Politecnico di Milano
SchedaIncarico
 
Funzioni disponibili
Uscita

Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2015/2016
Scuola Scuola di Architettura e Società
Insegnamento 089992 - CI INNOVAZIONE TECNOLOGICA E CONTROLLO AMBIENTALE
Docente Castiglioni Lucia , Lavagna Monica
Cfu 8.00 Tipo insegnamento Corso Integrato


Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (Mag.)(ord. 270) - MI (1136) ARCHITETTURAT12AZZZZA089992 - CI INNOVAZIONE TECNOLOGICA E CONTROLLO AMBIENTALE

Programma dettagliato e risultati di apprendimento attesi

CI Innovazione tecnologica e controllo ambientale

 

Organismi edilizi, sistemi e componenti ecoefficienti, prof. Elisabetta Ginelli

Efficienza ambientale nel ciclo di vita dell’edificio, prof. Monica Lavagna

 

Il corso ha l’obiettivo di far acquisire agli studenti la capacità di gestire il rapporto tra requisiti, scelte di progetto e realizzabilità del progetto, con particolare attenzione alle innovazioni di prodotto e di processo orientate alla eco-efficienza.  Il corso mira a fornire un approccio progettuale consapevole delle ripercussioni ambientali delle scelte progettuali tramite l’acquisizione di conoscenze culturali e tecniche e di strumenti di valutazione della qualità ambientale delle alternative progettuali in relazione alle diverse fasi del ciclo di vita edilizio.

Progettare responsabilmente in un’ottica di sostenibilità ambientale (sociale ed economica) richiede oggi un allargamento dello sguardo a tutte del fasi del processo edilizio che si collocano a monte e a valle della vita dell’edificio: occorre infatti confrontarsi con i processi produttivi, con la provenienza dei materiali edili, con le tecniche realizzative e di messa in opera, con la gestione dell’edificio, con le modalità di dismissione e smaltimento dei rifiuti da demolizione. Per operare scelte consapevoli occorre avere a disposizione dati relativi alle prestazioni dei prodotti e agli impatti ambientali generati lungo il ciclo di vita in modo da poter comparare l’efficienza ambientale delle alternative progettuali.

I temi affrontati nel corso sono collocati in un preciso ambito culturale disciplinare che assume:

-il progetto di architettura come risultato di un processo culturale complesso, configurato da molteplici variabili multi e interscalari, in cui la capacità di analisi, selezione e governo sostanzia la qualità complessiva dell’opera/ dei sistemi edilizi;

- l’azione di progettazione come atto “regolatore” della fase costruttiva e di vita utile della risultante progettuale, in cui le capacità di messa a sistema delle informazioni e le abilità tecniche, dalla fase della programmazione e concezione all’aggiudicazione dei lavori, costruzione e gestione, giocano un ruolo sostanziale nel passaggio tra ”idea” e “oggetto reale”.

Gli argomenti delle lezioni verranno approfonditi tramite ll’illustrazione di numerosi interventi di social housing, oggetto ed ambito applicativo specifico dei temi trattati. I casi presentati, nazionali ed internazionali recenti, verranno considerati casi studio paradigmatici per la comprensione delle tematiche trattate.


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaPier Angiolo Cetica, La scelta di progettare. Paradigmi per una architettura della vita, Editore: Angelo Pontecorboli, Anno edizione: 2003, ISBN: 8888461051
Risorsa bibliografica obbligatoriaFrancoise-Hélène Jourda, Petit manuel de la conception durable, Editore: Paris : Archibooks + Sautereau, Anno edizione: 2010, ISBN: 978-23-573-3075-7
Risorsa bibliografica obbligatoriaElisabetta Ginelli, Elio Bosio, Warner Sirtori, Lucia Castiglioni, Andrea Bosio, TERRITORI SPAZI TECNOLOGIE DELL'ABITARE. Progettare un futuro possibile, Editore: Aracne editrice, Roma, Anno edizione: 2013, ISBN: 9788854859210
Risorsa bibliografica obbligatoriaE. Bosio, W. Sirtori (a cura), ABITARE. Il progetto della residenza sociale fra tradizione e innovazione, Editore: Maggioli, Anno edizione: 2010, ISBN: 978883875764X
Note:

Si veda in particolare il capitolo: Elisabetta Ginelli, La flessibilità tecno-tipologica nelle soluzioni progettuali e costruttive.

Risorsa bibliografica obbligatoriaMonica Lavagna, Life Cycle Assessment in edilizia, Editore: Hoepli, Anno edizione: 2008, ISBN: 9788820340759

Mix Forme Didattiche
Tipo Forma Didattica Ore didattiche
lezione
38.0
esercitazione
46.0

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano

Note Sulla Modalità di valutazione

L'accesso all'esame, sia per gli studenti frequentanti sia per gli studenti non frequentanti, è subordinato allo svolgimento di un'esercitazione, svolta in gruppo da un massimo di tre componenti, riguardante l'analisi di un caso studio concordato con la docenza.

Per gli studenti frequentanti la valutazione si basa su elaborati in itinere e colloquio orale finale sulla bibliografia citata nel programma,  sui temi trattati nelle lezioni e sugli esiti della esercitazione riguardante l'analisi del caso studio concordato con la docenza.

Per gli studenti non frequentanti la valutazione si basa su un colloquio orale finale su una bibliografia specifica che verrà fornita all'inizio del corso e sugli esiti della esercitazione riguardante l'analisi del caso studio concordato con la docenza.

Il programma dettagliato delle lezioni, la bibliografia specifica per i non frequentanti, il programma delle attività di supporto (seminari, ecc.), i testi relativi all'esercitazione e relative scadenze, le slide delle lezioni, verranno compiutamente forniti all’inizio dell’attività didattica attraverso la pubblicazione sul sito di corsi online BeeP.

Per sostenere l'esame gli studenti, frequentanti e non, dovranno consegnare una settimana prima la data di appello prescelta la documentazione relativa all'esercitazione.

I docenti applicano le seguenti modalità di verifica:

-prove scritte in itinere con domande di carattere teorico a risposta aperta sugli argomenti del corso con valutazione del grado di conoscenza, delle capacità di apprendimento e capacità di comprensione dei temi (valutazione del singolo studente);
- svolgimento di attività esercitativa (semestrale) per verificare la capacità di applicare conoscenze e comprensione anche con autonomia di giudizio (valutazione di gruppo);

- prova orale o scritta finale con domande di collegamento tra gli argomenti del corso e l’argomento oggetto dell’esercitazione per verificare l'autonomia di giudizio e le abilità comunicative.

22/11/2017 Area Servizi ICT v. 1.2.3 / 1.2.3