logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2018/2019
Scuola Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni
Insegnamento 052972 - LABORATORIO TEMATICO
Docente Bellini Oscar Eugenio , Pierini Orsina Simona , Salsa Eleonora
Cfu 14.00 Tipo insegnamento Laboratorio
Didattica innovativa L'insegnamento prevede  1.0  CFU erogati con Didattica Innovativa come segue:
  • Soft Skills

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (Mag.)(ord. 270) - MI (1217) ARCHITETTURA E DISEGNO URBANO - ARCHITECTURE AND URBAN DESIGNADUAZZZZF052972 - LABORATORIO TEMATICO

Obiettivi dell'insegnamento

Il Laboratorio propone agli allievi un’esperienza complessa, nella quale convergono operativamente le diverse componenti del progetto di architettura: da quelle contestuali, alle quelle tipologiche e funzionali, a quelle costruttive, espressive e formali. Al centro è la dimensione conoscitiva dell’impegno progettuale nel rapporto con la realtà.  A tale scopo gli allievi sono guidati: in primo luogo a conoscere e interpretare il contesto di applicazione del progetto, orientarsi nel dibattito intorno alle alternative di intervento tese a governare le trasformazioni insediative in atto, stabilire specifiche correlazioni fra architettura e struttura insediativa; in secondo luogo a compiere una ricerca sperimentale intorno a tipologie e figure, correlando fra loro composizione architettonica, progettazione architettonica e caratteristiche tecniche dei manufatti. 

L’insegnamento ha come obbiettivo il progetto di un organismo architettonico sviluppato alle diverse scale, dal disegno alla scala urbana fino a quello di dettaglio, controllandone il processo di definizione formale in rapporto alle tecniche e ai materiali adottati, e al programma funzionale.

Nell’ambito del progetto, viene affrontata la concezione del sistema strutturale in presenza di azioni sismiche, che acquisisce particolare interesse in quanto richiede di individuare un efficace sistema di controvento e di organizzare, in generale, un sistema resistente tridimensionale, con caratteristiche di regolarità in pianta e in elevazione.


Risultati di apprendimento attesi

Lo studente:

- conosce e comprende le tecniche e gli strumenti del progetto di architettura;

- conosce e comprende i principi dell’ingegneria strutturale sismica;

- è in grado di compiere un’impostazione critica a tutte le scale necessarie di un progetto di architettura con gradi avanzati di specializzazione e approfondimento;

- è in grado di compiere un’analisi critica dei luoghi e dei contesti nello stretto rapporto fra edificio e città, storia e gusto, tecnica e funzione dell’architettura;

- è in grado di elaborare soluzioni progettuali coerenti con il luogo e il contesto, anche in ambiti urbani complessi;

- è in grado di applicare i principi dell’ingegneria strutturale sismica nel progetto di architettura.


Argomenti trattati

Il progetto sarà per lo studente il luogo in cui far confluire le esperienze e la conoscenza sulla città, sull’architettura, sul linguaggio architettonico, ma anche il proprio pensiero e posizione rispetto alla società in cui si troverà ad operare. Il laboratorio risponde a questo duplice compito, l’uno tutto interno alla disciplina architettonica, di fornire allo studente gli strumenti compositivi, il secondo, invece, proiettato alla comprensione del contesto, locale e culturale di riferimento. In questo senso il laboratorio di progettazione sarà il luogo della sperimentazione in vitro di quanto verrà poi consolidato dalla realtà della professione.

All’interno del laboratorio sarà infatti affrontato il progetto d’architettura come unità di parti complesse: dal sistema costruttivo interno, fino al sistema di relazioni che il singolo edificio stabilisce nel suo collocarsi in un brano urbano. La consapevolezza della coerenza interna del progetto, così come il controllo sulle scelte che vincolano il progetto al contesto saranno per lo studente il risultato di scelte personali affinate con gli strumenti che il laboratorio fornisce.

Struttura didattica

Il laboratorio prevede lezioni ex-cathedra, integrate con seminari di approfondimento di opere architettoniche o di scritti teorici, nonché la formazione di gruppi di lavoro e revisione in aula.

Il laboratorio si articolerà con una parte teorica, fondata su lezioni analitiche sugli esempi più significativi del contemporaneo, e una parte pratica, che prevede una esercitazione progettuale urbana, l’una come approfondimento dell’altra.

In questo senso le lezioni cercheranno di volta in volta di chiarire le questioni del progetto contemporaneo e in particolare di formare una consapevolezza dello studente sul rapporto con l’idea di città, di luogo, ma soprattutto nel confronto con la storia, con la tecnica, con lo spazio dell’abitare.

Contenuti del corso

Attraverso la lettura dei progetti dell’architettura contemporanea, saranno dunque viste le diverse componenti del progetto: nell’analisi delle opere, si seguirà in particolar modo la specificità del singolo nella definizione di una poetica compositiva personale, ricercata nell’uso dei riferimenti, nelle scelte formali del progetto e nella loro coerenza con il proprio contesto culturale, ma anche nell’idea costruttiva e nella scelta dei materiali utilizzati. La coerenza della strategia scelta, del tema individuato e della sua declinazione materica sarà sempre confrontato con il contesto in cui il progetto si va a collocare.

Il tema progettuale affrontato sarà un sistema urbano complesso: i temi di abitazione-lavoro, abitazione-edificio collettivo, abitazione-spazio pubblico, abitazione-paesaggio, saranno infatti le questioni che il progetto sperimenterà in un preciso contesto da leggere e interpretare. In questo senso non si vuole vedere il progetto come un ulteriore oggetto isolato nella straniante città contemporanea, bensì come il luogo dove più funzioni e modi d’abitare possano divenire un sistema complesso di relazioni spaziali.

Complementi di progettazione architettonica, Salsa Eleonora 

Il corso mira a fornire strumenti e riferimenti che raccontino il rapporto tra architettura e città, in stretta relazione con lo sviluppo del tema del laboratorio.
In particolare, le lezioni approfondiranno: l'idea di scala, intesa come strumento di controllo compositivo sia a livello urbano che architettonico; gli spazi di mediazione tra spazio domestico e spazio urbano come ricerca di una dimensione di comfort dell'abitare in senso ampio; il tema della materialità dell'edificio ed in generale la questione del linguaggio (e della cura del dettaglio costruttivo) come specifica risposta ad un tipo di spazialità e di contesto.

COSTRUZIONE DELLE OPERE DI ARCHITETTURA, Bellini Oscar Eugenio


Prerequisiti
 

Modalità di valutazione

L’esame avverrà in due fasi: un primo colloquio orale, durante l'anno, dove verrà verificata la conoscenza degli argomenti trattati in aula e la bibliografia obbligatoria + 1 libro a scelta tra i facoltativi.
Verranno verificati: Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding) e Capacità di applicare conoscenza e comprensione (applying knowledge and understanding)
A conclusione del corso, ci sarà invece la discussione sul progetto, in cui lo studente è tenuto a sostenere e motivare le scelte interpretate nel proprio lavoro. Verranno giudicati quindi l'Autonomia di giudizio (making judgements) e le Abilità comunicative (communication skills).
Alla valutazione della Capacità di apprendimento (learning skills) concorreranno i voti delle esercitazioni proposte durante l'anno, l'esame bibliografico e la presentazione e discussione del progetto.


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoria www.paquebot.eu
Note:

Sito di Laboratorio e Raccolta di casi studio sulla residenza

Risorsa bibliografica obbligatoriaBruno Melotto, Orsina Simona Pierini, Housing Primer, Editore: Maggioli, Anno edizione: 2012
Risorsa bibliografica obbligatoriaEleonora Salsa, La dimensione del comfort urbano, Editore: Maggioli, Anno edizione: 2014
Risorsa bibliografica obbligatoriaFern¡ndez Per, Aurora; Mozas, Javier; Arpa, Javier,, 10 Stories of Collective Housing, Graphical analysis of inspiring masterpieces, , Editore: Editore: A+T, Anno edizione: 2011
Risorsa bibliografica obbligatoriaCarlos Marti Aris, Le variazioni dell'identita, Editore: Clupcitta studi, Anno edizione: 1990
Risorsa bibliografica facoltativaOrsina Simona Pierini, Alessandro Isastia, Case Milanesi 1923-1973, Editore: Hoepli, Anno edizione: 2017
Risorsa bibliografica facoltativaGeorge Perec, Specie di spazi
Risorsa bibliografica facoltativaAlberto Campo Baeza, Principia arquitectonica, Editore: Christian Marinotti edizioni, Anno edizione: 2017

Software utilizzato
Nessun software richiesto

Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
50:00
54:10
Esercitazione
34:00
36:49
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
0:00
0:00
Laboratorio Di Progetto
84:00
91:00
Totale 168:00 181:59

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano

Note Docente
schedaincarico v. 1.6.8 / 1.6.8
Area Servizi ICT
21/09/2021