logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2018/2019
Scuola Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni
Insegnamento 095968 - LABORATORIO DI URBANISTICA
Docente Curci Francesco , Savoldi Paola
Cfu 12.00 Tipo insegnamento Laboratorio

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (1 liv.)(ord. 270) - MI (1094) PROGETTAZIONE DELL'ARCHITETTURAMIASOTTOCORNOVERDERIO095968 - LABORATORIO DI URBANISTICA

Obiettivi dell'insegnamento

La forma didattica del laboratorio consente di mettere alla prova la capacità dello studente nell’applicare a temi concreti le conoscenze maturate all'interno degli insegnamenti.

Il laboratorio di Urbanistica introduce alla progettazione e pianificazione urbanistica attraverso gli elementi fondamentali della disciplina, cioè l’analisi della città e del territorio alle diverse scale di relazione dei fenomeni insediativi; la conoscenza delle teorie e di significative esperienze di progettazione urbana e pianificazione spaziale del Novecento; la comprensione degli strumenti urbanistici di tipo regolativo e progettuale. Ulteriori approfondimenti sono dedicati alla conoscenza delle dinamiche di trasformazione territoriale degli ultimi decenni e ai temi più significativi della città contemporanea (sostenibilità ambientale, pratiche dell'abitare, welfare materiale, mobilità urbana, spazio pubblico, rigenerazione e riuso, reti digitali). Attraverso un’attività propedeutica di tipo tecnico, l'obiettivo del laboratorio è quello di sviluppare l'attitudine progettuale per la tematizzazione e la definizione di uno spazio urbano, sperimentando le tecniche di comunicazione e rappresentazione appropriate.


Risultati di apprendimento attesi

A seguito del superamento dell’esame, lo studente conosce concetti, principi e metodi fondamentali dell’urbanistica. Lo studente inoltre è in grado di applicare la conoscenza acquisita all’individuazione dei problemi di carattere urbanistico e alla ricerca autonoma di appropriate soluzioni progettuali con attenzione al contesto sociale e materiale di ciascun intervento. L’apprendimento è sufficiente per un corretto impiego della terminologia urbanistica e per comunicare in modo chiaro e comprensibile, anche a un pubblico non specialistico, le analisi e le scelte progettuali effettuate.


Argomenti trattati

Nella città, da sempre, convivono e si compongono in forme talvolta conflittuali, interessi, aspirazioni e pratiche di vita quotidiana non omogenee. L’urbanistica è intervenuta e interviene, in modo non esclusivo, nel prevedere, pianificare e guidare le condizioni di convivenza attraverso le forme d’uso dello spazio. La produzione di spazi e servizi di interesse pubblico e collettivo è stata ed è tutt’ora una componente molto importante per il benessere dei cittadini. Questo tema è dunque assunto come asse portante attraverso il quale interrogare esperienze esemplari di pianificazione, riconoscendone gli approcci, gli strumenti d’azione, i processi di attuazione e gli esiti, voluti e non voluti. Welfare, piano, casa, standard e scuola sono le cinque parole-chiave che ci permetteranno di definire progressivamente e di osservare concretamente ‒ su più livelli e a diverse scale ‒ i nessi tra l’urbanistica e le molteplici forme di organizzazione delle società urbane. La necessità di garantire standard minimi di dotazione pubblica di spazi, strutture e servizi capaci di rispondere ai bisogni dei cittadini è stato ed è un tema centrale nel dibattito dell’urbanistica novecentesca e ha trovato declinazioni normative e materiali diverse. Se ne ripercorrerà selettivamente l’evoluzione, in relazione ad alcune variabili: l'origine e l’evoluzione dei modelli di organizzazione spaziale; il ruolo e i cambiamenti nel tempo dei sistemi di welfare; l’attuazione dei piani urbanistici; la progettazione di nuovi quartieri e di specifiche politiche per la casa; la progettazione e l’utilizzo degli spazi e dei servizi scolastici. In tal modo, attraverso riferimenti ed esperienze specifiche, sarà possibile comprendere come, in un quadro profondamente mutato rispetto al secolo scorso, sia possibile tendere a una reale qualità di quelli che possono essere definiti 'spazi del welfare'.


Prerequisiti
 

Modalità di valutazione

Il laboratorio attribuisce una valutazione unica per i due insegnamenti che lo compongono (Urbanistica, Analisi della città e del territorio). Concorrono al voto finale sia le valutazioni delle esercitazioni (individuali e di gruppo), sia il risultato della prova scritta con la quale viene verificato (attraverso domande aperte) l’apprendimento degli argomenti trattati nelle lezioni. Qualora lo studente lo richieda, è possibile sostenere una prova orale sulla bibliografia del laboratorio.


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaL. Gaeta, U. Janin Rivolin, L. Mazza, Governo del territorio e pianificazione spaziale, Editore: Città Studi, Anno edizione: 2013, ISBN: 978882517826
Note:

I docenti indicheranno ad inizio corso i capitoli più strettamente correlati al programma del Laboratorio.

Risorsa bibliografica obbligatoriaM. Bricocoli, P. Savoldi, Milano Downtown: azione pubblica e luoghi dell'abitare, Editore: et al./Edizioni, Anno edizione: 2010, ISBN: 9788864630182
Note:

Durante il laboratorio saranno specificati i capitoli del volume che gli studenti saranno tenuti a conoscere.

Risorsa bibliografica facoltativaL. Bifulco, Il genius loci del welfare. Strutture e processi della qualità sociale, Editore: Officina Edizioni, Anno edizione: 2003, ISBN: 8887570531

Software utilizzato
Nessun software richiesto

Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
43:00
46:34
Esercitazione
29:00
31:25
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
0:00
0:00
Laboratorio Di Progetto
72:00
78:00
Totale 144:00 155:59

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
Possibilità di sostenere l'esame in lingua inglese
Disponibilità di supporto didattico in lingua inglese

Note Docente
schedaincarico v. 1.6.9 / 1.6.9
Area Servizi ICT
04/12/2021