Politecnico di Milano
SchedaIncarico
 
Funzioni disponibili
Uscita

Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2013/2014
Scuola Scuola di Ingegneria Industriale e dell'Informazione
Insegnamento 089067 - RADIOPROPAGAZIONE
Docente Capsoni Carlo
Cfu 5.00 Tipo insegnamento Monodisciplinare


Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Insegnamento
Ing Ind - Inf (Mag.)(ord. 270) - MI (433) INGEGNERIA DELLE TELECOMUNICAZIONI* AZZZZ089067 - RADIOPROPAGAZIONE

Programma dettagliato e risultati di apprendimento attesi

Obiettivi

I contenuti del corso di Radiopropagazione sono stati organizzati tenendo presente la figura del moderno Ingegnere delle Telecomunicazioni; ciò ha implicato l’abbandono di due estremi, quello eccessivamente applicativo, che consiste essenzialmente nell’esposizione acritica di procedure (utilissimo ma inadatto a concorrere alla necessaria formazione di base) e quello opposto eccessivamente teorico, meglio approfondibile ricorrendo alla letteratura scientifica specializzata. Ciò che rimane è trattato basandosi principalmente su modelli fisici, di facile intuizione ma necessari e sufficienti perché si formi nello studente una base culturale adatta a innestarvi le eventuali necessità professionali (attese principalmente nell’ambito delle telecomunicazioni.

 

Programma delle lezioni e delle esercitazioni

Generalità: lo spettro delle frequenze radio, caratterizzazione del canale radio costituito da onde singole o multiple; onde dirette, riflesse, diffratte e diffuse.

L' interazione tra le onde radio ed il mezzo fisico reale: l' onda ionosferica (rifrazione, attenuazione, rotazione di Faraday, ritardo di propagazione di fase e di gruppo), l' onda troposferica in aria chiara (rifrazione, scintillazioni) ed in presenza di precipitazioni (attenuazione, depolarizzazione e interferenza per diffusione elettromagnetica), l' onda di terra (diretta, riflessa, superficiale ed evanescente, diffrazione da spigolo vivo), l' assorbimento da gas e nuvole, la propagazione urbana ed extraurbana (dispersività nel tempo e nella frequenza, cenni sui modelli di canale). Le sorgenti di rumore atmosferiche ed extraatmosferiche.

Applicazioni: descrizione del canale radio in termini statistici, il "link budget" di un radiocollegamento, cenni sulle contromisure per l' attenuazione (sistemi in diversità di spazio e frequenza), le incertezze nella stima dei ritardi di propagazione, l' interferenza radio e la distorsione di canale, calcolo della copertura radio, identificazione teorica e sperimentale del canale trasmissivo.

La propagazione delle onde ottiche in spazio libero: vantaggi, problematiche e applicazioni.

 

 

 

 


Bibliografia
Risorsa bibliografica facoltativaA. Paraboni, M. D'Amico, Radiopropagazione, Editore: Mc Graw Hill, Italia

Mix Forme Didattiche
Tipo Forma Didattica Ore didattiche
lezione
30.0
esercitazione
20.0
laboratorio informatico
0.0
laboratorio sperimentale
0.0
progetto
0.0
laboratorio di progetto
0.0

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
DisponibilitÓ di libri di testo/bibliografia in lingua inglese
PossibilitÓ di sostenere l'esame in lingua inglese
DisponibilitÓ di supporto didattico in lingua inglese

Note Sulla ModalitÓ di valutazione

L'esame è costituito da una prova scritta (eventualmente sostituibile con un elaborato) seguita da una prova orale.

25/09/2017 Area Servizi ICT v. 1.2.3 / 1.2.3