logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2014/2015
Scuola Scuola di Architettura e Società
Insegnamento 091351 - LABORATORIO DI PROGETTAZIONE URBANISTICA
Docente Gaglio Vincenzo , Mazzoleni Paolo , Montedoro Laura
Cfu 14.00 Tipo insegnamento Laboratorio

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (Mag.)(ord. 270) - MI (1136) ARCHITETTURAA12AZZZZA091351 - LABORATORIO DI PROGETTAZIONE URBANISTICA

Programma dettagliato e risultati di apprendimento attesi

Obiettivi formativi

Obiettivo del laboratorio è porre gli studenti nella condizione di operare in modo consapevole alla scala del progetto urbano, con particolare riferimento alla progettazione di sistemi insediativi complessi e degli spazi pubblici. A tal fine si prevede un percorso conoscitivo che metta a fuoco le questioni ritenute cruciali per comprendere e interpretare le trasformazioni della città e della metropoli, all’interno di un orizzonte problematico che non eluda l’esperienza del confronto diretto con la fisicità dei luoghi.

 

Contenuti dell'insegnamento

La città è l’esito di un fitto sistema di relazioni tra modi d’uso e spazi costruiti che sfugge a qualunque lettura riduzionista. Molti sono gli sguardi e le competenze necessari alla comprensione dei processi costitutivi delle forme urbane e delle pratiche che vi si dispiegano; tale comprensione è condizione indispensabile per un intervento sulla città capace di dare risposte adeguate alla progressiva caduta dell’abitabilità dei luoghi.  Pertanto si propone un iter formativo tra le sponde della riflessione teorica e della ricerca progettuale, con l’intento di suscitare interrogazioni profonde in merito al carattere dei luoghi e di familiarizzare lo studente con alcune questioni ritenute fondanti nella interpretazione dei contesti.

Si esplorerà altresì una mappa dei principali orientamenti interpretativi della città e del territorio contemporanei e, in tale quadro, si proporrà un punto di vista che assume il progetto di luoghi quale strumento privilegiato per riannodare i fili del racconto urbano, confrontandosi con le istanze sociali e la materialità dello spazio costruito e tenendo uno stretto dialogo tra la scala dell’intervento urbanistico e la scala del progetto di architettura.

L’esercitazione progettuale, cuore dell’esperienza formativa, sottoporrà via via a verifica le categorie interpretative e gli strumenti messi in campo e metterà a tema la questione dell’abitare, assumendo la residenza - e il suo modo di “fare città” - come oggetto di approfondimento.

 

Il campo di indagine e i prodotti attesi

Il laboratorio si concentrerà sul contesto milanese e si confronterà con la trasformazione di un'area della parte ovest della città, aderendo come l'anno passato all'iniziativa "Riformare Milano". Le esercitazioni, finalizzate alla messa a punto dei prodotti finali, segneranno le tappe del percorso progettuale: dalla restituzione del sopralluogo, all’analisi interpretativa a scala territoriale e urbana, fino alla defnizione del masterplan in scala 1.2000 e alla verifica alla scala dell’edificio (1:500).

 

Struttura didattica

Il laboratorio è organizzato per lezioni ex-cathedra ed esercitazioni.

Sono inoltre previste attività seminariali: con il seminario Letture si favorirà la frequentazione del pensiero e delle realizzazioni di alcuni protagonisti dell’urbanistica del IXX e del XX secolo e di temi cruciali per l’urbanistica contemporanea; con il seminario progettuale finale, attraverso il contributo di ospiti esterni, si promuoverà un proficuo confronto sulle soluzioni progettuali. 

 

Modalità d’esame

L’esame finale consiste in un colloquio di verifica sui contenuti teorici e bibliografici del corso e in una discussione degli elaborati progettuali tesi a testare la consapevolezza e la maturità degli allievi e terrà conto degli esiti raggiunti nelle diverse attività del Laboratorio (esercitazioni e seminari).

 

Nota sulla bibliografia

La bibliografia di seguito riportata deve essere intesa come un viatico e come raccolta di riferimenti. Nel corso del semestre si concorderanno le letture (brevi saggi e articoli) che saranno oggetto di discussione in aula.


Note Sulla Modalità di valutazione

L’esame finale consiste in un colloquio di verifica sui contenuti teorici e bibliografici del corso e in una discussione degli elaborati progettuali tesi a testare la consapevolezza e la maturità degli allievi e terrà conto degli esiti raggiunti nelle diverse attività del Laboratorio (esercitazioni e seminari).


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaG. Consonni, La bellezza civile. Splendore e crisi della città, Editore: Maggioli, Anno edizione: 2013, ISBN: 978-88-387-6210-9
Risorsa bibliografica obbligatoriaL. Montedoro, Lingeri, Terragni e Bottoni in corso Sempione a Milano. Due interpretazioni del rapporto casa-città., Editore: Ronca, Anno edizione: 2004, ISBN: 978-88-7546-004-4
Risorsa bibliografica obbligatoriaL. Montedoro, Memoria e sperimentazione nell'urbanistica milanese, Editore: Araba Fenice, Anno edizione: 2008, ISBN: 978-88-958-5313-0
Note:

sta in F. Bucci e M. Meriggi, "Architetti milanesi. Tre generazioni", L'Araba Fenice, Cuneo 2008, pp 18-23

Risorsa bibliografica obbligatoriaL. Montedoro, Le sfide della complessità. Note sulla didattica del Progetto urbano, Editore: Maggioli, Anno edizione: 2008, ISBN: 978-88-754-6023-X
Note:

sta in G. Consonni (a cura di), "Saronno: potenzialità metropolitane e qualità urbana. Progetti per l'area ex Cemsa-Isotta Fraschini", pp. 24-35.

Risorsa bibliografica obbligatoriaL. Montedoro, Una scelta per Milano. Scali ferroviari e trasformazione della città, Editore: Quodlibet, Anno edizione: 2011, ISBN: 978-88-7462-440-9
Risorsa bibliografica obbligatoriaL. Montedoro, Prove di rigenerazione urbana, Editore: Alinea, Anno edizione: 2012, ISBN: 978-88-6055-736-0
Risorsa bibliografica obbligatoriaL. Montedoro, Il riuso delle caserme a Milano, Anno edizione: 2011
Note:

in «Urbanistica Informazioni», n. 239-240, sett.-ott. 2011, pp. 28-31

Risorsa bibliografica obbligatoriaV. Gaglio, Paleotecniche, neotecniche, architettura e città, Editore: Clup, Anno edizione: 2004
Risorsa bibliografica obbligatoriaV. Gaglio, Commercio e progetto urbano, Editore: Clup, Anno edizione: 2007
Risorsa bibliografica obbligatoriaV. Gaglio, Fenomenologia del cohousing. Dalla logica antiurbana a possibile risorsa per fare città, Editore: Araba Fenice, Anno edizione: 2012, ISBN: 978-88-6617-074-7
Note:

in "Casa e Città, QA 24, Araba Fenice, Boves (CN) 2012, pp. .

Risorsa bibliografica obbligatoriaP. Mazzoleni, Abitare la densità. La città delle cooperative di abitanti, Editore: Quodlibet, Anno edizione: 2011, ISBN: 978-88-746-2396-9
Risorsa bibliografica obbligatoriaP. Mazzoleni, AAA architetti cercasi 2008. Nuove forma progettuali per la residenza cooperativa, Editore: Allemandi, Anno edizione: 2009, ISBN: 978-88-422-1748-0
Risorsa bibliografica obbligatoriaP. Mazzoleni, Abitare nell'Era dell'Informazione: il progetto dell'abitare tra permanenze e mutazioni, Editore: Clup, Anno edizione: 2006
Risorsa bibliografica obbligatoriaC. Bolognesi, P. Mazzoleni, Housing Contest, Repertorio di progetti per edifici residenziali ad elevate prestazione e basso cos., Editore: Edilstampa, Anno edizione: 2012, ISBN: 978-88-786-4084-9

Software utilizzato
Nessun software richiesto

Mix Forme Didattiche
Tipo Forma Didattica Ore didattiche
lezione
50.0
esercitazione
34.0
laboratorio di progetto
84.0

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
Disponibilità di materiale didattico/slides in lingua inglese
Disponibilità di libri di testo/bibliografia in lingua inglese
Possibilità di sostenere l'esame in lingua inglese
Disponibilità di supporto didattico in lingua inglese

Note Docente
schedaincarico v. 1.6.9 / 1.6.9
Area Servizi ICT
22/01/2022