logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2014/2015
Scuola Scuola di Architettura e Società
Insegnamento 083637 - CI ARCHEOLOGIA E DIAGNOSTICA DEL COSTRUITO
Docente Saggioro Fabio , Tedeschi Cristina
Cfu 8.00 Tipo insegnamento Corso Integrato

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (Mag.)(ord. 270) - MI (1136) ARCHITETTURAM12AZZZZ083637 - CI ARCHEOLOGIA E DIAGNOSTICA DEL COSTRUITO
A083637 - CI ARCHEOLOGIA E DIAGNOSTICA DEL COSTRUITO

Programma dettagliato e risultati di apprendimento attesi

Obiettivo del corso è quello di illustrare metodi e problemi nella lettura degli edifici storici attraverso lezioni frontali ed esercitazioni pratiche.

Le lezioni mostreranno gli approcci che vengono adottati in campo architettonico e archeologico per un progetto volto alla conoscenza storica del costruito e del sepolto; per l’individuazione delle fasi costruttive che compongono le strutture e per le procedure di definizione delle Unità Stratigrafiche (caratteristiche, problemi, scheda, campionature, etc) e più in generale dei diversi elementi che compongono l’edificio (materiali, elementi decorativi, etc.). Obiettivo primario sarà inoltre fornire agli studenti gli strumenti base per lo studio dei materiali del costruito storico, per l’analisi del degrado e delle sue cause.

Obiettivi formativi: inquadramento delle principali tematiche legate all’edilizia residenziale d’età medievale (caratteristiche e processi tecnologici di costruzione) e ai metodi d’indagine stratigrafica e archeometrica per la comprensione delle architetture (sepolte e in elevato).

Prerequisiti: conoscenze storiche generali.

Contenuto del corso: Il corso si articola in 2 parti:

  1. illustrazione delle caratteristiche della cultura materiale legate all’edilizia (principalmente d’età medievale): caratteristiche e strutture dell’insediamento urbano e rurale, edilizia residenziale, processi di produzione e di costruzione, reperimento delle risorse materiali (pietra, legno, etc.), lavorazione delle stesse. Le lezioni vedranno quindi trattati i problemi storico-sociali e gli approcci teorico-metodologici adottati nella ricerca.

  2. Si presenteranno le caratteristiche fondamentali di approccio stratigrafico alla lettura delle strutture in elevato, derivate dalle discipline archeologiche (applicazione e contributo dell’archeometria, stratigrafia dell’alzato, etc.), nonchè un quadro generale degli approcci allo scavo archeologico e alle metodologie di analisi territoriale. 

    Tramite la lettura stratigrafica dell’elevato si vuole fornire un primo approccio metodologico utile per l’analisi delle fasi costruttive e dei processi che caratterizzano un edificio nel corso del tempo. Questi temi saranno affrontati attraverso lo studio dei materiali, delle tecniche di messa in opera e delle diverse produzioni che comportano la costruzione dell’edificio stesso (risorse, processi produttivi, distribuzione, etc.). Verranno quindi illustrati gli approcci possibili di analisi archeometrica sui materiali (laterizio, calce, etc.) mostrando le possibili metodologie ed esempi di indagine realizzata.

 Il corso prevede anche esercitazioni pratiche di stratigrafia archeologica, esempi di schedatura.

Lezioni frontali, esercitazioni pratiche e seminari.Faranno parte delle lezioni anche una o più uscite didattiche che verranno concordate durante il corso. Le esercitazioni comporteranno uscite e visite a siti e monumenti, nonché attività pratica di lettura dei prospetti, compilazione dei diversi tipi di scheda, riconoscimento dei materiali, analisi delle patologie di degrado e impostazione di progetti di indagine.

Il corso vuole fornire un modello di approccio allo studio di un edificio storico o di un monumento, illustrando sia i problemi teorico-metodologici dell’indagine archeologica e architettonica, sia mostrando con esercitazioni le procedure di analisi sui materiali e sulle parti componenti l’edificio, e le indicazioni per l’analisi del degrado e delle sue cause.

Indicazioni bibliografiche dettagliate per ogni singolo argomento saranno fornite di volta in volta durante l’attività del Laboratorio.


Note Sulla Modalità di valutazione

Valutazione del lavoro delle esercitazioni ed esame scritto.

Eventuale esame orale ad integrazione.

 

Studenti non frequentanti dovranno concordare con i docenti un percorso autonomo di esercitazioni, oltre a letture integrative del programma.


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaG. Carbonara (a cura di), Trattato di restauro architettonico, Editore: UTET, Anno edizione: 1996
Risorsa bibliografica obbligatoriaS. Pesenti (a cura di), Per il titolo vedi note, Editore: Alinea Editrice, Anno edizione: 2001
Note:

Titolo: Il Progetto di Conservazione: linee metodologiche per le analisi preliminari, l'intervento, il controllo di efficacia - Rapporti di ricerca: in particolare par. 2.7, pp. 174-197

Risorsa bibliografica obbligatoriaA. Cagnana, Archeologia dei materiali da costruzione, Editore: SAP, Anno edizione: 2000
Risorsa bibliografica obbligatoriaA. Boato, Archeologia in architettura, Editore: Marsilio, Anno edizione: 2008
Risorsa bibliografica obbligatoriaG. P. Brogiolo, A. Cagnana, Archeologia dell'architettura. Metodi e interpretazioni, Editore: All'Insegna del Giglio, Anno edizione: 2012

Software utilizzato
Nessun software richiesto

Mix Forme Didattiche
Tipo Forma Didattica Ore didattiche
lezione
41.0
esercitazione
41.0

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
Disponibilità di materiale didattico/slides in lingua inglese
Disponibilità di libri di testo/bibliografia in lingua inglese
schedaincarico v. 1.7.2 / 1.7.2
Area Servizi ICT
11/08/2022