logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2018/2019
Scuola Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni
Insegnamento 095748 - LABORATORIO DI PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA 1
Docente Coppetti Barbara , Ferrari Davide , Ruggiero Paolo
Cfu 16.00 Tipo insegnamento Laboratorio

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (1 liv.)(ord. 270) - MI (1094) PROGETTAZIONE DELL'ARCHITETTURAMIAFAINIGIURIOLIA095748 - LABORATORIO DI PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA 1

Obiettivi dell'insegnamento

La forma didattica del laboratorio si caratterizza in termini di sperimentazione degli strumenti e delle tecniche del progetto di architettura maturate nei corsi.

Il Laboratorio di progettazione architettonica 1 ha, infatti, l’obiettivo di introdurre gradualmente lo studente alla complessità del progetto mettendone a fuoco i fondamenti e le conoscenze teoriche, analitiche e strumentali, necessarie. Nel laboratorio lo studente si applica a esercizi compositivi e progettuali di base attraverso lo strumento della sua rappresentazione e della sua realizzazione attraverso la costruzione di modelli nelle scale necessarie.

Nel corso dell’anno vengono svolti differenti esercizi riguardanti inizialmente la lettura, l’interpretazione e la rappresentazione di architetture significative e, successivamente, lo sviluppo del progetto vero e proprio applicato a temi con contenuti funzionali semplici attraverso cui sia possibile affrontare anche la questione delle relazioni che il progetto necessariamente instaura con il luogo, la questione della destinazione d’uso e i temi della costruzione e della scelta dei materiali.


Risultati di apprendimento attesi

Il laboratorio garantisce allo studente l’acquisizione di capacità teoriche, analitiche e progettuali di base applicate a esercizi propedeutici e a un progetto conclusivo. La frequenza alle lezioni e lo studio della bibliografia rappresenta momento essenziale per il conseguimento di una capacità di giudizio e controllo della composizione.

I risultati attesi sono: conoscenza e comprensione degli strumenti di lettura e interpretazione dell’architettura attraverso lo studio, il ridisegno interpretativo e la costruzione di modelli; conoscenza e comprensione del ridisegno come strumento di conoscenza; conoscenza e comprensione delle regole della composizione architettonica; conoscenza e comprensione degli elementi che caratterizzano il rapporto dell’architettura con il luogo e lo spazio.


Argomenti trattati

Composizione Architettonica e urbana (CFU 8), prof. Barbara Coppetti

Progettazione Architettonica (CFU 4), prof. Davide Ferrari

Nel laboratorio lo studente svolge alcuni esercizi compositivi e progettuali di base restituendoli attraverso il disegno e realizzandoli attraverso la costruzione di plastici di studio nelle scale indicate dai docenti. Gli esercizi progettuali verranno sviluppati parallelamente a lezioni di carattere teorico e metodologico che aiuteranno lo studente nello sviluppo del progetto attraverso la proiezione in aula e la lettura critica collegiale di casi esemplari nella storia della disciplina. Le posizioni teoriche e le realizzazioni pratiche che verranno approfondite saranno orientate a chiarire i nessi tra progetto architettonico e contesto entro un quadro critico delle implicazioni storiche, culturali e sociali.

Nel corso dell’anno vengono quindi svolti esercizi riguardanti la lettura, l’interpretazione e la rappresentazione di architetture significative, parallelamente allo sviluppo di progetti semplici che riguardano sia il manufatto costruito che lo spazio aperto. Il progetto finale ricomporrà i temi sviluppati e affronterà un maggior grado di complessità tipologica e funzionale. Il tema della casa e dell’organizzazione degli spazi residenziali si declinerà in diverse soluzioni di abitare temporaneo esplorando quindi diverse possibilità di relazione con gli spazi aperti e con gli spazi comuni. Una serie di seminari intermedi con discussioni collegiali e valutazioni parziali scandiranno il passaggio da un'esercitazione all’altra. Solo per l’esercitazione finale, di maggiore complessità architettonica e problematica lo studente potrà lavorare in gruppo.

Il lavoro in aula sarà costantemente seguito dalla docenza e dai tutor del Laboratorio e verrà scandito dalle consegne delle esercitazioni individuali che contribuiranno a costruire un quadro articolato di valutazioni intermedie delle attività per ogni singolo studente. Per ogni esercitazione è prevista una giornata di verifica collegiale in cui gli studenti esporranno lo stato d’avanzamento del proprio lavoro.

Gli argomenti in programma sono suddivisi in tre sezioni principali: il processo di definizione della forma nella progettazione architettonica; il ruolo del tipo e la lettura dei caratteri architettonici degli edifici (scomposizione); il tema della casa e dell’organizzazione degli spazi residenziali (ricomposizione delle parti/progetto) declinato in diverse soluzioni di abitare temporaneo esplorando le differenti possibilità di relazione con gli spazi aperti e con gli spazi comuni.

La frequenza alle lezioni e lo studio della bibliografia rappresenta momento essenziale per il conseguimento di una capacità di giudizio e controllo della composizione.  I risultati di apprendimento attesi sono relativi a:

- il grado di consapevolezza critica acquisita dallo studente durante tutto l’anno,

- la conoscenza e la comprensione degli strumenti di lettura e interpretazione dell’architettura attraverso lo studio e gli approfondimenti bibliografici,

- la cura e la precisione nel disegno e nella costruzione dei modelli,

- la comprensione delle regole della composizione architettonica in rapporto al luogo.

 

Rappresentazione dell’architettura (CFU 4), prof. Paolo Ruggiero

Guardare e rappresentare l’architettura per assimilarne la genesi geometrica che sottende alla forma, alla funzione ed alla struttura. Sarà questo il contributo didattico del modulo di Tecniche della Rappresentazione sviluppato all’interno del Laboratorio. Saper leggere il costruito per saperne riconfigurare graficamente l’idea progettuale taciuta, sottesa alle stesse forme geometriche, alle strutture e ai materiali dell’architettura realizzata (anche con i metodi del Rilievo o della Restituzione fotogrammetrica).   Discretizzare insomma esempi di architetture significative(dal ridisegno fatto a mano fino al sistema infografico Cad) per individuarne la genesi configurativa, funzionale e strutturale dell’architettura stessa, quale percorso ideale e reale della progettazione confluente nella rappresentazione di piante, sezioni e “scenografie”. Tutto quanto muovendo dalle necessarie esperienze proiettive di G. Monge (metodo delle proiezioni ortogonali, delle proiezioni assonometriche, delle proiezioni prospettiche, delle ombre) fino ad avanzare in direzione della rappresentazione tecnica/esecutiva sviluppata con il linguaggio dei codici UNI-ISO. Il modulo prevede una serie di esercitazioni.


Prerequisiti
 

Modalità di valutazione

L’esame finale consisterà in una discussione individuale sui contenuti affrontati nelle lezioni dalla docenza, studiati nella bibliografia del corso e negli approfondimenti suggeriti durante il semestre, oltre alla esposizione del lavoro svolto, delle scelte progettuali compiute, degli elaborati grafici e dei modelli costruiti.


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaVittorio Gregotti, Architettura e Postmetropoli, Editore: Einaudi, Anno edizione: 2012, ISBN: 9788806207298
Risorsa bibliografica obbligatoriaVittorio Gregotti, Sulle orme di Palladio: ragioni e pratica dell'architettura, Editore: Laterza, Anno edizione: 2000, ISBN: 8842060518
Risorsa bibliografica obbligatoriaBarbara Coppetti, Orizzonti del progetto Esperienze d'architettura, Editore: Maggioli, Anno edizione: 2017, ISBN: 9788891624857
Risorsa bibliografica obbligatoriaBarbara Coppetti (a cura di ), Forme elementari. Un'officina di modellazione, alterazioni, infrazioni del cubo. , Editore: Maggioli, Anno edizione: 2017, ISBN: 9788891626035
Risorsa bibliografica facoltativaBarbara Coppetti, La dialettica tra residenza e spazio aperto nella città contemporanea: processi generativi e costitutivi. , Anno edizione: 2011, ISSN: 182586893, Fascicolo: 59
Note:

TERRITORIO

Risorsa bibliografica obbligatoriaA. Sgrosso, La rappresentazione geometrica dell'architettura, Applicazioni di geometria descrittiva, Editore: UTET Torino, Anno edizione: 1996, ISBN: 978-88-7750-495-1
Risorsa bibliografica obbligatoriaR. De Fusco, Trattato di Architettura, Editore: Laterza, Anno edizione: 2001, ISBN: 9788842063606

Software utilizzato
Nessun software richiesto

Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
58:00
62:49
Esercitazione
38:00
41:10
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
0:00
0:00
Laboratorio Di Progetto
96:00
104:00
Totale 192:00 207:59

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
Disponibilità di supporto didattico in lingua inglese

Note Docente
schedaincarico v. 1.6.9 / 1.6.9
Area Servizi ICT
19/10/2021