logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2004/2005
Facoltà Scuola di Ingegneria Industriale
Insegnamento 072599 - FONDAMENTI DI ECONOMIA AZIENDALE E IMPIANTISTICA INDUSTRIALE
Docente Pavesi Sara Vittoria , Trucco Paolo
Cfu 10.00 Tipo insegnamento Corso Integrato

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Insegnamento
Ing Ind - Inf (1 liv.)(ord. 509) - BV (120) INGEGNERIA MECCANICA* ADJ060076 - ECONOMIA E ORGANIZZAZIONE AZIENDALE C
072599 - FONDAMENTI DI ECONOMIA AZIENDALE E IMPIANTISTICA INDUSTRIALE
061452 - IMPIANTI MECCANICI

Programma dettagliato e risultati di apprendimento attesi

Obiettivi e contenuti del corso

L’insegnamento intende fornire la strumentazione di base per la comprensione del contesto aziendale, delle interazioni con gli altri soggetti del sistema economico e dei fenomeni economici all’interno dell’impresa con particolare riferimento al dimensionamento e organizzazione dei sistemi di produzione. Il corso fornisce allo studente conoscenze circa: 1) gli obiettivi e le finalità dell’impresa; 2) le tecniche quantitative di misurazione delle attività di impresa e degli scambi con il sistema economico; 3) l’analisi dei costi e la valutazione degli investimenti; 4) i criteri e metodi di progettazione degli impianti 5) i problemi tipici di dimensionamento dei mezzi produttivi e degli impianti di servizio.

 

Descrizione degli argomenti trattati

Concetti introduttivi all’economia aziendale: l'attività economica e l'economia aziendale. L'impresa e l'ambiente esterno. Le forme di mercato. L'impresa: forme giuridiche e tipologie. Gli obiettivi, la nozione di valore economico. La struttura dell'organizzazione. Tipologie impiantistiche e caratteristiche organizzative dei sistemi di produzione.

Gli strumenti di analisi: la contabilità di impresa: la contabilità esterna. Capitale d'impresa e reddito di esercizio. Le determinazioni di sintesi: il bilancio e la sua interpretazione. Il sistema degli indici. La contabilità interna. La nozione di costo. Costi di prodotto e costi di periodo. Classificazioni, configurazioni e allocazioni dei costi. Determinazione dei costi di prodotto, job costing e process costing.

Le decisioni di impresa: le decisioni di breve periodo. Variabilità dei costi e analisi di break-even. Uso dei costi per le decisioni non routinarie. Il budget, il budget flessibile e l'analisi degli scostamenti. Valutazione degli investimenti. Aspetti strategici e analisi finanziarie nella valutazione degli investimenti. Il principio dell'attualizzazione e le tecniche DCF. La determinazione dei flussi di cassa. I problemi delle tecniche DCF. Valutazione degli investimenti innovativi.

Criteri economici di dimensionamento degli impianti: impiego della capacità produttiva, vita utile e sostituzione.

Problematiche di continuità di funzionamento negli impianti: tasso di guasto di un componente, affidabilità e disponibilità di sistemi in serie e parallelo, manutenzione secondo condizione, preventiva e predittiva, definizione del grado di centralizzazione/frazionamento di un servizio.

Applicazioni di ricerca operativa nel dimensionamento degli impianti: programmazione lineare e non lineare.

Impianti di stoccaggio e di trasporto interno: tipologie, criteri di scelta e metodi di dimensionamento dei sistemi di trasporto interno, criteri fondamentali per il dimensionamento dei magazzini di stoccaggio.

Servizio elettrico e di illuminazione: dimensionamento economico e a caduta di tensione delle linee elettriche, rifasamento, correnti di corto circuito; cenni di sicurezza elettrica.

 

 

 


Note Sulla Modalità di valutazione
Organizzazione del corso e modalità di verifica Saranno effettuate due prove intermedie, non obbligatorie. Il superamento della singola prova scritta è condizionato al conseguimento di una votazione non inferiore a 18/30. La prova orale finale è obbligatoria solo per gli allievi che abbiano conseguito in almeno una delle prove in itinere una votazione superiore a 28/30. Il voto finale è determinato sulla base della media aritmetica dei voti delle due prove scritte più l¿eventuale incremento della prova orale. Gli appelli regolari prevedono una prova scritta, che l¿allievo deve superare con una votazione non inferiore a 18/30, ed una orale, obbligatoria solo per gli allievi che abbiano conseguito nella prova scritta una votazione superiore a 28/30. Il voto finale è determinato sulla base del voto conseguito nella prova scritta più l¿eventuale incremento della prova orale.

Bibliografia

Testi consigliati

Azzone G. e Bertelè U., L¿impresa: sistemi di governo, valutazione e controllo, Etas, Milano, 2003.

Bertoni, F. e Vismara S., Economia Aziendale - Teoria ed applicazioni, CLUP, Milano, 2003.

F. Turco, Principi Generali di Progettazione degli Impianti Industriali, ed. CLUP.

F. Caron, G. Marchet, R. Wegner, Impianti per la Movimentazione e lo Stoccaggio dei Materiali, ed. HOEPLI.

C.F. Marcolli, Servizio Elettrico e Illuminazione, ed. CLUP.

R. Cigolini, M. Caridi, G. Miragliotta, Impianti Industriali Meccanici ¿ Esercizi, ed. Epitesto

 


Software utilizzato
Nessun software richiesto

Mix Forme Didattiche
Tipo Forma Didattica Ore didattiche
lezione
30.0
esercitazione
20.0
laboratorio informatico
0.0
laboratorio sperimentale
0.0
laboratorio di progetto
0.0

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
schedaincarico v. 1.8.0 / 1.8.0
Area Servizi ICT
03/12/2022