logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2014/2015
Scuola Scuola di Architettura e Società
Insegnamento 082488 - LABORATORIO DI PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA 2
Docente Ballarin Matteo , Maggiore Carlo Alberto
Cfu 12.00 Tipo insegnamento Laboratorio

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (1 liv.)(ord. 270) - MI (1145) SCIENZE DELL'ARCHITETTURASCAAZZZZG082488 - LABORATORIO DI PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA 2

Programma dettagliato e risultati di apprendimento attesi

Il laboratorio coniuga le pratiche di apprendimento progettuale con la riflessione sui temi e sugli interrogativi di ordine teorico che caratterizzano la disciplina architettonica moderna e contemporanea, che vengono indagati attraverso lo studio di testi critici e di opere architettoniche selezionate per esemplificare, nella molteplicità degli approcci, i possibili modi di essere del progetto.

Le attività previste nel loro complesso (lezioni, esercitazioni, approfondimenti tematici) hanno come obiettivo l’acquisizione di una consapevolezza critica del progetto, fondata innanzi tutto sull’esercizio di uno sguardo interpretativo che sia capace di descrivere e analizzare i dati di partenza (i condizionamenti e le opportunità offerte dal contesto, dal programma, dalle tecniche, dalle normative, ecc.) e successivamente di elaborare adeguate strategie di trasformazione progettuale attraverso la discussione di casi analoghi assunti come riferimento.

A partire da queste premesse i due moduli di insegnamento operano in modo integrato. Il continuo confronto tra le due dimensioni del “conoscere” e del “fare”, che caratterizza tutte le fasi del laboratorio, si rispecchia nelle due principali esercitazioni in cui è articolato.

La prima esercitazione, prevede lo studio, il ridisegno e la scomposizione analitica di un progetto architettonico assegnato, dotato di un programma analogo a quello della successiva esercitazione progettuale, finalizzati a favorire la comprensione e l’approfondimento delle strategie e delle procedure compositive adottate, utilizzando il disegno come strumento di restituzione e di indagine. Sarà richiesta l'elaborazione di proiezioni descrittive in pianta, sezione, prospetto, viste assonometriche, modelli, oltre a schemi e diagrammi destinati a scomporre l’edificio, per analizzare, disaggregandoli, i dati di partenza (programma funzionale, struttura del luogo, tecniche costruttive) e per ricostruire il procedimento di elaborazione progettuale.

La seconda esercitazione è dedicata al progetto e alla sua rappresentazione alle diverse scale. Luogo dell’esercitazione sarà l'area della stazione ferroviaria di Rovereto, città del Trentino il cui contesto appare particolarmente adatto a stimolare la riflessione sulle possibilità offerte da uno sviluppo sostenibile, integrato con i caratteri strutturali della forma urbana e del paesaggio, in un quadro di sostanziale equilibrio insediativo e ambientale.

Partendo da una descrizione interpretativa del contesto, sulla base di precise indicazioni programmatiche sarà sviluppato il progetto della nuova stazione delle autolinee extraurbane, quale “porta della città” e luogo di interscambio, con la stazione ferroviaria, tra i sistemi della mobilità e i percorsi di ingresso al centro storico.

Il tema dell’autostazione come edificio pubblico di raccordo tra la città e il suo territorio e come luogo di riferimento per gli utenti delle sue principali funzioni caratterizzanti (cultura, istruzione, ricerca) sarà affrontato integrando nel progetto i requisiti di efficienza funzionale nella gestione dei flussi veicolari e pedonali con i riferimenti tipologici e i caratteri morfologici del luogo e del paesaggio, prestando particolare attenzione alle relazioni tra organismo architettonico e spazi aperti.

Come in una traduzione con testo a fronte, l’esercizio prevede di adottare sperimentalmente nell’elaborazione progettuale le strategie apprese nel caso “analogo” studiato nella prima esercitazione, attuando un trasferimento di principi e procedimenti da far interagire con le specifiche circostanze del programma e del luogo in cui si andrà ad intervenire.


Note Sulla Modalità di valutazione

Le attività afferenti alle due esercitazioni saranno svolte in gruppi formati da  tre studenti. A conclusione di ciascuna esercitazione è prevista una esposizione e una verifica in itinere del lavoro svolto.

Nel corso del laboratorio saranno assegnati due esercizi “ex tempore” di restituzione grafica manuale da svolgere individualmente in aula.

L’esame, oltre alla valutazione delle esercitazioni di gruppo e degli “ex tempore”, prevede una verifica individuale sui temi trattati nella bibliografia e nelle lezioni.

Le verifiche in itinere e gli "ex-tempore" saranno valutati di volta in volta. La valutazione finale di ciascuno studente sarà determinata in misura proporzionale dalle valutazioni ottenute nelle esercitazioni svolte in gruppo e dalla valutazione delle prove individuali.


Bibliografia
Risorsa bibliografica obbligatoriaKenneth Frampton, Tettonica e architettura. Poetica della forma architettonica nel XIX e XX secolo, Editore: Skira, Milano, Anno edizione: 2005, ISBN: 8876244859
Risorsa bibliografica obbligatoriaRafael Moneo, L'altra modernità. Considerazioni sul futuro dell'architettura, Editore: Marinotti, Anno edizione: 2012, ISBN: 9788882731359
Risorsa bibliografica obbligatoriaRafael Moneo, Remarks on 21 Works, Editore: Thames & Hudson, Anno edizione: 2010, ISBN: 9780500288832
Risorsa bibliografica facoltativaCarlo Alberto Maggiore, Stefano Rebecchi, La città come laboratorio. Indagini e sperimentazioni progettuali sulla forma urbana di Bolzano, Editore: Maggioli Politecnica, Anno edizione: 2009, ISBN: 978-88-387-4355-9
Risorsa bibliografica facoltativaAlberto Ferlenga, Marco Biraghi, Benno Albrecht (a cura di), L'architettura del Mondo. Infrastrutture, mobilità, nuovi paesaggi, Editore: Compositori, Anno edizione: 2012, ISBN: 9788877947840
Risorsa bibliografica obbligatoriaMatteo Ballarin, Software Gratuito per l'Architettura e l'Urbanistica. Strumenti, Metodi, Teorie, Editore: Maggioli Politecnica, ISBN: 978-88916-0447-7
Risorsa bibliografica obbligatoriaMatteo Ballarin, Works: Territorial Representation #1, Editore: Maggioli Editore-La Politecnica, Anno edizione: 2014, ISBN: 978-88916-0446-0

Software utilizzato
Nessun software richiesto

Mix Forme Didattiche
Tipo Forma Didattica Ore didattiche
lezione
56.0
esercitazione
39.0
laboratorio di progetto
62.0

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
Disponibilità di libri di testo/bibliografia in lingua inglese
Possibilità di sostenere l'esame in lingua inglese
Disponibilità di supporto didattico in lingua inglese

Note Docente
schedaincarico v. 1.6.9 / 1.6.9
Area Servizi ICT
17/10/2021