logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2017/2018
Scuola Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni
Insegnamento 051558 - LABORATORIO DI ARCHITETTURA DEGLI INTERNI
Docente Rizzi Roberto , Sarto Luca
Cfu 10.00 Tipo insegnamento Laboratorio

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (Mag.)(ord. 270) - MI (1136) ARCHITETTURAD12AZZZZC051558 - LABORATORIO DI ARCHITETTURA DEGLI INTERNI
Arc - Urb - Cost (Mag.)(ord. 270) - MI (1195) ARCHITETTURA - AMBIENTE COSTRUITO - INTERNI - ARCHITECTURE - BUILT ENVIRONMENT - INTERIORSACIAZZZZC051558 - LABORATORIO DI ARCHITETTURA DEGLI INTERNI

Programma dettagliato e risultati di apprendimento attesi

Laboratorio di architettura degli interni

prof. Roberto Rizzi (6cfu Architettura degli Interni)

prof Luca Sarto (4cfu Fisica tecnica ambientale)

Il laboratorio affronta il progetto di architettura dal punto di vista dello spazio interno inteso come suo fenomeno fondativo e sua concreta determinazione materico-costruttiva indipendentemente dalla scala alla quale si applica, cioè non come «semplice inversione logica dello spazio esterno, ma come la stessa interiorità genetica dello spazio, la genesi e quindi la qualificazione dello spazio come tale» (De Carli).

Esso si caratterizza per una peculiare attenzione ai suoi fruitori e ai loro gesti di relazione e di apertura agli altri e al mondo, considerati per il loro valore genetico; viene colto e determinato come corpo costruito, nella dinamica, verificata fino alla scala del dettaglio, fra i suoi margini edificati, la luce che lo anima, gli arredi che lo attrezzano, i materiali e gli elementi decorativi che lo qualificano; mira a definire una precisa identità di ogni luogo progettato, nella dialettica fra impianto spaziale, figurazione, dimensionamento, aspetti strutturali, controllo ambientale, prestazioni energetiche, materiali e attrezzature fisse e mobili.

Il laboratorio pone particolare attenzione al recupero e alla rifunzionalizzazione di quel grande patrimonio edilizio e architettonico già costruito e spesso fragile, che connota gran parte del territorio e delle città italiane e che richiede al progetto di architettura, in dialettica con quello urbanistico, tecnologico e di restauro conservativo - ciascuno con le loro specificità analitiche e tecniche - di risolvere correttamente il rapporto fra progetto del nuovo e recupero dell’esistente.

In questo orizzonte il laboratorio intende sviluppare temi connessi alla complessità dell’abitare contemporaneo, in particolare quelli della residenza (sia dei nuclei di convivenza nuovi o tradizionali, sia quella temporanea e transitoria legata a fragilità dei soggetti fruitori) in dialettica con quelli degli spazi per le pratiche culturali ed identitarie, organicamente connesse nel sistema degli spazi aperti.

La trattazione, svolta attraverso le lezioni della docenza e il lavoro di ricerca e di progetto degli studenti, riguarderà gli aspetti teorici della disciplina, la sua evoluzione storica in un’ottica di lungo periodo e la sua specificità progettuale e verrà condotta parallelamente agli approfondimenti relativi al tema del progetto, che riguarderà il recupero di uno o più edifici del patrimonio residenziale pubblico milanese, la definizione di un polo dei servizi e delle attività sociali e culturali, e del sistema di connessione fra questi due elementi.

L’integrazione con le discipline della fisica tecnica ambientale consente l’approfondimento delle problematiche connesse al comfort microclimatico negli spazi residenziali di nuova edificazione e nella riqualificazione di quelli esistenti, in un’ottica di efficienza del manufatto e di risparmio energetico.


Note Sulla Modalità di valutazione

L'esame è orale e consiste nella discussione del lavoro di progetto elaborato durante l'anno.

Oltre alle verifiche settimanali svolte con i singoli gruppi, sono previsti momenti di confronto seminariale sullo stato di avanzamento del lavoro.

Nella discussione finale verrà data particolare attenzione alla capacità di sintetizzare i presupposti del progetto nelle soluzioni architettoniche proposte, anche attraverso la qualità e la chiarezza degli elaborati grafici.

 

 


Bibliografia
Risorsa bibliografica facoltativaGio Ponti, Amate l'architettura. L'architettura e' un cristallo, Editore: Vitali e Ghianda, Anno edizione: 1957, ISBN: 8881326663
Note:

riedizioni Cusl, Milano 2004, isbn 8881326663; Rizzoli, Milano 2008, isbn 9788817027755

Risorsa bibliografica facoltativaErnesto Nathan Rogers, Gli elementi del fenomeno architettonico, Editore: Guida, Anno edizione: 1981, ISBN: 8870420558
Note:

riedizione Christian Marinotti, Milano 2006, isbn 8882730662

Risorsa bibliografica facoltativaCarlo De Carli, Architettura. Spazio primario, Editore: Hoepli, Anno edizione: 1982, ISBN: 8820311313
Risorsa bibliografica facoltativaGianni Ottolini, Forma e significato in architettura, Editore: Laterza, Anno edizione: 1996, ISBN: 8842047988
Note:

riedizione Clup 2005, isbn 8870908119, Raffaello Cortina 2012, isbn 9788870431612

Risorsa bibliografica facoltativaRoberto Rizzi (a cura di), Civilta' dell'abitare, Editore: Libra immagine, Anno edizione: 2003, ISBN: 8882230643
Risorsa bibliografica facoltativaGianni Ottolini (a cura di), La stanza, Editore: Silvana editoriale, Anno edizione: 2010, ISBN: 9788836616688
Note:

si veda in particolare il saggio Roberto Rizzi e Marta Averna, Materia, spazio colore in un'architettura degli interni. L'appartamento di Vittoriano Vigan² a Milano

Risorsa bibliografica facoltativaGianni Ottolini, Il progetto delle residenze speciali. Spazi e arredi, Editore: unicopli, Anno edizione: 2008, ISBN: 9788840012483

Software utilizzato
Nessun software richiesto

Mix Forme Didattiche
Tipo Forma Didattica Ore didattiche
lezione
40.0
esercitazione
0.0
laboratorio informatico
0.0
laboratorio sperimentale
0.0
progetto
0.0
laboratorio di progetto
80.0

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
Possibilità di sostenere l'esame in lingua inglese
Disponibilità di supporto didattico in lingua inglese

Note Docente
schedaincarico v. 1.6.9 / 1.6.9
Area Servizi ICT
30/11/2021