logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2017/2018
Scuola Scuola del Design
Insegnamento 099996 - LABORATORIO DI SINTESI FINALE
Docente Fassi Davide , Galluzzo Laura , Meroni Anna , Strittmatter Anke
Cfu 18.00 Tipo insegnamento Laboratorio

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Des (Mag.)(ord. 270) - BV (1092) DESIGN DEGLI INTERNI - INTERIOR DESIGNI_2AZZZZA099996 - LABORATORIO DI SINTESI FINALE

Programma dettagliato e risultati di apprendimento attesi

 

LABORATORIO DI SINTESI FINALE, Laurea Magistrale in Interior Design

Proff. Davide Fassi, Laura Galluzzo, Anna Meroni, Anke Strittmatter

 

“Design+Eat=Spaces” in NoLo 

//////Intro (ENG)

NoLo - North Loreto is an area in Milan including Pasteur and Rovereto neighborhood (viale Brianza – via Padova – Via Giacosa), divided by Viale Monza and west delimited by Stazione Centrale (via Sammartini/via Ferrante Aporti). The name was given almost by chance by La Tigre, a communication agency based in NoLo, in 2012 to give a name to an urban space with a weak identity due to the strong one by Via Padova. On February 2016, the magazine “D di Repubblica” published an article about NoLo, highlighting the actual urban transformation. This is done by several art galleries and ateliers, the reuse of the indoor public market in viale Monza as a food court, the birth of a spontaneous group of citizens both online and offline: NoLo social district, “Comitato di quartiere Crespi”, YoLo in NoLo, the Associazione Città del Sole for the development of the proximate Parco Trotter ecc.

Media interest on NoLo has been both from national tv channel (Rai1) and from newspaper (Corriere della Sera, Huffington Post, Il Giorno etc). At the same time the neighbourhood started lots of initiatives: a picnic in the park in via Sammartini, the neighborhood weekly breakfast on the street at via delle Leghe, dancing session in Piazza Morbegno, cineforum at Cinema Beltrade, etc. The risk to be a gentrification act is high, but the difference between NoLo and other areas in Milan affected by it (Zona Tortona, Lambrate, Navigli) is the social activities that are creating best practices and preserving the popular soul this area had even before being called NoLo. In 2016/17 academic year, the Final Design Studio in MSc Interior Design has started a collaboration with some active stakeholders in NoLo that took to the exhibition/event “Arnold - Arte e design in Nolo Social District”.

 

//////Intro (ITA)

NoLo - North of Loreto è un’area della città di Milano che comprende i quartieri di Pasteur e Rovereto (viale Brianza – via Padova – Via Giacosa), toccando ad ovest le vie che si affacciano sul perimetro della Stazione Centrale (via Sammartini/via Ferrante Aporti). E’ un acronimo che è stato creato, un po’ per caso, all’inizio del 2016 dall’agenzia pubblicitaria Le Tigre, per dare un nome ad una porzione di spazio urbano con un identità poco visibile e affetta dalla vicina via Padova. Nel febbraio 2016 D di Repubblica pubblica un articolo su NoLo evidenziando il fenomeno di trasformazione urbana che include non solo l’apertura di diverse gallerie d’arte, la trasformazione del Mercato comunale in food-court, ma anche l’aggregazione spontanea degli abitanti intorno a diverse realtà online e offline: NoLo Social district, il Comitato di quartiere Crespi, YoLo in Nolo, NoLo, l’Associazione Città del Sole per la valorizzazione dell’adiacente Parco Trotter, ecc.

L’attenzione dei media (da Rai1 al Corriere della Sera, dall’Huffington Post a il Giorno) si è accompagnata ad una intensa attività di collaborazione e incontro fra gli abitanti: il picnic nel parco di via Sammartini, il brunch al Parco Trotter, le colazioni sui marciapiedi di via delle Leghe il sabato mattina, la pizzica in piazza Morbegno, il cineforum al Cinema Beltrade per citarne alcune. Il rischio di essere l’ennesima vittima di un fenomeno di gentrificazione è alto, ma la differenza rispetto ad altre zona della città che si sono trasformate negli ultimi decenni (Zona Tortona, Lambrate, Navigli) è proprio da ricercare nelle attività sociali in atto che stanno generando delle buone pratiche e preservando il carattere popolare che la zona aveva ancor prima di chiamarsi NoLo. Nell’anno accademico 2016/17, inizia la collaborazione fra il laboratorio di Sintesi Finale in Interior Design e alcuni attori che agiscono sul territorio di Nolo che ha portato alla realizzazione della mostra/evento “Arnold - Arte e Design in Nolo Social District” nel febbraio e giugno 2017. 

 

 

/////////Rassegna stampa / Press release  (ITA-ENG)

http://d.repubblica.it/attualita/2016/02/09/news/loreto_quartiere_multietnico_milano_giovani_creativi_galleristi_musicisti_designer-2957897/

http://www.vice.com/it/read/abbiamo-chiesto-a-chi-ci-vive-se-via-padova-la-nuova-isola-654

http://www.huffingtonpost.it/giovanni-semi/nolo-il-quartiere-milanese-a-nord-di-loreto-diventa-yolo-ma-ne-ha-davvero-bisogno_b_9298974.html

http://www.mitomorrow.it/2016/03/22/nolo-lalba-di-una-nuova-loreto/

http://www.milanocittastato.it/featured/il-boom-di-nolo-diventera-la-soho-di-milano/

http://www.thewaymagazine.it/society/nolo-nord-di-loreto-arte-in-esplosione-a-milano/

http://www.ilgiornale.it/news/milano/altro-che-bancarelle-ora-si-cena-mercato-1211748.html

http://milano.corriere.it/notizie/cronaca/16_maggio_15/tra-spazi-innovativi-iniziative-nuova-citta-nolo-01019cca-19fe-11e6-9602-cdda3c4dfb23.shtml

“Il vicino di casa questo sconosciuto”, Il Giorno - Milano, 24/04/2016 

 

ARNOLD - Art and Design in Nolo Social District (Final Design Studio 2016/17) press release

La Repubblica 3/2/2017 http://milano.repubblica.it/cronaca/2017/02/03/foto/nolo_milano_creativi-157519032/1/#1

La Repubblica 3/2/2017 http://milano.repubblica.it/cronaca/2017/02/03/news/milano_nolo-157511619/ 

Corriere della Sera 2/2/2017 edizione cartacea, p. 7-8

http://www.thewaymagazine.it/design-of-desire/ecco-come-100-futuri-designers-progettano-il-quartiere-di-nolo-a-milano/ 

https://www.thewaymagazine.it/design-of-desire/le-12-tappe-darte-di-arnold-arte-e-design-in-nolo-social-district/

Il Giorno 08/06/2017 http://www.ilgiorno.it/milano/cronaca/nolo-eventi-1.3182676

Corriere della Sera 09/06/2017 http://www.corriere.it/moda/news/17_giugno_09/arnold-festival-contemporaneo-politecnico-1eaf1106-4d49-11e7-a0c3-52aebd58a53d.shtml

Il Giorno 11/06/2017 http://www.ilgiorno.it/milano/cronaca/street-art-1.3189732

ArtsLife.com http://www.artslife.com/2017/06/09/urban-art-milano-il-vicolo-del-fontanile-si-trasforma-in-museo-a-cielo-aperto/

NoiZona2 http://www.noizona2.it/index.php/257-looperfest-zuart-la-street-art-come-strumento-di-riqualificazione-urbana#s5_scrolltotop

In the wall https://anotherscratchinthewall.com/2017/06/12/looperfest-zuartday-la-street-art-al-servizio-della-comunita/

Facebook:

Yolo In NoLo: https://www.facebook.com/yoloinnolo/?fref=ts

NoLo: https://www.facebook.com/NoLoMilano/?fref=ts

makingNoLo: https://www.facebook.com/makingNoLo/?fref=ts

Nolo Social District – Nord Loreto, Milano (gruppo chiuso): https://www.facebook.com/groups/399245670266336/?fref=ts

Crespi Comitato: https://www.facebook.com/crespi.comitato

 

Media:

https://www.mixcloud.com/POP_UP/pop_up-osteria-crespi-20052016-nolo-sos-new-social-district/, puntata di POP up@Osteria Crespi su radio Popolare, 20/05/2016

 

 

 

////////What (ENG)

The main topic of the Final Design Studio is Food&Design: “food” is intended as a mean to connect the different cultures of the (migrant + local) communities living in the area and as a way to activate co-designed activities and of the solutions hosting them. The Studio will to investigate, imagine, experiment and prototype innovative spatial solutions for market stalls, street food structures and temporary shops in connection with the Communal Market of viale Monza. 

The design process will be based on contextual factors, not only in the research phase but also in the development and prototyping ones: the human, social and cultural environment will be deconstructed and understood in order to develop context-based (users and environment interactions) design solutions, taking into account the local shopkeepers and inhabitants as sources of data, creativity, suggestions and inputs. 

Co-design and co-creation processes will be fundamental components of the Studio, in order to design spatial solutions considering the users and their interactions in the space of the Market with an holistic and systemic approach. Thus, the Studio is characterised by the continuous relation with the stakeholders and the citizens through on-field co-design processes, by the integration of the service perspective and by the hands-on approach to prototyping. 

By designing an innovative scenario for the Communal Market, the Studio will experiment the urban spaces as hubs for social interactions and will make them the pivot of a neighborhood community created around food. Actually, food will be the center of a set of scalable systemic activities and related spaces aggregating multiple stakeholders.

The focus of the Studio resonates with the most advanced fields of research and experimentation that the European Commission is fostering through research and innovation programs. In particular: 1) how “public spaces” both shape, and are shaped, by cultural values, among which food services stand, and how this can bring about integration of people, including at the political and economic levels; 2) how co-creation of public goods (services, spaces, strategies) can actually become a way for engaging citizens and stakeholders of all kinds in shaping the European identity.

This Final Design Studio will be, thus, the chance to integrate interior design, urban space design and service design: from the needs research to the design opportunities, from the preliminary proposals to the technical executive ones, from the understanding of the personas to their involvement in the prototyping activities, from concept to the final settings.

Lectures and studio activities will be held in English and Italian. Bibliography will be given at the beginning of the semester

 

////////Cosa (ITA)

Il tema principale del Laboratorio di Sintesi Finale è la relazione tra Design&Cibo: il “cibo” come legante fra le culture diverse esistenti nella zona e il design, e come attivatore di iniziative co-progettate, e delle soluzioni spaziali in grado di ospitarle. Il Laboratorio vuole indagare, immaginare, sperimentare e, ove possibile, realizzare, soluzioni spaziali innovative per bancarelle, street food e temporary shop interni per nuove forme di ristorazione collegate al Mercato Comunale di viale Monza.

Il processo progettuale sarà basato fortemente sui fattori del contesto reale, non solo durante la fase di ricerca ma anche durante lo sviluppo e la prototipazione del progetto: l’ambiente umano, sociale e culturale sarà oggetto di analisi al fine di sviluppare delle soluzioni progettuali context-based, ispirate ad azioni e interazioni degli utenti nello spazio, considerando i negozianti locali del mercato e gli abitanti del quartiere come risorse, fonti di dati, creatività e confronti fondamentali alla progettazione. 

Processi di co-creazione e co-design saranno infatti componenti chiave del Laboratorio, al fine di progettare soluzioni spaziali che considerino gli utenti e le loro interazioni nello spazio del Mercato Comunale con un approccio sistemico e olistico. Il Laboratorio sarà quindi caratterizzato da un continuo scambio con gli attori e i cittadini locali attraverso processi di co-design svolti sul campo, dall’attenzione anche alla dimensione del progetto dei servizi e dalla prototipazione delle soluzioni individuate. 

Attraverso una rinnovata attivazione del Mercato Comunale, il Laboratorio ha un doppio scopo: quello di sperimentare tali spazi interni urbani come hub di interazioni sociali e quello di renderli cardine di una rete di cittadini basata su servizi e spazi innovativi per il cibo, in grado di ampliarsi nel quartiere e di diventare modello per evoluzioni future.

L'obiettivo del Laboratorio si riallaccia agli ambiti di ricerca e di sperimentazione più avanzati che la Commissione europea sta promuovendo attraverso programmi di ricerca e innovazione. In particolare: 1) come gli "spazi pubblici" diano forma e siano modellati da e per valori culturali, tra cui il cibo, e come questo possa portare all’integrazione delle persone, anche a livello politico ed economico; 2) come la co-creazione di beni pubblici (servizi, spazi, strategie) in realtà possa diventare un modo per coinvolgere i cittadini e le parti interessate di tutti i tipi nella formazione dell'identità europea.

Il Laboratorio sarà quindi l’occasione di integrare la progettazione di interni, degli spazi urbani e dei servizi: dalla ricerca dei bisogni all’individuazione delle opportunità, dalla progettazione di massima a quella esecutiva, dalla individuazione dei principali attori al loro coinvolgimento nelle attività di prototipazione, dal concept alla “messa in scena” finale.

Le lezioni e le sessioni laboratoriali saranno tenute in lingua italiana e inglese. La bibliografia sarà fornita ad inizio semestre. 

 

////////Partnerships (ENG)

This design studio is in collaboration with: NoLo – Social District, “an enlarged social street, a group of citizens aiming at creating connections among people who live in NoLo who wants to know and help each other”, with DESIS Network – Design for social innovation and sustainability www.desis-network.org, with the Mercato Comunale di Viale Monza. Other partnerships are under construction. 

//////////Collaborazioni (ITA)

Il laboratorio si avvale della collaborazione di NoLo – Social District, “una social street allargata, un gruppo che ha come obiettivo creare connessioni tra le persone che vivono a NoLo e hanno voglia di conoscersi e aiutarsi”, di DESIS Network - Design for social innovation and sustainability www.desis-network.org, il Mercato Comunale di Viale Monza. Altre partnerships sono in fase di elaborazione. 

 

///////Phases (ENG)

The Final Design Studio will be divided in 3 phases and it will end with an exhibition/event in NoLo at the end of the semester. 

Phase 1

Research and analysis

This phase aims at getting to know the area through an in site visit, interviews and through research on communal market in Milan and abroad, on the market system.

The building spaces will be understood in order to starting define functional diagrams and an abacus of typologies of spatial interactions starting from the contextual analysis and the spaces potentialities. The functional diagrams will take into account both the spatial characteristic of the market and the 3 food services typologies proposed in the course’s brief (market stalls, street food devices and temporary food shops) in order to start define a joint spatial and service map.

Phase 2

Concept generation

In this phase students will be asked to develop the spatial concept together with specific insights from the service design discipline: these will be a way to strengthen the systemic view of the design of a food network and system hosted in the Communal Market space.

The spatial design will consider the market spaces as a whole.

This phase will be supported by ongoing exchange with the local actors through presentations and co-design activities.

Phase 3

Project development and Prototyping

The design will be finally focused on the detailed definition (up to a prototype level) of one or more food service typology(ies) according to project developed so far in order to be part of the final exhibition/event in NoLo at the end of the semester.

Students who would like to further develop the output of the Design Studio, could ask the professors to tutor them in the thesis work and/or to do an internship. 

 

///////Fasi (ITA)

Il Laboratorio sarà diviso in tre fasi che si concluderanno con una mostra evento nel quartiere di NoLo alla fine del semestre.

Fase 1

Ricerca e analisi

Questa fase ha lo scopo di entrare in contatto e conoscere il quartiere attraverso visite, interviste e ricerca desk sui principali mercati comunali di Milano come all’estero e sul sistema mercato.

L’edificio verrà analizzato e compreso al fine di cominciare a definirne dei diagrammi funzionali e un abaco di tipologie spaziali e di interazioni spaziali a partire dall’analisi del contesto e dalle potenzialità dello spazio. I diagrammi funzionali prenderanno in considerazione sia le caratteristiche spaziali del mercato sia le 3 tipologie di soluzioni legate al cibo proposte nel brief del corso (bancarelle, street food, temporary shop e interni per nuove forme di ristorazione) così da definirne una mappa insieme spaziale e di servizio. 

Fase 2

Generazione del concept

In questa fase sarà richiesto agli studenti di sviluppare concept spaziali insieme a specifici input dalla disciplina del design dei servizi: questa metodologia rafforzerà una visione sistemica della progettazione di spazi innovativi per il cibo all’interno del Mercato Comunale.

La progettazione prenderà in considerazione tutti gli spazi del mercato.

Questa fase sarà supportata da un continuo scambio con gli attori locali coinvolti attraverso presentazioni e attività co-progettate.

Fase 3

Sviluppo progetto e Prototipazione

La progettazione entrerà quindi nella definizione dettagliata (fino alla prototipazione di tutta o parte) di una o più tipologie di soluzioni legate al cibo in base allo sviluppo del progetto al fine di far parte della mostra/evento che avrà luogo a NoLo alla fine del semestre.

Ci sarà la possibilità di proseguire la tematica sviluppata in percorsi di tesi e/o tirocinio nel secondo semestre.

 


Note Sulla Modalità di valutazione

Le tre fasi verranno valutate separatamente e concorreranno in modo proporzionale alla valutazione finale. Saranno valutate anche l'interazione con il corpo docenti, la proattività nello svolgimento del progetto e la continuità di presenza e impegno per la durata del laboratorio. 

 

The three pahses will be separately assessed and will proportionally be part of the final evaluation. Interaction woth the teaching staff, proactivity when developing the project and engagement and committement troughout the whole design studio will be assessed too. 


Bibliografia

Mix Forme Didattiche
Tipo Forma Didattica Ore didattiche
lezione
120.0
esercitazione
30.0
laboratorio informatico
0.0
laboratorio sperimentale
9.0
progetto
0.0
laboratorio di progetto
21.0

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua / Italiano / Inglese
Disponibilità di materiale didattico/slides in lingua inglese
Disponibilità di libri di testo/bibliografia in lingua inglese
Possibilità di sostenere l'esame in lingua inglese
Disponibilità di supporto didattico in lingua inglese

Note Docente
schedaincarico v. 1.6.5 / 1.6.5
Area Servizi ICT
22/04/2021