logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2016/2017
Scuola Scuola del Design
Insegnamento 098328 - INTERNI CONTEMPORANEI
Docente Irace Fulvio
Cfu 6.00 Tipo insegnamento Monodisciplinare

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Des (Mag.)(ord. 270) - BV (1092) DESIGN DEGLI INTERNI - INTERIOR DESIGNI_1AZZZZ098328 - INTERNI CONTEMPORANEI

Programma dettagliato e risultati di apprendimento attesi

Il corso si propone come una ricerca sulla natura ibrida dello spazio contemporaneo, focalizzandosi su quella nozione allargata di “interno” avviata dalla rivoluzione modernista a cavallo del secolo scorso e spinta oggi dalla cultura digitale alle sue estreme e imprevedibili conseguenze.

Il corso si propone dunque di esaminare, attraverso una serie di casi studio, i passaggi fondamentali di queste trasformazioni strutturali che interessano la natua stessa dello spazio pubblico e privato, nonché i  cambiamento di gusto e le aspettative sociali, mettendo in evidenza il ruolo sempre più importante assunto dalla definizione dei nuovi paesaggi.

Una serie di lezioni monografiche cercherà di strutturare dei temi che mettono in discussione le certezze disciplinari di una cultura del progetto monodirezionata, mettendo in risalto delle linee di azione che si svolgono nell’arco di un secolo , per modo che lo studio del passato  avvenga alla luce della sensibilità del  presente.

Verranno presi in esame il ruolo delle avanguardie nella critica al funzionalismo e nella prefigurazione della città contemporanea, riproponendo una lettura di gruppi come l’Internazionale situazionista , i Radicals, le utopie tecnologiche , megastrutturali, e virtuali.

Un’attenzione particolare sarà dedicata all’analisi dei rapporti tra arti , architettura, design sia nel senso della collaborazione, sia in quello della contaminazione tra vari media nell’elaborazione di una nuova visione dei concetti di spazio, d’uso, e di socialità. Il tema del “futuro” – costante di tutto il pensiero della cultura occidentale dall’era della prima industrializzazione in avanti – sarà indagato nella varietà di proposte di nuovi spazi domestici e urbani, sino alle estreme conseguenze provocate dallo stabilizzarsi dei media digitali nella proposta di realtà virtuali.

I temi di studio comprenderanno i seguenti argomenti:

Dai Grandi magazzini ai Village Outlets.

La città come opera d’arte: Parigi impressionista e situazionista.

Visioni del flaneur contemporaneo.

Dall’ Internazionale situazionista a Occupy wall Street : nuove cartografie della città.

Radicals: arte come antropologia dell’uomo moderno.

La città che si rinnova: estetica della vetrina

Dal Crystal Palace al Fun Palace: i diritti dell ‘homo ludens all’uso della città.

Interni ibridi: walkways, mall, aree pedonali, waterfront, aree dismesse e marginali.

Estetica dei superluoghi: i musei

Arte e ambiente: dall’ estetica dell’autocostruzione al sovvertimento dell’abitare.

House of the future: dal progetto architettonico alla prefigurazione del cinema.

Stanze: luoghi dell’abitare provvisorio.

Finestre: elementi costruttivi e metafora dello sguardo.

Progettare le rovine: vivere il trash.

La parte finale del corso si propone di esaminare i lasciti di questa rivoluzione nell’architettura d'interni degli ultimi decenni, lasciando spazio alla diretta voce di alcuni dei grandi protagonisti della scena italiana. Saranno organizzate visite a mostre e a luoghi pertinenti i temi del corso, considerate come parte integrante dell’intero ciclo di lezioni, per il quale è obbligatoria la frequenza.

.


Note Sulla Modalità di valutazione

L'esame verterà su un colloquio cui si accede con la presentazione di uno o più lavori da concordare durante l'anno con il docente e i suoi assistenti. Si richiede la compilazione di un quaderno di appunti delle lezioni che sarà parte integrante della presentazione finale. Il corso prevede anche la visita a mostre, musei, luoghi pubblici e privati, di cui lo studente sarà incaricato di redigere un report nelle forme concordate. Su alcuni dei temi considerati saranno forniti di volta in volta una bibliografia specifica o abstract di testi, da consultare sulla piattaforma online. Per una valutazione generale si propone inoltre la lettura di almeno uno dei testi riportati in bibliografia.


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaAnna Chiara Cimoli, Musei effimeri. Allestimenti di mostre in Italia 1949/1963, Editore: Il Saggiatore, Anno edizione: 2007
Risorsa bibliografica obbligatoriaFulvio Irace, Dimenticare Vitruvio, Editore: Lampi di Stampa, Anno edizione: 2008
Risorsa bibliografica obbligatoriaIñaki Ábalos, Il Buon abitare. Pensare le case della modernità, Editore: Christian Marinotti, Anno edizione: 2009
Risorsa bibliografica obbligatoriaPenny Spark, Interni moderni. Spazi pubblici e privati dal 1850 a oggi, Editore: Einaudi, Anno edizione: 2011
Risorsa bibliografica obbligatoriaF. Irace (a cura di), Storie di Interni. L'architettura dello spazio domestico moderno, Editore: Carocci, Anno edizione: 2015

Software utilizzato
Nessun software richiesto

Mix Forme Didattiche
Tipo Forma Didattica Ore didattiche
lezione
43.0
esercitazione
7.0
laboratorio informatico
0.0
laboratorio sperimentale
0.0
progetto
0.0
laboratorio di progetto
0.0

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
Disponibilità di materiale didattico/slides in lingua inglese
Disponibilità di libri di testo/bibliografia in lingua inglese
Possibilità di sostenere l'esame in lingua inglese

Note Docente
schedaincarico v. 1.6.8 / 1.6.8
Area Servizi ICT
18/09/2021