logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2018/2019
Scuola Scuola del Design
Insegnamento 052892 - LABORATORIO DI METAPROGETTO
Docente Elgani Elena Mariele , Scullica Francesco
Cfu 12.00 Tipo insegnamento Laboratorio
Didattica innovativa L'insegnamento prevede  2.0  CFU erogati con Didattica Innovativa come segue:
  • Blended Learning & Flipped Classroom
  • MOOC

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Des (1 liv.)(ord. 270) - BV (1087) DESIGN DEGLI INTERNII2AZZZZA052892 - LABORATORIO DI METAPROGETTO

Obiettivi dell'insegnamento

Il Laboratorio prevede un percorso metodologico di ricerca con analisi, definizione degli obiettivi, generazione del concept e suo sviluppo fino ad arrivare ad un progetto definito in tutte le sue componenti principali. Tale approccio consente l'acquisizione da parte degli studenti di conoscenze specifiche e di strumenti per l'attività metaprogettuale. Sono previste lezioni teoriche e attività pratiche propedeutiche allo sviluppo di un concept di progetto, concernenti l'osservazione e l'interpretazione della relazione artefatto-utente-contesto e l'esplorazione di nuove opportunità progettuali.
Nello svolgimento delle attività di Laboratorio saranno impiegate modalità innovative di conduzione della didattica, in particolare saranno utilizzati MOOC.


Risultati di apprendimento attesi

Lo studente:
- conosce e comprende metodologie e strumenti per impostare, in sintonia con gli obiettivi di una specifica richiesta di progetto, un processo di ricerca a supporto dei processi progettuali;
- sa definire concept di progetto e contestualizzare il progetto in un quadro di riferimento, culturale, economico e sociale;
- in autonomia e in gruppo imposta il processo di ricerca a sostegno del progetto, opera scelte progettuali e comunica il progetto, sviluppando attitudini alla negoziazione, al teambuilding, all'assunzione di leadership e alla gestione del conflitto


Argomenti trattati

Viaggiare, lavorare e vivere: l’interior design per la definizione di nuovi scenari per i nuovi spazi "ibridi" della contemporaneità.

Travelling, working and living: Interior design for new scenarios between work and hospitality

 

La crescente mobilità degli individui è ormai un aspetto caratterizzante la società contemporanea che induce la diffusione di stili di “vita mobili”, fondati sia sullo spostamento fisico che sulla flessibilità e adattabilità a situazioni e luoghi, soprattutto in ambito lavorativo e culturale (come avviene per tutti coloro che per svolgere la propria attività professionale hanno necessità di spostarsi, o per coloro che trascorrono periodi di studio lontano da dove abitano o per studiare hanno necessità di spostamenti pendolari). Di conseguenza gli spazi deputati ad accogliere professionisti, ma anche gli studenti e tutti i lavoratori della conoscenza, spesso “in transito” nelle grandi città, così come gli spazi ospitali, acquistano rilievo, amplificato dalle progressive trasformazioni in entrambi gli ambiti. Il laboratorio intende indagare gli spazi delle attività professionali dei lavoratori della conoscenza e gli spazi dell’ospitalità, fino ad interazioni con altre tipologie e forme di spazi- servizi con questi complementari,  al fine di identificare e progettare nuove spazialità ibride, sviluppate dalla sovrapposizione tra il settore ricettivo, gli spazi per il lavoro/studio, e altri eventuali sistemi di spazi servizi,  codificando i nuovi processi che permettono di definire una dimensione ospitale. Questo tema viene sviluppato anche in relazione ad attività di ricerche svolte e in corso di completamento con cui si potranno avere momenti di interazione. 

Mella parte esercitativa si affronteranno differenti tipologie di interni esistenti da analizzare e convertire in spazi "ibridi"
Una parte teorica, di lezioni e seminari, tratterà il tema dell'interior design  in relazione ad una serie di “punti di vista” diversi per affrontare i temi proposti a livello esercitativo progettuale e all’acquisizione di metodologie di approccio progettuale per il design degli interni (dalla concezione di metaprogetto, all’evoluzione degli spazi interni e a casi studio significativi, e alla problematiche progettuali, fino a questioni di “dettaglio” materico e arredativo).

Le tematiche progettuali riguarderanno lo sviluppo di un concept per nuove concept di spazi  destinate ai fruitori di uno specifico contesto, attratti dall’area con differenti finalità.

Il laboratorio si articolerà in alcune fasi significative: 

- analisi delle forme di ibridazione fra lavoro, ospitalità e altre tipologie di spazi eventuali

- analisi dell’area e delle sue caratteristiche anche in relazione ad una lettura del fenomeno turistico che riguarda il contesto europeo, e in particolare Milano e la sua area metropolitana;

- individuazione di utenti/target significativi e di committenze eventuali;

- raccolta di casi studio significativi, brain storming pre-progettuali

- analisi dei trend con riferimento all'interior design, in relazione a fattori sociali, teconomici, comportamentali, culturali, ....

-  individuazione di concept innovativi con riferimento a diverse forme e formule di strutture per l’ospitalità da proporsi nell’area oggetto di attenzione progettuale; 

- sviluppo dei concept individuati e loro declinazione, soprattutto con riferimento ad alcuni spazi specifici.

- Presentazioni intermedie e finali degli stati di avanzamento e delle proposte finali (esame finale), attraverso la redazione di tavole, video e modelli di dettaglio.

L’insegnamento prevede inoltre una componente di didattica innovativa, erogata tramite il MOOC "Introducing Metadesign" appositamente predisposto per i Laboratori di Metaprogetto: gli studenti fruiranno dei contenuti online e approfondiranno in modo autonomo gli argomenti specifici trattati dai video.

 

Bilbiografia 
F. Scullica, G. Del Zanna, R. Co, Curarsi lontano da casa, Franco Angeli, Milano, 2015. 

E. Elgani, F. Scullica, “Hotels Interior Spaces: an example of cross fertilization” in The Virtuous Circle. Design culture and experimentation. Cumulus Conference, Milano 2015 Proceedings, Politecnico di Milano.

F. Scullica, “La Nuova Ospitalità”, Ottagono, n. 270 maggio 2014, Bologna.

P. L. Sacco, B. Sordini, Beatrice, M. R. Fossati, “La cultura dell’accessibilità”, n.895 Domus, 2014.

G. Bosoni, A. Rebaglio, F. Scullica, a cura di, The contemporary Interior Landscape. Milano, Abitare /RCS media group. (with English and Italian text), 2012.

 S. Piardi, S. Tieghi, V. Natile, Office Design, Smart Organization & Layout: dall’analisi al progetto, Franco Angeli, Milano, 2012.

F. Scullica, G. Del Zanna, M.R. Fossati, Human Hotel Design, Franco Angeli, Milano, 2012.

F. Scullica , “Office design. L'ufficio nello scenario contemporaneo”, US- Ufficio Stile, 2012.

F. Scullica, “Decoding hospitality”. Code 19, September, 2012.

I. Inti, V. Inguaggiato “ Riuso temporaneo” in Territorio n.56, Milano, Franco Angeli, 2011.

F. Scullica, “Star Studded Hotel Heaven”. Domus 949, Special Report Hotels, luglio-agosto. (with English and Italian text), 2011.

ulteriori contenuti bibliografici  specifici verranno forniti durante il corso in relazione alle varie lezioni ed esercitazioni, 

 


Prerequisiti

Per accedere alla frequenza del Laboratorio di 2° anno è richiesto il superamento di tutti  i Laboratori di 1° anno.


Modalità di valutazione

Gli studenti saranno valutati sulla base del loro percorso didattico nell'ambito del corso laboratorio, attraverso la loro partecipazione attiva alle diverse attività proposte: lezioni, esercitazioni, visite, seminari,. e sulle valutazioni ricevute durante alcune prove/verifiche; nell'elaborazione della valutazione finale si farà riferimento sia alla "quantità" di lavoro svolto ma anche alla sua "qualità" e "innovazione" rispetto al tema assegnato, nonchè anche alla corretta rappresentazione e comunicazione dei contenuti delle diverse esercitazione e dell'elaborato finale d'esame.

Gli studenti lavoreranno in gruppi di lavori; tuttavia al fine di comprendere e valutare correttamente i singoli soggetti potranno essere programmate delle prove individuali: test, domande, extempore progettuali, tesine di ricerca,...


Bibliografia

Software utilizzato
Nessun software richiesto

Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
80:00
120:00
Esercitazione
20:00
30:00
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
6:00
9:00
Laboratorio Di Progetto
14:00
21:00
Totale 120:00 180:00

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
Disponibilità di libri di testo/bibliografia in lingua inglese
Possibilità di sostenere l'esame in lingua inglese
Disponibilità di supporto didattico in lingua inglese

Note Docente
Si raccomanda la frequenza al corso sia per quanto rigurda le attività inerenti le lezioni e i seminari e sia le esercitazioni; l'aula si configura inoltre non solo come spazio deputato per i momenti di lezione e presentazione, verifica e valutazione degli stati esercitativi, ma come luogo di interscambio fra docenti e studenti e fra studenti e studenti, con un alto valore "relazionale" complementare ai contenuti didattici ed esercitativi erogati.
schedaincarico v. 1.6.8 / 1.6.8
Area Servizi ICT
23/09/2021