logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2018/2019
Scuola Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni
Insegnamento 095956 - FONDAMENTI DI CONSERVAZIONE DELL'EDILIZIA STORICA
Docente Pesenti Serena
Cfu 4.00 Tipo insegnamento Monodisciplinare

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (1 liv.)(ord. 270) - MI (1094) PROGETTAZIONE DELL'ARCHITETTURAMIACELERIFIMOGNARI095956 - FONDAMENTI DI CONSERVAZIONE DELL'EDILIZIA STORICA

Obiettivi dell'insegnamento

Il corso di Fondamenti di conservazione dell’edilizia storica ha come obiettivo l’avvicinamento dell’allievo al tema della conservazione del patrimonio costruito attraverso un percorso che lo guidi alla comprensione di come questa eredità del passato, se opportunamente tutelata e valorizzata, costituisca una risorsa fondamentale per la costruzione della città e del paesaggio del futuro. Argomenti del corso sono: i concetti di monumento, patrimonio, cultura materiale, conservazione; le tecniche costruttive dell’edilizia storica; i temi del progetto di conservazione e riuso. Le lezioni ex cathedra saranno affiancate da attività in aula, esercitazioni ed eventuali iniziative seminariali, per stimolare gli studenti a svolgere un percorso personale di studio finalizzato a una sintesi critica e alla sensibilizzazione a un progetto rispettoso dei valori culturali e materiali che si sono stratificati nel tempo sul paesaggio costruito.


Risultati di apprendimento attesi

Alla fine del corso ci si attende che gli studenti recepiscano il significato oggi attribuito alla tutela e ai suoi strumenti, con particolare riferimento all’Italia e alla sua “cultura della conservazione”; che apprendano, anche attraverso una esercitazione pratica, i rudimenti metodologici relativi alla conoscenza e al progetto rivolti agli edifici storici e al patrimonio costruito.


Argomenti trattati

Il corso ha lo scopo di avvicinare  l'allievo al tema della conservazione del patrimonio costruito  mediante un percorso che lo guidi a comprendere come le testimonianze del passato, da quelle più antiche a quelle più recenti del XX secolo, se opportunamente conservate e valorizzate, sono una risorsa fondamentale per il futuro.

Attraverso le lezioni si esaminerà, mediante riferimenti esemplificativi, il percorso culturale che ha portato l'ampliamento dell'attenzione dalla scala del singolo 'monumento' alla dimensione della città e del territorio; alla consapevolezza che ogni edificio esistente è testimonianza di cultura materiale; alla presa di coscienza che ogni edificio è da considerare nella sua singolarità, sia rispetto alla propria consistenza fisica sia riguardo al contesto territoriale nel quale si colloca.

Il percorso di apprendimento proposto dal corso, applicabile all'architettura della tradizione e a quella contemporanea, è finalizzato all'avvicinamento ai temi del progetto e potrà essere arricchito e approfondito nel Laboratorio di restauro del terzo anno.

Il programma delle lezioni affronterà in particolare i seguenti temi:

  1. Elementi di storia della tutela, delle teorie e della pratica del restauro, di cultura della conservazione, attraverso casi esemplificativi.
  2. Concetti di restauro, monumento, bene culturale, cultura materiale, patrimonio, conservazione;
  3. Lineamenti metodologici per la 'lettura' del patrimonio costruito: osservazione e descrizione degli edifici storici. Primo approccio al riconoscimento degli elementi costruttivi, delle tecniche di costruzione, dei materiali componenti e dei modi di invecchiamento, degrado e dissesto, alle indagini preliminari al progetto di intervento.

Parallelamente alle lezioni, le esercitazioni proposte agli studenti, organizzati in piccoli gruppi, prevedono:

  1. La costruzione di un percorso interno a Milano, per localizzare e descrivere, con l'aiuto di Guide antiche, moderne e contemporanee, di repertori cartografici e di riferimenti bibliografici concordati con il docente, gli edifici, antichi e più recenti, che possano costituire un itinerario tematico  di visita ai monumenti milanesi, da restituire attraverso un elaborato.
  2. L'osservazione di un edificio di dimensioni limitate o di una facciata che non sia stata oggetto di interventi recenti. Avvalendosi di fotografie, di piante sezioni e prospetti esistenti, gli studenti procederanno all'individuazione e alla descrizione degli elementi costruttivi, dei materiali, delle forme di degrado.

Prerequisiti

No prerequisiti.


Modalità di valutazione

Nel corso possono essere previste prove in itinere individuali.  Le prove scritte non sostenute o insufficienti saranno recuperate nell'interrogazione orale dell'esame finale. Le votazioni delle prove scritte sono valide nell'anno accademico in cui sono state sostenute.

La valutazione finale consisterà nella presentazione orale delle atttività sviluppate con l'esercitazione e nella verifica della conoscenza, comprensione, capacità di lettura critica  dei temi affrontati nel corso anche attraverso la bibliografia  di riferimento, e riguarderà in particolare:

- per ciascuno studente: la discussione sui contenuti delle lezioni e della bibliografia;

- per ciascun gruppo di studenti: la presentazione e discussione dei materiali concusivi delle esercitazioni svolte.


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaS. Settis, Paesaggio costituzione cemento, Editore: Einaudi, Anno edizione: 2010, ISBN: 978-88-06-19871-8
Note:

In particolare le pagine: cap. III, Cultura ed etica della tutela in Italia, pp. 110-136; cap. VI, L'Italia si fa in tre: paesaggio territorio ambiente, pp.222-231, 236-253, 259-274.

Risorsa bibliografica obbligatoriaS.F.Musso, Recupero e restauro degli edifici storici, Editore: EPC Libri, Anno edizione: 2016, ISBN: 978-88-6310-225-3
Note:

Durante il corso, in rapporto agli argomenti delle esercitazioni, saranno precisati i capitoli da studiare.

Risorsa bibliografica obbligatoriaRivista 'ANANKE', Editore: Alinea, Anno edizione: 2014
Note:

'ANANKE, 2014, n. s., fascicolo 72, i testi di: Donatella Fiorani, "Carte (del restauro)" pp. 37-41; Roberto Cecchi, "Codice (dei beni culturali e del paesaggio)", pp. 42-44; Marco Dezzi Bardeschi; Amedeo Bellini, "Conservazione", 1 e 2, pp. 48-51.

Risorsa bibliografica obbligatoriaM. Dezzi Bardeschi, Conservare, non restaurare (Hugo, Ruskin, Boito Dehio e dintorni) in Rivista Ananke, fasc.35-36, Editore: Alinea, Anno edizione: 2002
Risorsa bibliografica obbligatoriaS. Settis, Italia s.p.a. : l'assalto al patrimonio culturale, Editore: Editore: Einaudi, Anno edizione: 2002, ISBN: 88-06-16445-7
Risorsa bibliografica obbligatoriaM. Dezzi Bardeschi, Restauro. Punto e da capo, Editore: Franco Angeli, Anno edizione: 1991, ISBN: 88-204-6506-X

Software utilizzato
Nessun software richiesto

Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
30:00
45:00
Esercitazione
10:00
15:00
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
0:00
0:00
Laboratorio Di Progetto
0:00
0:00
Totale 40:00 60:00

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano

Note Docente
schedaincarico v. 1.6.9 / 1.6.9
Area Servizi ICT
29/11/2021