logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2016/2017
Scuola Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni
Insegnamento 099386 - LABORATORIO DI PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA 3
Docente Bassoli Caterina , Guidarini Stefano
Cfu 12.00 Tipo insegnamento Laboratorio

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (1 liv.)(ord. 270) - MI (1094) PROGETTAZIONE DELL'ARCHITETTURAMIAAZZZZN099386 - LABORATORIO DI PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA 3

Programma dettagliato e risultati di apprendimento attesi

POLITECNICO DI MILANO. SCUOLA DI ARCHITETTURA URBANISTICA INGEGNERIA DELLE COSTRUZIONI. A.A. 2016-2017

CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN PROGETTAZIONE DELL’ARCHITETTURA. LABORATORIO DI PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA 3 – III ANNO – I Semestre

Composizione architettonica: prof. Stefano Guidarini. Progettazione architettonica: prof. Nina Bassoli. Collaboratori: architetti Marcello Bondavalli, Nicola Brenna, Carlo Alberto Tagliabue

______________________________________________________________________________________________________________________________

 Il Laboratorio si pone l’obiettivo di fornire le competenze necessarie al progetto d’architettura, che è inteso come una successione ragionata di scelte coerenti, dalla scala urbana al dettaglio architettonico.

 Il Laboratorio si prefigge anche di fornire agli studenti una consapevolezza urbana. Ciò significa rendersi conto che la città e il territorio sono immensi depositi di progetti che si avvicendano nel tempo, a volte completandosi in un’ottica di continuità e a volte negando le idee e le previsioni precedenti. Progettare vuol dire quindi proporre soluzioni attuali e adeguate che, secondo i casi specifici, possono essere di continuità o di rottura con gli assetti precedenti.

 Il tema riguarda la progettazione di luoghi pubblici e di edifici per la residenza, il terziario, il commercio e i servizi, dei quali si approfondiscono le relazioni con la complessità funzionale e infrastrutturale della realtà urbana contemporanea.

 La definizione dello spazio aperto ha un ruolo fondamentale. Gli edifici possono essere visti come una particolare concentrazione di materia edilizia all’interno di un più generale progetto del suolo.

Particolare importanza ha il problema della logica costruttiva, intesa come insieme di coerenze logiche tra spazio, linguaggio, distribuzione, tecnologia, impianti e strutture, contro l’arbitrarietà della forma.

 

 MODALITA’ DI LAVORO

Il progetto è svolto durante il primo semestre. I docenti seguiranno gli studenti per tutta l’evoluzione del progetto. Agli studenti saranno forniti i materiali cartografici di base.

Gli studenti saranno divisi in gruppi, min. 2 e max 3 persone ciascuno. La composizione dei gruppi è lasciata agli studenti, salvo verifica dei docenti.

 

MODALITA’ D’ESAME

L’esame consiste in una discussione sul progetto e in una verifica orale degli argomenti trattati nella bibliografia e delle lezioni.

Per sostenere l’esame lo studente dovrà aver dimostrato di essere presente ad almeno il 75% delle lezioni 

 

AREE DI PROGETTO

Le aree d’intervento sono a Milano, in zona Bovisa.

 

CONTENUTI FUNZIONALI

Si procederà nel seguente modo:

a. Assegnazione dell’area di progetto.

b. Discussione con ciascun gruppo per la redazione del programma funzionale.

c. Progetto.

 

Saranno approfonditi i rapporti tra la residenza e lo spazio pubblico della città. Non saranno previsti spazi aperti privati al piano terra (corti, cortili, giardini privati o condominiali, ecc.).

Saranno approfonditi anche i temi della residenza temporanea. Per quanto riguarda le residenze per studenti, verranno forniti criteri progettuali e normative.

 

 

ELENCO ELABORATI - esame finale

Gli elaborati grafici relativi al progetto saranno i seguenti:

 

  1. Tavola riassuntiva delle simulazioni progettuali.

Questa tavola dovrà riportare, in forma diagrammatica (con disegni e brevi frasi sintetiche), i vincoli e i gradi di libertà del contesto e del tema, gli obiettivi in termini funzionali e sul piano della qualità urbana, le scelte di progetto per raggiungere gli obiettivi.

 

  1. Una breve relazione di progetto (max 2000 battute).

La relazione dovrà riportare in modo sintetico i criteri generali del progetto e i seguenti dati: St: Superficie territoriale dell’area di progetto; V: Volume complessivo fuori terra di progetto; Slp: Superficie lorda di pavimento degli edifici; Sc: Superficie coperta; Ut: Indice di utilizzazione territoriale = Slp/St.

 

  1. Planivolumetrico generale del progetto con le ombre, scala 1:2000.

Pianta delle coperture con le ombre e planimetria degli spazi aperti.

 

  1. Planimetria dei piani terra inserita nel contesto 1:500.

Attacchi a terra degli edifici. Ingressi al piano terra. Elementi di definizione dello spazio aperto (alberature e siepi, modificazioni del terreno, sistemazioni a terra, marciapiedi, strade veicolari, manufatti della MM, elementi principali delle pavimentazioni).

 

  1. Piante dei piani terra e dei piani superiori, scala 1:200.

Indicazione degli ingombri degli arredi e dei sanitari.

Indicazione degli elementi strutturali. Stratigrafie dei muri perimetrali e dei divisori interni. Dovranno essere indicate le principali asole e/o i cavedi degli impianti.

 

  1. Sezioni e prospetti degli edifici e dello spazio pubblico in scala 1:200. Prospetti degli edifici esistenti disegnati sullo sfondo con un tratto grigio o puntinato (si devono percepire come sfondo).

 

  1. Sezioni costruttive, scala 1:20

Sezioni costruttive verticali e prospetti delle facciate.

 

  1. Viste prospettiche.

Fotomontaggio / rendering presi dai punti significativi dello spazio pubblico. Le viste devono contenere le indicazioni essenziali sui materiali e sulle soluzioni architettoniche dello spazio pubblico.

 

  1. Plastico del progetto inserito nell’area in scala minima 1:500.

 

E’ prevista una consegna intermedia nel mese di novembre.

 

Al momento dell’esame dovrà essere consegnato un CD contenente tutti gli elaborati di progetto, in formato JPG.

La resa grafica del progetto è materia di giudizio. Una scelta sbagliata degli stili di stampa sarà considerata come un disegno male eseguito.

 

Bibliografia

- Rafael Moneo, Inquietudine teorica e strategia progettuale nell’opera di otto architetti contemporanei, Electa, Milano 2007.

- Le parole dell’architettura. Un’antologia di testi storici e critici: 1945-2000, a cura di Marco Biraghi e Giovanni Damiani, Einaudi, Torino 2009.

- Stefano Guidarini, Il mutevole concetto di tipo, Maggioli Editore, Santarcangelo di Romagna 2009.

- Giordana Ferri, Luciana Pacucci, Realizzare Housing Sociale. Promemoria per chi progetta, Bruno Mondadori-Pearson Italia, Milano 2015.

 

Oltre alla bibliografia specifica che sarà fornita durante il semestre.

 


Note Sulla Modalità di valutazione

MODALITA’ D’ESAME

L’esame consiste in una discussione sul progetto e in una verifica orale degli argomenti trattati nella bibliografia e delle lezioni.

Per sostenere l’esame lo studente dovrà aver dimostrato di essere presente ad almeno il 75% delle lezioni.

 

Le modalità attraverso cui le diverse attività didattiche previste contribuiscono al raggiungimento dei risultati di apprendimento attesi sono definite in accordo con i seguenti cinque Descrittori di Dublino:
1 Conoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding)
2 Capacità di applicare conoscenza e comprensione (applying knowledge and understanding)
3 Autonomia di giudizio (making judgements)
4 Abilità comunicative (communication skills)
5 Capacità di apprendimento (learning skills)


Bibliografia

Software utilizzato
Nessun software richiesto

Mix Forme Didattiche
Tipo Forma Didattica Ore didattiche
lezione
56.0
esercitazione
39.0
laboratorio informatico
0.0
laboratorio sperimentale
0.0
progetto
0.0
laboratorio di progetto
62.0

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano

Note Docente
schedaincarico v. 1.6.8 / 1.6.8
Area Servizi ICT
04/08/2021