logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2018/2019
Scuola Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni
Insegnamento 053005 - LABORATORIO DI PROGETTAZIONE FINALE
Docente Dell'Orto Chiara , Redaelli Francesco , Tacchini Giulia
Cfu 12.00 Tipo insegnamento Laboratorio
Didattica innovativa L'insegnamento prevede  1.0  CFU erogati con Didattica Innovativa come segue:
  • Soft Skills

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (1 liv.)(ord. 270) - MI (1094) PROGETTAZIONE DELL'ARCHITETTURAMIAAZZZZB053005 - LABORATORIO DI PROGETTAZIONE FINALE

Obiettivi dell'insegnamento

Il Laboratorio di Progettazione finale fornisce un'esperienza progettuale complessa e multidisciplinare, accompagnata dall’approfondimento di alcune questioni specifiche che si pongono al centro della pratica, della cultura e del dibattito architettonico contemporaneo. Attraverso una sperimentazione progettuale che si differenzia nei diversi laboratori per temi e per scale di approfondimento affrontate, obiettivo comune è quello di sviluppare un'azione progettuale di sintesi che sappia coniugare l’argomentazione teorica del tema proposto con l'attività applicata fondata sulle capacità e sui contenuti acquisiti nel percorso triennale.

È prevista un’esperienza di didattica innovativa (1 cfu) dal titolo “Projectelling” finalizzata all’accrescimento delle capacità di comunicazione degli esiti dell’attività progettuale.


Risultati di apprendimento attesi

A valle dell’esperienza del Laboratorio lo studente matura la capacità di mettere a sistema le diverse conoscenze apprese negli anni precedenti e nell’esperienza laboratoriale stessa promuovendo la sinergia tra discipline scientifiche, tecnologiche, artistiche e umanistiche al fine di arricchire e di saper integrare gli ambiti di riferimento che devono essere considerati nell’attività progettuale.


Argomenti trattati

Il laboratorio propone un’esperienza di progettazione che muove dalla costruzione della città e degli insediamenti, dove il progetto di architettura è declinato da una strategia d’intervento di ampio respiro, trasgredendo un presunto codice della disciplina compositiva che delimita a priori i suoi strumenti e i suoi interessi all’interno di ambiti di competenza precostituiti.

L’approfondimento del rapporto con la storia, le operazioni di gerarchizzazione di un insediamento rispetto ai gradi dell’accessibilità, la definizione di un programma di attività riferito ad una strategia di sviluppo complessiva, verranno considerati facenti parte del corpus disciplinare della composizione architettonica.

La riqualificazione di alcune aree industriali dismesse lungo la direttrice del nord-est milanese rilevanti per condizioni di accessibilità, assetto insediativo e di paesaggio, viene perseguita attraverso l'innesto di nuove attività culturali, sportive e del tempo libero.

Sì propone la riqualificazione dell'area dell'ex macello comunale e del mercato ortofrutticolo di Monza, posta tra il centro storico della città ed il canale Villoresi, anche attraverso il coinvolgimento e la reinvenzione tipologica dei manufatti storici esistenti.

Il bando internazionale per progetti urbani Reinventing Cities, bando internazionale per progetti urbani che coinvolge 19 città, ed il dibattito in corso sulla trasformazione urbanistica delle aree ferroviarie dismesse milanesi (Accordo di Programma tra Comune, Regione Lombardia, FS con Circle Line, anello verde con funzione di ricucire il tessuto urbano anche con mobilità sostenibile) (5 studi internazionali nel 2017), consentono di proporre quale secondo tema di progetto la riqualificazione dell'area dello scalo ferroviario di Milano Greco, anche attraverso la ricucitura dell'insediamento di Bicocca, con i suoi servizi universitari e culturali (Arcimboldi, Hangar Bicocca), con lo storico quartiere di Precotto.

 

Moduli didattici

- Composizione architettonica - Prof. Francesco Redaelli, 4 CFU

Il confronto fra trasformazioni attuali e quadri storici indagati e ricostruiti attraverso strumenti interpretativi appropriati, consentirà di risalire all’identità strutturale dell’ambito di studio.

La riappropriazione progettuale di una densità della figurazione espressa dal divenire storico del contesto in esame, a confronto con un patrimonio di progetti significativi della storia dell’architettura e del panorama architettonico internazionale, dovrà infine consentire agli studenti la riproposizione di nuove sequenze di composizione e differenti quadri di paesaggio all’interno del progetto di architettura.

- Progettazione urbanistica - Prof.ssa Giulia Tacchini, 4 CFU

Il modulo didattico di Progettazione urbanistica è dedicato a formare consapevolezza critica dei contenuti e delle procedure del progetto microurbanistico, inteso come progetto alla scala urbana. Le lezioni ex cathedra forniranno agli studenti, oltre alle nozioni di base, un compendio di definizioni teoriche, che permettano di superare l’aspetto pratico-manualistico dell’urbanistica, e coniugare la riflessione teorica sul paesaggio urbano con la definizione e l’uso di strumenti disciplinari appropriati (Piano di Governo del Territorio e Piano Attuativo). Obiettivi del corso sono: l’applicazione degli strumenti urbanistici ai temi progettuali, l’elaborazione di una tavola di inquadramento descrittiva del paesaggio urbano in cui si interviene, e la composizione di spazi aperti coerenti con il progetto e con il contesto.

- Modellazione digitale - Prof.ssa Branka Cuca, 4 CFU

Il modulo didattico di Modellazione Digitale è dedicato ad acquisizione ed approfondimento dei metodi e strumenti per l’inquadramento, il rilevamento e la restituzione grafica di modelli bi- tridimensionali dello spazio.

Oltre alla modellazione con strumenti e metodi digitali, sono previste le attività che riguarderanno la apprendimento della disciplina cartografica, in particolare di mappe storiche e catastali e il loro uso rispetto alla cartografia tecnica attuale. L’attenzione alla dimensione cartografica del territorio ha l’intenzione di fornire una maggiore consapevolezza verso la trasformazione del paesaggio e paesaggio urbano dell’area di studio e fornire l’indispensabile supporto all’azione di ricerca progettuale.

 

Modalità di svolgimento del laboratorio

Il laboratorio, pur proponendo un percorso didattico autonomo, si pone in continuità diretta con il laboratorio di progettazione architettonica 3 coordinato dal prof. Francesco Redaelli, del quale costituisce il possibile completamento ed approfondimento dell'esperienza progettuale svolta nel primo semestre.

I moduli di Composizione architettonica, Progettazione urbanistica e Modellazione digitale perseguono inoltre un fattivo coordinamento all’interno del laboratorio.

Il progetto proposto all'interno del laboratorio verrà sviluppato in gruppo (composto indicativamente da due-tre studenti), per quanto concerne l'inquadramento urbano (scala 1:5000) e l'impianto planivolumetrico (scala 1:500-1:1000), e singolarmente per quanto riguarda il progetto architettonico di una singola funzione (scala 1:200), tra quelle proposte all'interno del laboratorio.

L’insegnamento si articola in lezioni ex cathedra, revisioni ai tavoli, momenti di verifica e discussioni collettive dei materiali di analisi e di progetto prodotti dagli studenti.

 

Bibliografie specifiche saranno fornite nel corso del laboratorio.

 


Prerequisiti

La successione della frequenza degli insegnamenti nel percorso formativo e l’ordine di verbalizzazione dei relativi esami deve seguire le precedenze indicate nel regolamento del Corso di Studio.


Modalità di valutazione

L'esame riguarderà la discussione e la valutazione del progetto sviluppato in parte in gruppo, per quanto concerne l'inquadramento urbano e l'impianto planivolumetrico, ed in parte singolarmente, per quanto riguarda il progetto architettonico di una singola funzione.


Bibliografia
Risorsa bibliografica facoltativaFrancesco Redaelli, Paesaggi della dispersione e città dell'architettura. L'intersezione dell'asse del Sempione con il corso superiore del Ticino, Editore: Libreria CLUP, Anno edizione: 2004
Risorsa bibliografica facoltativaF.Acuto, L.S.D'Angiolini, Un'altra prassi urbanistica. Scritti 1956-1995, Editore: Maggioli, Anno edizione: 2012
Risorsa bibliografica facoltativaE.Turri, Megalopoli padana, Editore: Marsilio, Anno edizione: 2000
Risorsa bibliografica facoltativaA. Corboz, l territorio come palinsensto, in: Ordine sparso. Saggi sull'arte, il metodo, la città e il territorio, Editore: Franco Angeli, Anno edizione: 1983
Risorsa bibliografica facoltativaG.Di Marco, Simplified complexity. Metodo per la modellazione NURBS avanzata con Rhinoceros, Editore: Le Penseur, Anno edizione: 2017
Risorsa bibliografica facoltativaAA.VV., Un tesoro ritrovato. Dal rilievo alla rappresentazione, Editore: Gengemi editore, Anno edizione: 2010
Risorsa bibliografica facoltativaAA.VV., Recommendation on the Historic Urban Landscape, Editore: UNESCO, Anno edizione: 2011

Software utilizzato
Nessun software richiesto

Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
43:00
46:34
Esercitazione
29:00
31:25
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
0:00
0:00
Laboratorio Di Progetto
72:00
78:00
Totale 144:00 155:59

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano

Note Docente
schedaincarico v. 1.6.9 / 1.6.9
Area Servizi ICT
04/12/2021