logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2016/2017
Scuola Scuola del Design
Insegnamento 097373 - LABORATORIO DI ELEMENTI VISIVI DEL PROGETTO
Docente Vignati Arianna , Vitale Giovanna
Cfu 12.00 Tipo insegnamento Laboratorio

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Des (1 liv.)(ord. 270) - BV (1090) DESIGN DEL PRODOTTO INDUSTRIALEP1AZZZZA097373 - LABORATORIO DI ELEMENTI VISIVI DEL PROGETTO
Des (1 liv.)(ord. 270) - BV (1156) DESIGN DEL PRODOTTO INDUSTRIALEARRACASADEIA082630 - LABORATORIO DI ELEMENTI VISIVI DEL PROGETTO
NDVACASADEIA082630 - LABORATORIO DI ELEMENTI VISIVI DEL PROGETTO
PROACASADEIA082630 - LABORATORIO DI ELEMENTI VISIVI DEL PROGETTO

Programma dettagliato e risultati di apprendimento attesi

Il Laboratorio di Elementi visivi del progetto costituisce il luogo della propedeusi alle culture visive del progetto.
Suo obiettivo è avvicinare gli studenti del 1° anno, attraverso una serie di esercitazioni pre-progettuali e un progetto finale di media complessità, alla comprensione dei diversi livelli del mondo degli artefatti dal punto di vista formale, visivo, percettivo, espressivo e comunicativo.
Parallelamente, gli studenti sperimenteranno e apprenderanno strumenti operativi per comunicare e raccontare il percorso progettuale attraverso layout, immagini, visualizzazioni ed elementi sensoriali.
Il tema di analisi e progetto sarà scelto a inizio semestre tra tipologie di prodotti a bassa complessità e sarà mantenuto per tutto il semestre.

Le esercitazioni pre-progettuali utilizzeranno un approccio di basic design per analizzare:
- i caratteri morfologici degli artefatti: esercizi per la sensibilizzazione della percezione visiva di elementi bi/tridimensionali per lo sviluppo delle capacità di gestione della loro configurazione, attraverso la scoperta di criteri compositivi e formali che si riveleranno utili come strumenti di analisi e progetto;
- i caratteri visivi, comunicativi, espressivo-sensoriali come la temperatura, la luce, la sonorità, il colore, la tattilità, caratteristiche dell'oggetto -reali o percepite- che costituiscono importanti elementi nella costruzione della immagine del prodotto e della sua qualità estetica;
- i caratteri materici e l'importanza della loro scelta non solo in risposta alle funzioni e prestazioni dell'oggetto ma anche nella costruzione dell'identità espressiva dell'oggetto.
 
Questa prima fase porterà a focalizzare l’attenzione su due concetti fondamentali:
- le tipologie come forme archetipiche che hanno sedimentato e cristallizzato le risposte più idonee ad interpretare il rapporto forma-funzione e la loro evoluzione in riferimento ai caratteri tecnologici, produttivi, materici, stilistici, linguistici dei diversi contesti storico-culturali;
- gli elementi culturali dei contesti d'uso degli oggetti come fattori che ne influenzano senso, forma e significato attraverso estetiche e grammatiche in grado di riconfigurare/imitare alternative concorrenti, esistenti e/o possibili, in un determinato momento storico, su base situata;

Questi due elementi (innovazione tipologica e culturale) costituiranno il brief principale del progetto finale, nel quale lo studente sarà chiamato a reinterpretare e applicare tutte le conoscenze e competenze acquisite durante lo svolgimento delle esercitazioni, attraverso l’adozione di una attitudine “sistemica” che combini caratteri morfologici, tipologici, culturali, materici, comunicativi, espressivo-sensoriali come variabili di costruzione della forma e del senso degli oggetti.
Particolare attenzione verrà data agli aspetti espressivo-sensoriali e comunicativi nella definizione degli elementi visivi del prodotto finale.
 
Bibliografia
De Martino Mariella, Tra ragione ed emozione: il significato della forma degli oggetti, Editore: Alinea, Anno edizione: 2007
Centro Ricerche e Sviluppo Giorgetti, Posate, Editore: Corraini, Anno edizione: 1997
Ferrara Marinella e Lucibello Sabrina (a cura di), Design follows materials, Editore: Alinea, Anno edizione: 2009
Hara Kenya, Designing Design, Editore: Lars Muller Publishers, Anno edizione: 2008
Lupo Eleonora, Lupo E., “La natura relazionale degli artefatti. Processi di significazione della cultura contemporanea”, in Celi M., Formia E. (ed. by), HumanitiesDesign Lab: La cultura del progetto e le scienze umane e sociali, Maggioli Editore, 2016
Riccò Dina, Sinestesie per il design, Editore: Etas, Anno edizione: 1999
Vitale Giovanna, “Design di sistema per le istituzioni culturali. Il museo empatico”, Zanichelli Editore, 2013.

 


Note Sulla Modalità di valutazione
 

Bibliografia

Mix Forme Didattiche
Tipo Forma Didattica Ore didattiche
lezione
80.0
esercitazione
20.0
laboratorio informatico
0.0
laboratorio sperimentale
6.0
progetto
0.0
laboratorio di progetto
14.0

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano

Note Docente
schedaincarico v. 1.6.5 / 1.6.5
Area Servizi ICT
12/05/2021