logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2014/2015
Scuola Scuola di Architettura e Società
Insegnamento 093029 - LABORATORIO DI COSTRUZIONE DELL'ARCHITETTURA
Docente Bellintani Stefano , Livraghi Chiara , Marinelli Daniela
Cfu 12.00 Tipo insegnamento Laboratorio

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (1 liv.)(ord. 270) - MI (1145) SCIENZE DELL'ARCHITETTURASCAAZZZZB093029 - LABORATORIO DI COSTRUZIONE DELL'ARCHITETTURA

Programma dettagliato e risultati di apprendimento attesi

Principale obiettivo formativo del Laboratorio è promuovere la capacità di governare il sistema di relazioni che lega, nel processo di configurazione dell'architettura, materiali, elementi costruttivi, tecniche esecutive, esigenze ambientali e funzionali, vincoli normativi, caratteristiche del contesto.

Il Corso assume le finalità del programma comune a tutti i Laboratori di Costruzione dell’Architettura, specificandoli mediante un’esperienza di progetto “in team”, condotta su di un lotto della città di Milano e applicata a un organismo edilizio residenziale plurifamiliare. Particolare attenzione verrà riservata al rapporto con “l’intorno” ovvero all’organizzazione dell’area con riferimento alle correlazioni tra dimensioni dello spazio privato e pubblico.

Per quanto attiene al tema dell’edificio residenziale, il progetto viene approfondito attraverso un’azione orientata all’acquisizione e alla sperimentazione, sotto il profilo morfologico, dimensionale, funzionale e costruttivo, delle conoscenze di base relative al dimensionamento degli spazi e alla loro definizione tipologico-distributiva. Nello specifico, lo studente sarà chiamato ad orientare il progetto alla sua concreta realizzazione, attraverso l’esperienza applicativa di conoscenze che attengono alla definizione degli elementi costruttivi nonché al controllo delle opzioni tecnologiche disponibili.

Sotto il profilo dell’organizzazione didattica, gli studenti sono condotti in un graduale processo di acquisizione e di applicazione degli strumenti metodologici e operativi necessari per lo sviluppo del progetto inteso nella sua dimensione di realizzabilità costruttiva, attraverso esercitazioni guidate, finalizzate all’acquisizione di adeguate capacità di analisi e sintesi. Il percorso  progettuale si articola attraverso una serie di momenti, quali: - l’interpretazione di progetti e realizzazioni paradigmatici per il rapporto tra materiali, principi costruttivi e linguaggio architettonico; - l’assunzione di un sistema articolato di vincoli (esigenziali, ambientali, normativi, strutturali, costruttivi, ecc.); - la definizione e la selezione delle alternative spaziali e tecnico-tipologiche; - la configurazione di dettagli costruttivi, studiati nella loro dimensione materica e nella verifica di realizzabilità; - la rappresentazione del progetto alle diverse scale, nei suoi diversi livelli di approfondimento in relazione alle differenti esigenze di conoscenza, comunicazione e verifica.

In particolare, il Laboratorio prevede un iter progettuale che si compone di quattro passi fondamentali:

  1. analisi del contesto;
  2. definizione delle esigenze;
  3. scelta tipologica edilizia e primi dimensionamenti;
  4. scelte progettuali (conclusive).

Il primo passo consta del necessario approfondimento “del luogo” mediante ricerche e sopralluoghi utili alla comprensione del contesto in esame. Tale approfondimento condurrà il team di progetto ad una riflessione comune e all’elaborazione di un dossier di sintesi, liberamente organizzato. Sulla base della prima elaborazione, ciascun gruppo sarà chiamato a ipotizzare e a definire un coerente quadro di riferimento utile a evidenziare i “macro” requisiti progettuali e pertanto a definire il tipo di utenza e committenza a cui rivolgersi. Nella fase successiva gli studenti saranno chiamati a intraprendere una scelta tipologica e ad indicare i primi dimensionamenti. I vincoli e gli indici di progetto verranno indicati dalla docenza; inoltre, ciascun gruppo dovrà assumere ed esplicitare appropriati riferimenti progettuali. In continuità con i precedenti momenti di analisi ed elaborazione, il team di progetto dovrà produrre gli elaborati tecnici richiesti dalla docenza (rappresentazione del progetto alle diverse scale, nei suoi diversi livelli di approfondimento in relazione alle differenti esigenze di conoscenza, comunicazione e verifica).

Il corso si avvale del contributo di professionisti esperti in materie specifiche (tecnica delle costruzioni, design, impiantistica di “base”, domotica, risparmio energetico, paesaggistica, gestione immobiliare ecc.) che forniranno agli studenti il supporto utile a una visione integrata del progetto, conducendoli a un graduale processo di acquisizione e applicazione degli strumenti metodologico-operativi necessari allo sviluppo del progetto inteso nella sua dimensione di realizzabilità costruttiva. In particolare, il Laboratorio si articola in una serie di momenti formativi e supporti didattici:

  • Lezioni teoriche frontali;
  • Esercitazioni/verifiche in itinere;
  • Workshop di laboratorio;
  • Visite guidate;
  • Revisioni in aula.

Il lavoro in aula, scandito da costanti revisioni, costituisce un momento formativo fondamentale per il corso. Molto importanti saranno inoltre le occasioni esercitative e di verifica che verranno proposte all’aula durante il semestre e dunque valutate dalla docenza. Altra finalità primaria del Laboratorio è indurre un approccio metodologico alla progettazione architettonica e un atteggiamento critico alle scelte progettuali attraverso l’elaborazione del concetto di qualità del costruire e dell’abitare contemporaneo, da intendersi come insieme di caratteristiche in grado di soddisfare i requisiti impliciti e le esigenze attese dall’utente (“odierna committenza”). Un atteggiamento consapevole dunque, che, muovendo dalle ipotesi e dalle peculiarità del contesto di riferimento, dovrà trovare corrispondenza tra premesse progettuali e scelte operate. Lo studente sarà così chiamato a “capire ed organizzare” le relazione tra materiali, tecniche, elementi costruttivi ed esigenze ambientali e funzionali, in rapporto ai vincoli normativi e alle caratteristiche dell’ambito d’intervento.


Note Sulla Modalità di valutazione

La docenza verificherà l’apprendimento attraverso un continuo monitoraggio delle conoscenze e delle abilità acquisite dallo studente nel corso dei seminari e delle revisioni alle attività di progetto.

Il livello di apprendimento dello studente sarà pertanto valutato sulla base delle conoscenze e capacità acquisite e delle elaborazioni prodotte nell’intero percorso progettuale.

Il criterio adottato mira a valutare il grado di preparazione e le abilità raggiunte dal singolo studente anche in relazione al suo contributo all’aula e al team di progetto a cui si riferisce.

In termini più puntuali, alla valutazione concorreranno diverse modalità (come di seguito descritto).

 

Prove scritte

Si prevede una prova scritta atta a verificare il grado di apprendimento relativo a norme e regolamenti tecnici la cui conoscenza risulta propedeutica allo svolgimento dell’attività progettuale. Tale prova, con domande di carattere teorico e risposte chiuse/multiple, comporterà valutazioni puntuali (per ciascun studente).

Prove orali

Durante il corso il singolo studente sarà chiamato a rispondere oralmente a domande di carattere teorico riguardanti le norme/regolamenti tecnici e i contenuti delle lezioni. In particolare, si prevedono 2 momenti di verifica orale: 1) in seguito alla prova scritta; 2) durante l’esposizione finale del progetto. Nel primo caso l’obiettivo è quello di verificare con maggiore puntualità il grado di preparazione dello studente, spingendolo a sanare eventuali lacune emerse durante la verifica scritta. Nel secondo caso, invece, si coglierà l’occasione dell’esposizione finale (prova finale) per un’ulteriore verifica dell’elaborato sviluppato ovvero del grado di consapevolezza raggiunto nella determinazione delle scelte progettuali.

Elaborati progettuali

Durante l’attività laboratoriale ed esercitativa ogni gruppo sarà chiamato a sviluppare una serie di elaborati progettuali conformi a richieste puntualmente individuate. Tali elaborati, che verranno sviluppati con il supporto dei docenti, saranno man mano valutati, durante il semestre, con l’ausilio di apposite schede di monitoraggio. 

Relazioni tecniche

Ogni team di progetto sarà chiamato all’elaborazione di dossier tecnici riguardanti residenze di particolare interesse storico-architettonico, presenti nel contesto milanese, precedentemente individuate dalla docenza. Il singolo gruppo dovrà così sviluppare il proprio lavoro con riferimento ad una serie di “parole chiave” atte ad orientare gli studenti ad una lettura “consapevole dell’architettura”. Durante l’attività laboratoriale ed esercitativa il singolo gruppo di lavoro potrà inoltre essere chiamato ad elaborare relazioni di carattere tecnico, a supporto degli elaborati progettuali di laboratorio.

Presentazioni orali in itinere

In itinere (nel semestre) verrà valutata la capacità di esposizione orale del lavoro (avanzamento degli elaborati progettuali). Il grado di consapevolezza espresso ovvero la qualità delle presentazione orale riguarderà il singolo studente. Anche in questo caso la valutazione si avvarrà dell’ausilio di apposite schede di monitoraggio.

Valutazione prova finale

É infine previsto un esame individuale e/o di gruppo, obbligatorio ai fini dell’acquisizione dei crediti formativi universitari, che consiste in una valutazione degli esiti progettuali, integrata da una verifica sull’apprendimento dei contenuti delle lezioni teoriche e dei seminari.

I criteri che verranno adottati per la valutazione della prova finale sono: correttezza delle opzioni tecnologiche in relazione alle scelte morfologiche, tipologiche e costruttive alle diverse scale; coerenza degli aspetti prestazionali e delle scelte costruttive nei diversi passaggi di scala; correttezza nella definizione dei dettagli costruttivi; correttezza della rappresentazione grafica in ragione delle diverse scale di sviluppo; conoscenza degli argomenti trattati; capacità di rielaborazione critica; capacità di connettere le esperienze applicative con gli assunti teorici; appropriatezza di linguaggio.

La valutazione della prova finale riguarderà sia il lavoro complessivo svolto dal gruppo, sia il contributo e il grado di preparazione del singolo componente.


Bibliografia
Risorsa bibliografica facoltativaEugenio Arbizzani, Tecnologia dei sistemi edilizi, Editore: Maggioli, Anno edizione: 2008, ISBN: 978-88-387-4504-8
Risorsa bibliografica facoltativaOliviero Tronconi, Tecnologia dell'architettura, Editore: Maggioli, Anno edizione: 2008, ISBN: 978-88-387-4296-0
Risorsa bibliografica facoltativaAgnese Ghini, Casa, tecnologia, ambiente. Architettura e prestazioni ambientali per la residenza contemporanea, Editore: Maggioli, Anno edizione: 2011, ISBN: 883-87-65189

Software utilizzato
Nessun software richiesto

Mix Forme Didattiche
Tipo Forma Didattica Ore didattiche
lezione
56.0
esercitazione
39.0
laboratorio di progetto
61.0

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano

Note Docente
schedaincarico v. 1.7.2 / 1.7.2
Area Servizi ICT
01/07/2022