logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2014/2015
Scuola Scuola di Ingegneria Industriale e dell'Informazione
Insegnamento 093493 - TECNOLOGIE E MATERIALI AEROSPAZIALI LM (C.I.)
  • 093492 - MATERIALI AEROSPAZIALI (MODULO C.I.)
Docente Bettini Paolo
Cfu 4.00 Tipo insegnamento Modulo Di Corso Strutturato

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Insegnamento
Ing Ind - Inf (Mag.)(ord. 270) - BV (427) INGEGNERIA AERONAUTICA* AZZZZ091327 - TECNOLOGIE E MATERIALI AEROSPAZIALI 2
AE4AZZZZ093493 - TECNOLOGIE E MATERIALI AEROSPAZIALI LM (C.I.)
AE5AZZZZ093493 - TECNOLOGIE E MATERIALI AEROSPAZIALI LM (C.I.)
AE6AZZZZ093493 - TECNOLOGIE E MATERIALI AEROSPAZIALI LM (C.I.)
Ing Ind - Inf (Mag.)(ord. 270) - BV (428) INGEGNERIA SPAZIALE* AZZZZ093493 - TECNOLOGIE E MATERIALI AEROSPAZIALI LM (C.I.)
091327 - TECNOLOGIE E MATERIALI AEROSPAZIALI 2
Ing Ind - Inf (Mag.)(ord. 270) - BV (430) INGEGNERIA MECCANICA* AZZZZ091173 - TECNOLOGIE E MATERIALI AEROSPAZIALI 2 (B)
Ing Ind - Inf (Mag.)(ord. 270) - MI (426) MATERIALS ENGINEERING AND NANOTECHNOLOGY* AZZZZ091923 - TECNOLOGIE E MATERIALI AEROSPAZIALI 2 (C)
Ing Ind - Inf (Mag.)(ord. 270) - MI (491) MATERIALS ENGINEERING AND NANOTECHNOLOGY - INGEGNERIA DEI MATERIALI E DELLE NANOTECNOLOGIE* AZZZZ091923 - TECNOLOGIE E MATERIALI AEROSPAZIALI 2 (C)

Programma dettagliato e risultati di apprendimento attesi

 Obiettivi e contenuti del corso

L’insegnamento si rivolge agli studenti delle Lauree Magistrali in Ingegneria Aeronautica (indirizzi strutture, impianti, propulsione), Spaziale, Meccanica e dei Materiali che intendono finalizzare e contestualizzare rispetto ai propri interessi specifici i concetti relativi alla meccanica strutturale, scienza dei materiali e tecnologia introdotti nei corsi precedenti, con particolare riferimento a quello di Tecnologie e Materiali Aerospaziali I. Le nozioni impartite intendono fornire all’allievo la capacità di affrontare, sia nel merito che dal punto di vista metodologico, problematiche reali e specifiche della moderna produzione aerospaziale. A tal fine vengono trattati i materiali metallici speciali e le relative tecnologie non convenzionali; i materiali elastomerici e polimerici assieme alle loro tecnologie per impieghi aerospaziali (strutture gossamer, grani propellenti), nonchè i materiali compositi avanzati e le appropriate tecnologie innovative.

 Obiettivo formativo principale

Apprendimento delle caratteristiche e delle peculiarità dei più avanzati materiali per impiego aerospaziale, coordinato con l’apprendimento dei principi di base delle moderne tecnologie per la loro trasformazione ed integrazione nelle strutture, impianti e motori di velivoli ad ala fissa e rotante, nonchè di veicoli spaziali. Acquisizione della capacità di valutare il comportamento di componenti/materiali durante l’utilizzo operativo.

 Obiettivi formativi metodologici

Acquisizione di un approccio multidisciplinare, che renda l’allievo in grado di affrontare autonomamente problemi reali, individuando le tecnologie e i materiali più adatti per realizzare componenti strutturali, impiantistici e propulsivi di un velivolo, a partire dalla loro morfologia, funzionalità e condizioni operative. Tutto ciò grazie alla capacità di interpretare lo specifico problema ingegneristico e di correlarlo con i contenuti delle discipline “a monte” di tipo tecnologico, materialistico, strutturale, impiantistico, motoristico

 Obiettivi formativi secondari

  • Acquisizione della capacità di affrontare problemi “a soluzione non precostituita”, che richiedano capacità di recuperare ed integrare nozioni pregresse, nonché di estrapolarle ed applicarle a situazioni realistiche.
  • Acquisizione di capacità di comunicazione orale.
  • Miglioramento della capacità di lavoro di gruppo.

 Descrizione degli argomenti trattati

Modulo 1: Materiali metallici speciali e tecnologie non convenzionali Metalli, intermetalli e leghe metalliche speciali per impieghi ad elevate temperature e/o in ambienti corrosivi. Legge costitutiva elastoplastica pluriassiale. Tecnologie di deformazione superplastica, sinterizzazione e metallurgia delle polveri. Tecnologie sottrattive non convenzionali: fresatura chimica, fresatura elettrochimica, elettroerosione, lavorazioni ad ultrasuoni.

 Modulo 2: Materiali elastomerici e polimerici: tecnologie e applicazioni aerospaziali Materiali elastomerici e legge costitutiva iper-elastica. Applicazioni speciali propulsive: materiali e tecnologie dei grani propellenti per motori a combustibile solido. Materiali polimerici e legge costitutiva visco-elastica. Modelli molla-smorzatore. Fenomeni di rilassamento e scorrimento viscoso. Applicazioni speciali spaziali: materiali e tecnologie delle strutture gossamer.

 Modulo 3: Materiali compositi e tecnologie avanzate Sheet moulding compound (SMC), bulk moulding compound (BMC), resin transfer moulding (RTM), vacuum-assisted resin transfer moulding (VaRTM), resin film infusion (RFI). Lavorazioni contact: solid tool. Lavorazioni non-contact: water-jet, LASER, electron beam, plasma. Materiali e tecnologie per le strutture sandwich e morphing.

 Testi consigliati

Dispense del corso

 Ashby, M.F. “Material Selection in Mechanical Design”,Butterworth Heinemann, Oxford, 2003.

 Askeland, D.R.“The Science and Engineering of Materials”,Chapman & Hall, Londra 1995.

 Black, S.C., Chiles, V., Lissaman, A.J., Martin, S.J.,“Principles of Engineering Manufacture”, Arnold-Hodder Headline Group, Londra 1996.

 Groover, M.P.“Fundamentals of Modern Manufacturing”,John Wiley & Sons, Inc., Hoboken, 2007.

Kalpakjian, S., Schmid, S.R.,“Manufacturing Engineering and Technology”, Prentice-Hall, Inc., Upper Saddle River, 2001.

 Smith, W.F., Hashemi, J.,“Scienza e Tecnologia dei Materiali”, McGraw-Hill, Milano,

 

 


Note Sulla Modalità di valutazione

Organizzazione del corso e modalità di verifica

 Modalità didattiche:

Il corso sarà costituito da:

  • lezioni ex-cathedra;
  • esercitazioni sperimentali in laboratorio tecnologico;
  • seminari tenuti da esperti di chiara fama provenienti dal mondo dell’industria.

 

Modalità di verifica:

La verifica finale consisterà in:

  • esame orale, consistente nella valutazione della capacità di estrapolare ed applicare le conoscenze acquisite a situazioni applicative realistiche.

 

Precedenze:.

-          Tecnologie e Materiali Aerospaziali I

-          Strutture aeronautiche

-          Space Structures


Bibliografia

Mix Forme Didattiche
Tipo Forma Didattica Ore didattiche
lezione
29.0
esercitazione
12.0
seminario
2.0

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
schedaincarico v. 1.6.5 / 1.6.5
Area Servizi ICT
17/05/2021