logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2014/2015
Scuola Scuola di Architettura e Società
Insegnamento 092973 - CI ANALISI, DIAGNOSTICA E TECNICHE DEL RECUPERO E MANUTENZIONE EDILIZIA
Docente Saisi Antonella Elide , Valsasnini Laura Iole Maria
Cfu 8.00 Tipo insegnamento Corso Integrato

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (1 liv.)(ord. 270) - MI (1147) ARCHITETTURA E PRODUZIONE EDILIZIAEMNAZZZZA092973 - CI ANALISI, DIAGNOSTICA E TECNICHE DEL RECUPERO E MANUTENZIONE EDILIZIA
Arc - Urb - Cost (1 liv.)(ord. 270) - MN (1148) ARCHITETTURA E PRODUZIONE EDILIZIA***AZZZZA092973 - CI ANALISI, DIAGNOSTICA E TECNICHE DEL RECUPERO E MANUTENZIONE EDILIZIA

Programma dettagliato e risultati di apprendimento attesi

Il Corso Integrato di Analisi, Diagnostica e Tecniche del Recupero e Manutenzione Edilizia ha come obiettivo l’analisi finalizzata al progetto di conservazione e consolidamento del patrimonio costruito, ed affronta i molteplici aspetti di tipo metodologico e teorico del problema con un approccio rigorosamente multisciplinare.

Il Corso fornirà conoscenze indirizzate al riconoscimento dei materiali e delle tecniche costruttive dell’edilizia storica, del degrado dei materiali, dei dissesti strutturali e delle loro specifiche cause, per procedere ad un’appropriata diagnosi e alla successiva scelta di opportune strategie di intervento.

Si tratta di fasi indispensabili e preliminari a qualsiasi progetto, indirizzando le possibili opzioni per la conservazione dell'edificio valutandone lo stato di fatto della compagine materica, nonché le sue possibilità e potenziali vulnerabilità; l'elaborazione di tali informazioni possono sfociare in programmi di monitoraggio dello stato di fatto o di manutenzione, oppure in progetti che abbiano come priorità la sicurezza della struttura in piena compatibilità con l'esistente.

La scelta di intervento, quindi, avverrà con consapevolezza della proprietà della fabbrica, optando per materiali e tecniche opportunamente formulate sulla base di una adeguata sperimentazione, e la cui efficacia sia dimostrata per lo specifico problema. Inoltre, l'efficacia di un intervento è spesso legata a processi di cantiere che richiedono controlli in situ.

Dati per acquisiti gli strumenti atti a definire il comportamento dei materiali e delle strutture, si approfondiranno gli aspetti metodologici, principi e strumenti conoscitivi, indispensabili ad affrontare un progetto di restauro con la necessaria competenza tecnica. Si prenderanno in esame le principali tecniche costruttive ed elementi strutturali dell’edilizia storica, le patologie dei materiali ed i dissesti strutturali, il comportamento dell’edificio alle azioni ambientali e gli strumenti più adeguati per la diagnosi con riferimento alla sperimentazione in laboratorio ed alle procedure di indagine non distruttiva in situ, nonché tecniche e strategie di intervento.

Verranno sviluppati, in particolare, i seguenti argomenti approfondendo i rapporti tra qualità e degrado dell’organismo edilizio, e modalità di intervento:

 

  • lettura della struttura portante di edifici storici e confronto tra diverse tipologie costruttive;
  • i materiali componenti la muratura - malta, mattoni e pietre – gli intonaci ed il legno; tipologie, lavorazioni e la loro caratterizzazione chimico-fisica e meccanica;
  • comportamento della muratura e del legno alle diverse azioni.
  • i fenomeni di degrado superficiale; gli agenti chimici e fisici.
  • sintomatologia del degrado e dei dissesti; rilievo e controllo del quadro fessurativo e delle variazioni di geometria;
  • il progetto delle indagini per la diagnosi strutturale: indagini distruttive e non distruttive.
  • scelta dei materiali e delle tecniche di intervento; compatibilità e reversibilità.
  • indagini per la valutazione dell'efficacia degli interventi.

 

Summary

The course is aimed  at the analysis of historic materials and structures, to the control and interpretation of their decay and damage, to the evaluation of their repair and preservation strategies. This diagnostic phase is the starting point for any restoration, preservation or strengthening action. The course program will include: (I) the description of classes of masonry, buildings and construction typologies and their behaviour, (II) the description of decay and structural damage symptoms, (III) the chemical, physical and mechanical characterisation of materials, (IV) the behaviour of masonry structures to different actions, (V) the description of investigation techniques and their application within a preservation design applied to some case histories; (VI) the analysis of the main intervention techniques.


Note Sulla Modalità di valutazione

Il Corso si articolerà in lezioni ex-cathedra, esercitazioni e rilievi in situ. Nel primo periodo, dedicato alle lezioni in aula, si affineranno gli strumenti applicativi e metodologici per le successive esercitazioni. Durante questa fase sono previste verifiche scritte sulle tematiche trattate durante le lezioni.

Durante il Corso verranno assegnate esercitazioni e/o temi di approfondimento, che costituiranno un elemento di valutazione ai fini dell'esame. 

L’attività di esercitazione, applicata ad una fabbrica proposta dai docenti, condurrà alla lettura dell’edificio, sia per quanto attiene alla sua evoluzione morfologico-funzionale -mediante metodi e strumenti di rilevazione che ne restituiscano le geometrie, il tipo e l’entità di soluzioni di continuità e spostamenti, il nesso con le azioni di modifica e trasformazione rappresentate dalla sequenza delle unità stratigrafiche o con eventi accidentali - sia riguardo alla diagnosi generale dello stato di degrado delle strutture e dei materiali.

Alla lettura seguirà l’individuazione delle possibili scelte di intervento, evidenziandone gli aspetti di metodo e privilegiandone il carattere non invasivo.

La valutazione finale è subordinata alla frequenza attiva del Corso e al superamento delle verifiche, e terrà conto sia del risultato del colloquio sui temi affrontati durante le lezioni svolto da ogni singolo studente, sia della discussione sugli elaborati sviluppati in gruppo nell’ambito delle esercitazioni. Ogni singolo studente dovrà dimostrare una approfondita conoscenza dei temi affrontati, nonché fare collegamenti autonomi tra i vari argomenti trattati nei corsi integrati e negli insegnamenti precedenti.

 


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaAAVV, Manuale delle murature storiche, Editore: DEI, Anno edizione: 2011, ISBN: 9788849604030
Risorsa bibliografica obbligatoriaCagnana, Aurora, Archeologia dei materiali da costruzione, Editore: Societa archeologica padana, Anno edizione: 2000, ISBN: 8887115206
Risorsa bibliografica obbligatoriaFiorani, Donatella, Restauro architettonico e strumento informatico : guida agli elaborati grafici , Editore: Liguori, Anno edizione: 2004, ISBN: 8820735938
Risorsa bibliografica obbligatoriaStefano Musso, Recupero e restauro degli edifici storici : guida pratica al rilievo e alla diagnostica , Editore: EPC libri, Anno edizione: 2004, ISBN: 8881843285
Risorsa bibliografica obbligatoriaAugelli, Francesco, La diagnosi delle opere e delle strutture lignee: le ispezioni , Editore: Il prato, Anno edizione: 2006, ISBN: 8889566426
Risorsa bibliografica facoltativaAAVV a cura di Andrea Iacomoni, Questioni sul recupero della città storica, Editore: Aracne Editore, Anno edizione: 2014, ISBN: 978-88-548-7066-6

Software utilizzato
Nessun software richiesto

Mix Forme Didattiche
Tipo Forma Didattica Ore didattiche
lezione
38.0
esercitazione
46.0

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
Disponibilità di materiale didattico/slides in lingua inglese
Disponibilità di libri di testo/bibliografia in lingua inglese
Possibilità di sostenere l'esame in lingua inglese
Disponibilità di supporto didattico in lingua inglese
schedaincarico v. 1.6.8 / 1.6.8
Area Servizi ICT
04/08/2021