logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2018/2019
Scuola Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni
Insegnamento 097366 - LABORATORIO DI COSTRUZIONE DELL'ARCHITETTURA
Docente Carli Paolo , Ruggieri Gianluca
Cfu 12.00 Tipo insegnamento Laboratorio

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (1 liv.)(ord. 270) - MI (1094) PROGETTAZIONE DELL'ARCHITETTURAMIAAZZZZL097366 - LABORATORIO DI COSTRUZIONE DELL'ARCHITETTURA

Obiettivi dell'insegnamento

La forma didattica del laboratorio consente di mettere alla prova la capacità dello studente nell’applicare a temi concreti le conoscenze maturate all'interno degli insegnamenti.

Il Laboratorio di Costruzione dell’architettura intende promuovere, attraverso l’esperienza del progetto, la capacità di governare il sistema di relazioni che lega materiali, elementi costruttivi, tecniche esecutive, esigenze ambientali e funzionali, vincoli normativi, caratteristiche del contesto. A tal fine saranno assunti come riferimento e approfonditi progetti e realizzazioni in cui risulta particolarmente evidente il rapporto tra materiali, principi costruttivi e configurazione architettonica. Obiettivo del Laboratorio è l’esplorazione e l’acquisizione delle modalità di controllo delle regole che presiedono al dimensionamento degli spazi abitativi e alla loro definizione tipologico-distributiva in rapporto alle esigenze esplicite e implicite degli utenti e l’approfondimento della configurazione del sistema edilizio e degli elementi tecnologici ed impiantistici in termini di risposta coerente all’articolato quadro di requisiti da soddisfare.


Risultati di apprendimento attesi

Il Laboratorio propone un’esperienza di progetto applicata a un organismo di limitate dimensioni "a complessità controllata" con una costante attenzione alla realizzabilità costruttiva dell’opera. A conclusione dell’esperienza progettuale lo studente avrà maturato le competenze necessarie per individuare i criteri da assumere nella scelta delle opzioni tecniche disponibili. Sarà in grado di definire le alternative tipologiche e spaziali in coerenza con un sistema articolato di vincoli esigenziali, ambientali e con le relative scelte tecnologiche e costruttive. Avrà acquisito la capacità di affrontare il progetto ai diversi livelli di approfondimento e alle adeguate scale di rappresentazione fino allo sviluppo dei dettagli costruttivi studiati nella loro dimensione materica e nella verifica della loro realizzabilità.


Argomenti trattati

Il tema del Laboratorio è un progetto di densificazione residenziale urbana che metta a confronto gli studenti con le necessità delle città contemporanee, dal punto di vista del "costruire sul costruito". Il tema, oltre che essere occasione per approfondire sistemi costruttivi a secco e leggeri, è anche utile per confrontarsi con il patrimonio edilizio esistente attraverso la sua riqualificazione, adeguamento e retrofit energetico.

Il Laboratorio fa parte di una rete nazionale che partecipa alla competizione internazionale Solar Decathlon Europe 2019. La prima parte del Lab. sarà incentrata sulla progettazione di un prototipo di casa solare dal punto di vista del guadagno solare passivo; e come occasione di approfondimento su dimensionamento e distribuizione degli spazi, nonché sui sistemi costruttivi a secco e le loro caratteristiche termo-igrometriche.

Successivamente a questa prima fase del Lab., gli studenti saranno chiamati a svolgere il progetto di densificazione residenziale attraverso tre fasi, con relative consegne, di approfondimento via più specifico secondo le diverse scale di rappresentazione. L'obiettivo è la progettazione di una piccola/media residenza, nearly zero energy, corretta secondo normative e regolamenti edilizi.

Il Laboratorio aderisce all'iniziativa Ri-formare Periferie.

Gli obiettivi specifici del Laboratorio sono:

  • sviluppare competenze non didascaliche rispetto alla complessità del progetto di architettura,
  • sviluppare competenze critiche sull’interpretazione di progetti e realizzazioni paradigmatici per il rapporto tra materiali, principi costruttivi e linguaggio architettonico,
  • contribuire alla costruzione di una metodologia progettuale che tenga conto dei fattori ambientali, sociali ed economici in una logica di sviluppo sostenibile,
  • comprendere il funzionamento bioclimatico dell’edificio,
  • imparare a progettare pacchetti murari con prestazioni termoigrometriche compatibili con la normativa (con preferenza nell’utilizzo di materiali a basso impatto ambientale),
  • imparare a rappresentare in modo corretto, secondo i vari gradi di approfondimento e scale di riferimento, il progetto di architettura,
  • imparare a utilizzare software di modellazione energetica dinamica e a interpretarne correttamente i risultati.

Gli obiettivi saranno raggiunti attraverso lezioni, seminari, esercitazioni, revisioni, revisioni collettive, presentazioni pubbliche e consegne. Nel Laboratorio viene data grande importanza alla capacità di comunicazione del progetto, sia orale che grafica (soft skills) e all'uso di software FOS, soprattutto per la modellazione e valutazione energetica dei progetti (digital skills).


Prerequisiti

La successione della frequenza degli insegnamenti nel percorso formativo e l’ordine di verbalizzazione dei relativi esami deve seguire le precedenze indicate nel regolamento del Corso di Studio.


Modalità di valutazione

Il lavoro progettuale sarà svolto in gruppi di 2/3 studenti, sarà comunque verificato l’apprendimento individuale attraverso un monitoraggio costante delle conoscenze e delle abilità acquisite nel corso di tutte le attività svolte. La tavola conclusiva del dettaglio tecnologico costruttivo è assegnata e svolta individualmente. Durante lo sviluppo del progetto sono previsti alcuni momenti valutati e obbligatori. Le valutazioni ottenute, insieme all’impegno e all’interesse personale dimostrato nel corso delle attività, concorrono alla definizione della valutazione finale complessiva che si esplicherà attraverso un esame di gruppo sugli esiti progettuali, integrati alla verifica dell’apprendimento individuale dei contenuti delle lezioni teoriche, della bibliografia e delle conoscenze tecnologiche costruttive attraverso l’analisi e la discussione sulla tavola del dettaglio sviluppato alla scala 1:20 svolto individualmente.


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaAnna Delera, Ri-Pensare l'abitare. Politiche, progetti e tecnologie verso l'housing sociale, Editore: Hoepli, Anno edizione: 2010
Risorsa bibliografica obbligatoriaGianluca Brunetti, Architettura pratica. Elementi tecnici per le costruzioni edili. Vol. 1 e 2, Editore: Esselibri Simone, Anno edizione: 2004
Note:

Il testo offre contributi tecnologici e soluzioni costruttive per la definizione del progetto alla scala 1:20

Risorsa bibliografica facoltativaSteven Vajk Szokolay, Introduzione alla progettazione sostenibile, Editore: Hoepli, Anno edizione: 2006
Note:

Steven Vajk Szokolay, Introduzione alla progettazione sostenibile, Editore: Hoepli, Anno edizione: 2006

Risorsa bibliografica facoltativaUwe Wienke, Manuale di bioedilizia, Editore: DEI, Anno edizione: 2008

Software utilizzato
Nessun software richiesto

Forme didattiche
Tipo Forma Didattica Ore di attività svolte in aula
(hh:mm)
Ore di studio autonome
(hh:mm)
Lezione
43:00
46:34
Esercitazione
29:00
31:25
Laboratorio Informatico
0:00
0:00
Laboratorio Sperimentale
0:00
0:00
Laboratorio Di Progetto
72:00
78:00
Totale 144:00 155:59

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
Disponibilità di libri di testo/bibliografia in lingua inglese
Disponibilità di supporto didattico in lingua inglese

Note Docente
schedaincarico v. 1.6.9 / 1.6.9
Area Servizi ICT
04/12/2021