logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2005/2006
Facoltà Scuola di Architettura e Società
Insegnamento 073416 - LABORATORIO ELEMENTI DI TECNOLOGIA DELL'ARCHITETTURA E SCIENZA E TECNOLOGIA DEI MATERIALI
  • 073424 - SCIENZA E TECNOLOGIA DEI MATERIALI
Docente Gastaldi Matteo Maria
Cfu 3.00 Tipo insegnamento Modulo Di Corso Strutturato

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (1 liv.)(ord. 509) - MI (1112) ARCHITETTURA E PRODUZIONE EDILIZIA***AZZZZB073416 - LABORATORIO ELEMENTI DI TECNOLOGIA DELL'ARCHITETTURA E SCIENZA E TECNOLOGIA DEI MATERIALI

Programma dettagliato e risultati di apprendimento attesi

Contenuti e finalità comuni
L’obiettivo formativo del Laboratorio è di offrire agli allievi, parte dei quali con una precedente formazione estranea al mondo dell’edilizia, le principali ed essenziali conoscenze e competenze necessarie alla lettura, all’interpretazione e alla progettazione di elementi e sistemi costruttivi degli edifici.
Si forniscono le conoscenze di base e gli strumenti per la scelta e per un corretto impiego dei materiali nel settore edilizio. Si studiano i legami tra la struttura, le proprietà e le applicazioni di: calcestruzzi, acciai, laterizi, vetri e legno.
Il laboratorio intende sviluppare, quindi, le principali risorse conoscitive e applicative, scientificamente fondate, che consentano agli allievi di assumere consapevolmente decisioni, per la selezione di alternative tecniche (relativamente ai sistemi costruttivi, ai materiali, ai componenti e ai prodotti), in rapporto a definiti obiettivi di progetto.
Il laboratorio si attua mediante lezioni ex-cathedra di entrambe le discipline, che inquadrano teoricamente le varie tematiche, ed esercitazioni applicative individuali e/o di gruppo, a carattere programmatico e estemporaneo, a valere come prove in itinere eseguite normalmente (o prevalentemente) in aula.

Il laboratorio si avvale dei contributi della disciplina caratterizzante di Elementi di tecnologia dell’architettura (Vittorio Bussi, 7 c.f.u) e Scienza e tecnologia dei materiali (Luca Bertolini, 3 c.f.u.).
Il contenuto specifico e la conseguente didattica, relativi ai due moduli, si articoleranno secondo un percorso conoscitivo che procederà mediante analisi tendenti ad individuare, in un organismo edilizio assunto a modello, i subsistemi ed i componenti che lo costituiscono, a riconoscere i rapporti relazionali fra le funzioni da soddisfare e le scelte tecnico-economiche adottabili, ad esaminare sia la coerenza fra le parti costituenti e l’insieme da realizzare, sia la compatibilità fra ciò che si va costruendo ed il contesto fisico ed ambientale in cui andrà a collocarsi. Saranno altresì prese in considerazione le problematiche relative al degrado, alla durabilità, alla affidabilità, alla manutenzione programmata ed ai riflessi economici di tali problematiche in relazione alla vita utile dell’oggetto costruito. Fine propedeutico generale è quello di contribuire a formare un lessico di base per parlare (e pensare) di edilizia, di ottenere autonomi, ma guidati approfondimenti e di far almeno intuire la complessità dei fattori che orientano e talvolta condizionano le scelte tecnologiche.
Per la disciplina di “Scienza e tecnologia dei materiali”, partendo da essenziali richiami alla struttura delle diverse classi di materiali, l’insegnamento si concentra sulle loro proprietà e le conseguenti applicazioni, in funzione dei requisiti fisici, di resistenza meccanica e di durabilità. Il corso inizia con l’introduzione alla struttura e alle proprietà dei materiali, con particolare attenzione alle loro proprietà meccaniche (rigidità, resistenza, duttilità, tenacità). Si affrontano quindi le seguenti classi di materiali.
1. Malte e calcestruzzi - Cementi portland e di miscela, aggregati e additivi. Proprietà del calcestruzzo fresco. Proprietà del calcestruzzo indurito: porosità, resistenza meccanica, permeabilità. Degrado e durabilità delle opere in calcestruzzo armato.
2. Materiali metallici - Cenni sulla struttura e le proprietà. Acciai da costruzione, acciai per armature per c.a. e c.a.p., acciai inossidabili, leghe non ferrose. Corrosione e protezione negli ambienti naturali.
3. Ceramici tradizionali: laterizi, piastrelle, porcellane e grés. Vetri.
4. Legno- Struttura e proprietà. Legno lamellare e prodotti a base di legno.


Note Sulla Modalità di valutazione
La valutazione finale terrà conto degli esiti delle attività esercitative e delle prove in itinere, nonché del livello di conoscenza dei contenuti di entrambe le discipline. Le attività del laboratorio sono a frequenza obbligatoria.

Bibliografia

Bibliografia comune
AAVV, Progettare per costruire, Maggioli, Rimini, 1999 (da confermare)
Tubi N., La realizzazione di murature in laterizio, Edizioni Laterconsult, Roma,1993

Bibliografia
AA.VV., Manuale di progettazione edilizia, Vol. 4, Hoepli, Milano, 1995


Mix Forme Didattiche
Tipo Forma Didattica Ore didattiche
lezione
17.0
esercitazione
11.0
laboratorio di progetto
18.0

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano

Note Docente
schedaincarico v. 1.6.5 / 1.6.5
Area Servizi ICT
17/06/2021