logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2014/2015
Scuola Scuola di Architettura e Società
Insegnamento 095957 - FONDAMENTI DELLA RAPPRESENTAZIONE
Docente Salerno Rossella
Cfu 8.00 Tipo insegnamento Monodisciplinare

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (1 liv.)(ord. 270) - MI (1094) PROGETTAZIONE DELL'ARCHITETTURAMIAABORNAGHI FRANCESCA095957 - FONDAMENTI DELLA RAPPRESENTAZIONE

Programma comune

Il corso intende sviluppare i fondamenti teorici e operativi della rappresentazione grafica per l’architettura nelle varie espressioni dimensionali e di contesto; approfondire le relazioni fra spazio, figura, misura, modello; operare sulle connessioni fra strutture geometriche e dispositivi grafici; evidenziare il ruolo dei principi e dei procedimenti proiettivi nella generazione di immagini e modelli analogici e digitali, nella percezione visiva e nei dispositivi ottici, con riferimento al loro impiego nel rilievo e nel progetto.

La valutazione è finalizzata alla verifica dei seguenti obiettivi formativi:

•prova orale: conoscenza e comprensione; capacità di formulare giudizi; abilità comunicative;

•valutazione degli elaborati: capacità di applicare conoscenza e comprensione; capacità di formulare giudizi; capacità di apprendimento; abilità comunicative.

Richiedendosi agli studenti la collaborazione, in piccoli gruppi di lavoro, su aspetti specifici (misurazioni, realizzazione delle maquette, organizzazione del lavoro), sarà anche verificata l’attitudine e la capacità di operare in team.

 


Programma dettagliato e risultati di apprendimento attesi

Il corso monografico di Fondamenti della rappresentazione, di durata semestrale, fornisce le basi teoriche, metodologiche e operative della disciplina, incentrandola sullo spazio architettonico, urbano e territoriale e intendendola nelle sue valenze analitiche e formative.

Il corso intende pertanto sviluppare i fondamenti teorici e operativi della rappresentazione grafica per l’architettura nelle varie espressioni dimensionali e di contesto; approfondire le relazioni fra spazio, figura, misura, modello; operare sulle connessioni fra strutture geometriche e dispositivi grafici; evidenziare il ruolo dei principi e dei procedimenti proiettivi nella generazione di immagini e modelli analogici e digitali, nella percezione visiva e nei dispositivi ottici, con riferimento al loro impiego nel rilievo e nel progetto.

 

Contenuti e articolazione

L’articolazione dei contenuti si correla strettamente alle attività progettuali, si riferisce alle diverse scale dello spazio architettonico e prevede, in linea di massima, uno svolgimento per fasi:

 

Lettura

Natura e struttura delle immagini e dei modelli impiegati in architettura, prima distinzione tra forme proiettive e non-proiettive, privilegiando un approccio intuitivo volto a fornire conoscenze e abilità di base immediatamente spendibili nella modalità del disegno a mano libera al fine di favorire un rapido ed efficace avvio delle attività laboratoriali coordinate.

Si prevedono le seguenti attività esercitative: lettura di immagini fotografiche, disegni, cartografie, modelli. Parziale riproduzione di immagini, a vista e per ricalco, eseguita a mano libera. Estrazione di schemi qualitativi, costruzione di sintetiche proiezioni aggiuntive. Osservazione delle proiezioni d’ombra nella realtà e nell’immagine, col supporto della fotografia. Schematizzazione grafica della figura umana.

 

Misura

Introduzione al disegno dal vero. Osservazione, riconoscimento e classificazione delle configurazioni architettoniche reali. Valutazione dei rapporti dimensionali e dei valori di scala. Modellizzazione geometrica e schematizzazione grafica degli spazi, in forma topologica e proiettiva, mediante il disegno a mano libera. Metodi e tecniche del rilevamento diretto. Restituzione grafica. Introduzione al disegno tecnico tradizionale e all’ambiente CAD 2D.

Si prevedono le seguenti attività esercitative: interpretazione della forma architettonica mediante sintetici schizzi di studio elaborati nelle varie forme della rappresentazione. Pianificazione delle riprese fotografiche e dei disegni a supporto delle operazioni di rilevamento. Elaborazione di schemi planimetrici e altimetrici dal vero, di insieme e di dettaglio (eidotipi, monografie), integrati da schemi assonometrici e prospettici. Acquisizione dei dati metrici: traguardi, allineamenti, livellazioni, trilaterazioni, misurazione e annotazione delle misure. Restituzione grafica a matita e al CAD 2D.

 

Proiezione

Approfondimento dei principi, dei metodi e dei procedimenti della rappresentazione proiettiva precedentemente introdotti. Proiezioni ortogonali e topografiche, e relative ombre: pianta, sezione, prospetto-sezione, profilo, sviluppo. Proiezioni assonometriche, e relative ombre: classificazione e proprietà, veduta, spaccato, esploso. Proiezioni prospettiche, e relative ombre: a quadro verticale, inclinato, orizzontale, veduta, spaccato, esploso. Relazioni omologiche: introduzione. Introduzione alla visualizzazione in ambiente CAD 3D.

Si prevedono le seguenti attività esercitative: rappresentazione di spazi caratterizzati da superfici piane e curve. Progettazione delle viste mediante disegno a mano libera. Trascrizione e impostazione grafica delle medesime viste nel disegno tecnico tradizionale, a matita, con riga e compasso, su carta trasparente. Esercizi di visualizzazione di semplici configurazioni in ambiente CAD 3D.

 

Costruzione

Risoluzione di problemi metrici e di posizione per via grafica, sfruttando i legami proiettivi fra immagini omologhe. Relazioni omologiche: approfondimenti. Intersezione fra configurazioni spaziali, determinazione della vera forma di elementi piani, studio delle configurazioni d’ombra, soluzione di semplici problemi topografici. Cenni di fotogrammetria elementare. Risoluzione di problemi metrici e formali in ambiente CAD 3D. Proiezioni grafiche e dati metrici nella realizzazione di maquette.

Si prevedono le seguenti attività esercitative: ricerca delle intersezioni e della vera forma di elementi appartenenti a spazi caratterizzati da superfici piane e curve. Progettazione delle costruzioni mediante disegno a mano libera. Trascrizione e impostazione grafica delle medesime costruzioni nel disegno tecnico, da eseguire a matita, con riga e compasso, su carta trasparente. Individuazione delle strutture proiettive nell’immagine fotografica. Esercizi di composizione e scomposizione di configurazioni notevoli in ambiente CAD 3D. Registrazione dei dati metrici e topografici ad uso modellistico.

 

Modellazione

Progetto e uso della rappresentazione. Integrazione grafica fra codici della rappresentazione analogica, digitale, e delle maquette. Impiego combinato delle forme di rappresentazione. Gestione delle viste, delle luci, e delle ombre. Organizzazione degli elaborati in funzione del tema e delle fasi di lavoro. Cenni sull’archiviazione cartacea e digitale degli elaborati.

Si prevedono le seguenti attività esercitative: integrazione fra gli elaborati precedentemente sviluppati: schizzi, disegni, modelli, maquette. Archiviazione e consegna del lavoro svolto.


Note Sulla Modalità di valutazione

La valutazione finale sarà individuale, si svolgerà alla fine del semestre e si baserà su una prova orale sui contenuti teorici, sulla bibliografia e sull’esame degli elaborati svolti. 

Prevedendo il corso diverse unità tematiche, al termine di ciascuna unità gli allievi saranno pre-valutati e messi a conoscenza degli aspetti teorici e pratici da approfondire.  

La valutazione è finalizzata alla verifica dei seguenti obiettivi formativi:

prova orale: conoscenza e comprensione; capacità di formulare giudizi; abilità comunicative

valutazione degli elaborati: applicare conoscenza e comprensione; capacità di formulare giudizi; capacità di apprendimento; abilità comunicative

Richiedendosi agli studenti la collaborazione, in piccoli gruppi di lavoro, su aspetti specifici (misurazioni, realizzazione delle maquette, organizzazione del lavoro), sarà anche verificata l’attitudine e la capacità di operare in team

Copia digitale degli elaborati svolti (disegni, maquette, modelli digitali, altro) sarà consegnata al docente su CD-ROM o DVD-ROM prima della data d’esame


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaDocci Mario, Maestri Diego, Gaiani Marco, Scienza del Disegno, Editore: CittàStudiEdizioni, Torino, Anno edizione: 2011, ISBN: 9788825173673
Risorsa bibliografica obbligatoriaDocci Mario - Maestri, Diego, Manuale di rilevamento architettonico e urbano, Editore: Laterza, Anno edizione: 2012, ISBN: 9788842090687

Software utilizzato
Nessun software richiesto

Mix Forme Didattiche
Tipo Forma Didattica Ore didattiche
lezione
60.0
esercitazione
20.0

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
Disponibilità di materiale didattico/slides in lingua inglese
Disponibilità di libri di testo/bibliografia in lingua inglese
Possibilità di sostenere l'esame in lingua inglese
Disponibilità di supporto didattico in lingua inglese

Note Docente
Altre bibliografie specifiche verranno fornite nell'ambito dei singoli corsi
schedaincarico v. 1.6.9 / 1.6.9
Area Servizi ICT
22/10/2021