle alternative spaziali e tecno-tipologiche in relazione al rapporto tra esigenze, requisiti e prestazioni;
-       configurazione di alcuni aspetti del progetto esecutivo portato sino al dettaglio, indagato nella sua dimensione materica, come strumento di attuazione e costruzione dell’architettura e di verifica della realizzabilità;
-       corretta rappresentazione del progetto alle diverse scale, nei suoi diversi livelli di approfondimento in relazione alle differenti esigenze di conoscenza, comunicazione e verifica.


Prerequisiti

La successione della frequenza degli insegnamenti nel percorso formativo e l’ordine di verbalizzazione dei relativi esami deve seguire le precedenze indicate nel regolamento del Corso di Studio.


Modalità di valutazione

L'esito dell'attività laboratoriale sarà definito attraverso tre momenti di valutazione intermedi, definiti dal calendario stabilito dalla docenza.

Il voto finale, che sarà riferito al singolo studente indipendentemente dalla appartenenza o meno ad un gruppo, terrà conto del livello di consapevolezza e di maturità raggiunto, verificato attraverso un colloquio orale. Terrà conto, inoltre, della regolarità nello svolgimento delle diverse fasi progettuali e considererà, anche entro valutazioni che saranno necessariamente di tipo comparativo, la completezza e la correttezza degli elaborati progettuali prodotti; la rispondenza delle soluzioni progettuali adottate alle richieste della docenza; il livello di efficienza e di efficacia nella rappresentazione; la qualità delle soluzioni progettuali anche in relazione alle scelte compositive ed espressive, alla coerenza del linguaggio formale, delle scelte materiche e strutturali adottate, in specie nelle relazioni tra esistente e nuova costruzione.


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaPaolo Gasparoli, Cinzia Talamo, Manutenzione e recupero, Editore: Alinea, Anno edizione: 2006
Risorsa bibliografica obbligatoriaChristian Campanella, Il rilievo degli edifici, Editore: Dario Flaccovio, Anno edizione: 2017
Risorsa bibliografica obbligatoriaPaolo Gasparoli, Le superfici esterne degli edifici, Editore: Alinea, Anno edizione: 2002
Risorsa bibliografica obbligatoriaGiovanni Carbonara, Trattato di Restauro architettonico, Editore: UTET, Anno edizione: 1996
Risorsa bibliografica obbligatoriaStefano Musso, Recupero e restauro degli edifici storici, Editore: EPC Libri, Anno edizione: 2004

Software utilizzato
Nessun software richiesto

Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
43:00
46:34
Esercitazione
29:00
31:25
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
0:00
0:00
Laboratorio Di Progetto
72:00
78:00
Totale 144:00 155:59

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano

Note Docente
schedaincarico v. 1.6.9 / 1.6.9
Area Servizi ICT
04/12/2021