logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2018/2019
Scuola Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni
Insegnamento 051610 - LABORATORIO DI PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA
Docente Brenner Klaus Theo , Chesi Claudio , Corradi Emilia
Cfu 14.00 Tipo insegnamento Laboratorio

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (Mag.)(ord. 270) - MI (1217) ARCHITETTURA E DISEGNO URBANO - ARCHITECTURE AND URBAN DESIGNADUAZZZZB051610 - LABORATORIO DI PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA

Obiettivi dell'insegnamento

Il Laboratorio propone agli allievi un’esperienza complessa, nella quale convergono operativamente le diverse componenti del progetto di architettura: da quelle contestuali, alle quelle tipologiche e funzionali, a quelle costruttive, espressive e formali. Al centro è la dimensione conoscitiva dell’impegno progettuale nel rapporto con la realtà. A tale scopo gli allievi sono guidati: in primo luogo a conoscere e interpretare il contesto di applicazione del progetto, orientarsi nel dibattito intorno alle alternative di intervento tese a governare le trasformazioni insediative in atto, stabilire specifiche correlazioni fra architettura e struttura insediativa; in secondo luogo a compiere una ricerca sperimentale intorno a tipologie e figure, correlando fra loro composizione architettonica, progettazione architettonica e caratteristiche tecniche dei manufatti. 

L’insegnamento ha come obbiettivo il progetto di un organismo architettonico sviluppato alle diverse scale, dal disegno alla scala urbana fino a quello di dettaglio, controllandone il processo di definizione formale in rapporto alle tecniche e ai materiali adottati, e al programma funzionale.

Nell’ambito del progetto, viene affrontata la concezione del sistema strutturale in presenza di azioni sismiche, che acquisisce particolare interesse in quanto richiede di individuare un efficace sistema di controvento e di organizzare, in generale, un sistema resistente tridimensionale, con caratteristiche di regolarità in pianta e in elevazione.


Risultati di apprendimento attesi

Lo studente:

- conosce e comprende le tecniche e gli strumenti del progetto di architettura;

- conosce e comprende i principi dell’ingegneria strutturale sismica;

- è in grado di compiere un’impostazione critica a tutte le scale necessarie di un progetto di architettura con gradi avanzati di specializzazione e approfondimento;

- è in grado di compiere un’analisi critica dei luoghi e dei contesti nello stretto rapporto fra edificio e città, storia e gusto, tecnica e funzione dell’architettura;

- è in grado di elaborare soluzioni progettuali coerenti con il luogo e il contesto, anche in ambiti urbani complessi;

- è in grado di applicare i principi dell’ingegneria strutturale sismica nel progetto di architettura.


Argomenti trattati

CittàAllaTerza – Berlino (Milano)

Il tema

_CittàAllaTerza – Berlino (Milano) è un progetto sperimentale di architettura urbana che, prendendo come oggetto di studio due appezzamenti di terreno situati nel distretto Mitte di Berlino, ha come obbiettivo l'applicazione in modo esemplare del tema della “città viva”.

Per “città viva” si intende un corpo di fabbrica che emerga dal blocco urbano slanciandosi in ogni direzione e che è pensato per accogliere al suo interno funzioni differenti e diverse tipologie edilizie. L'eterogeneità funzionale e tipologica di questo blocco ibrido sarà evidenziata dall’adozione di una pluralità di linguaggi architettonici.

CittàAllaTerza è un tema progettuale che si sviluppa nella dimensione architettonica, teorica e storica dell'architettura ma è anche, come sempre accade quando ci si occupa di architettura urbana, un tema politico, intrinsecamente legato alla pianificazione urbanistica, nel caso specifico, nel contesto della città europea.

Il progetto è intimamente legato alla realtà e alla storia della città di Berlino ma viene elaborato nella sede del Politecnico di Milano, città che si pone come esempio tra i più significativi delle ricerche del movimento moderno in Europa. Proprio Milano, infatti, racchiude molti progetti che possono essere considerati esemplari secondo i canoni di CittàAllaTerza.

Parallelamente al progetto di Berlino, tutti gli studenti dovranno rappresentare ed analizzare un importante progetto ambientato a Milano. Gli edifici presi come caso di studio serviranno in qualità di riferimento per il progetto di Berlino.

I luoghi

 Le due aree di interesse si trovano nel distretto Mitte di Berlino e sono collegate dall´asse nord-sud costituito da Friedrichstrasse e Müllerstrasse. Entrambi i lotti sono innestati in una maglia che si sviluppa secondo la classica struttura berlinese a blocchi e si trovano in un contesto urbano le cui peculiarità dovranno essere ben considerate durante la stesura del progetto.

Il progetto

_Il progetto, per entrambi i blocchi, implica l’applicazione dei seguenti argomenti di architettura urbana:

  • Concetto di blocco: tipologie di casa, relazione strada-cortile, parcellizzazione, tipologie di facciata, sistema di tripartizione (basamento-corpo centrale-tetto), aggetti, rientranze, silhouette (alto e basso), materialità;
  • Programma funzionale: Abitazioni, foresterie, uffici, negozi, spazi dedicati alla cultura etc.;
  • Concetto distributivo: divisione delle piante in singole unità abitative;
  • Concetto di facciata: finestre, logge, balconi, bovindi, materiali ed elementi decorativi.

Il modulo integrativo di Progettazione Architettonica (prof. Emilia Corradi) consisterà in una serie di interventi incentrati sul tema del laboratorio, in relazione all’abitare e alle sue modificazioni temporali con l’obiettivo di costruire un bagaglio semantico utile allo sviluppo del progetto nelle sue componenti progettuali. Attraverso di questi si vuol indagare il tema della forma e dello spazio in relazione al tema proposto dal laboratorio per determinarne le configurazioni progettuali pertinenti.

 Il modulo integrativo Strutture Criteri di Progettazione Antisismica (prof. Claudio Chesi) ha lo scopo di introdurre agli aspetti fondamentali della risposta delle strutture all'azione sismica, evidenziando, in particolare le regole che garantiscono una efficace concezione strutturale e, conseguentemente, un elevato valore di sicurezza sismica. Questi concetti vengono esemplificati sul tema di progetto specifico del laboratorio, rispetto al quale vengono peraltro discussi tutti gli aspetti del comportamento strutturale, cercando di caratterizzarne i più salienti attraverso semplici procedure di calcolo.


Prerequisiti

No prerequisiti


Modalità di valutazione

Esame

_ L’esame verterà sulla discussione delle scelte progettuali e sui contenuti degli elaborati grafici previsiti nella presentazione finale.

La presentazione finale

  • 7 tavole A1 – verticale
  1. a) concetto architettonico urbano, tipologico e funzionale, planimetria;
  2. b) pianta piano terreno 1:200
  3. c) piante e sezioni 1:200
  4. d) facciata 1:50
  5. e) facciata 1:20
  6. f) prospettiva
  7. g) assonometria blocco e concetto funzionale
  • 1 plastico dell’isolato in scala 1:500

Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaLeon Battista Alberti, L'architettura, , Anno edizione: 1898
Risorsa bibliografica obbligatoriaLeonardo Benevolo, Storia della città', Anno edizione: 1993
Risorsa bibliografica obbligatoriaMarco Biraghi, Gabriella Lo Ricco, Silvia Micheli (a cura di),, Guida all'Architettura di Milano, Anno edizione: 2013
Risorsa bibliografica obbligatoriaPiero Bottoni, Antologia di edifici moderni in Milano, Anno edizione: 1954
Risorsa bibliografica obbligatoriaKlaus Theo Brenner, Helmut Geisert,, Das Städtische Reihenhaus, Anno edizione: 2004
Risorsa bibliografica obbligatoriaKlaus Theo Brenner, Berlin-Genova, Anno edizione: 2005
Risorsa bibliografica obbligatoriaKlaus Theo Brenner, Die gute Stadt, Anno edizione: 2009
Risorsa bibliografica obbligatoriaKlaus Theo Brenner, Razionalisti Berlinese, Anno edizione: 2010
Risorsa bibliografica obbligatoriaKlaus Theo Brenner, Spazio Urbano, Anno edizione: 2013
Risorsa bibliografica obbligatoriaKlaus Theo Brenner, Timeless City Architecture, Anno edizione: 2015
Risorsa bibliografica obbligatoriaKlaus Theo Brenner, StadtHochDrei Berlin-Mitte, Anno edizione: 2018
Risorsa bibliografica obbligatoriaChrist&Gantenbein, Typology, Review No.II+No.III
Risorsa bibliografica obbligatoriaFirley&Stahl,, The Urban Housing Handbook, Anno edizione: 2009
Risorsa bibliografica obbligatoriaMaria Grazia Folli, Tra novecento e razionlismo, architetture milanesi 1920-1940, Anno edizione: 1991
Risorsa bibliografica obbligatoriaMaurizio Grandi, Attilio Pracchi, Milano. Guida all'architettura moderna, Anno edizione: 1980
Risorsa bibliografica obbligatoriaWerner Hegemann, La Berlino di pietra, Anno edizione: 1975
Risorsa bibliografica obbligatoriaWerner Hegemann, Reihenhaus-Fassaden: Geschäfts- und Wohnhäuser aus alter und neuer Zeit, Anno edizione: 1929
Risorsa bibliografica obbligatoriaIlaria Valente, Sei case milanesi/Rassegna di Architettura e Urbanistica, no.89/90,, Anno edizione: 1996

Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
50:00
54:10
Esercitazione
34:00
36:49
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
0:00
0:00
Laboratorio Di Progetto
84:00
91:00
Totale 168:00 181:59

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano

Note Docente
schedaincarico v. 1.6.5 / 1.6.5
Area Servizi ICT
15/05/2021