logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2004/2005
Facoltà Scuola di Architettura e Società
Insegnamento 074005 - LABORATORIO PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA 1
  • 074008 - URBANISTICA
Docente Zucchi Vincenzo Emilio
Cfu 1.50 Tipo insegnamento Modulo Di Corso Strutturato

Corso di Studi Codice Piano di Studio preventivamente approvato Da (compreso) A (escluso) Nome Sezione Insegnamento
Arc - Urb - Cost (2 liv.)(ord. 509) - MN (1121) ARCHITETTURA***AZZZZB074005 - LABORATORIO PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA 1

Programma dettagliato e risultati di apprendimento attesi

Il laboratorio è sede di ricerca, individuale e di gruppo, alle diverse scale, finalizzata alla acquisizione da parte dello studente di una autonoma capacità di controllo dell’azione progettuale attraverso il consolidamento dell’apparato metodologico e il perfezionamento della sensibilità ad un utilizzo pertinente e critico delle nozioni e tecniche apprese nel corso degli studi precedenti (vedi: laurea in Scienza dell’Architettura). Area di riferimento tematico è il quartiere San Leonardo a Mantova. Il quartiere, parte del centro storico, è situato nella parte nord ovest della città, confina con Piazza Virgiliana a est ed è limitato a ovest e a nord, rispettivamente, dal lago superiore e dal lago di mezzo. La strada di circonvallazione, realizzata all’esterno delle mura, ha separato il tessuto del quartiere dai laghi rendendo difficile l’accesso agli stessi e la utilizzazione per il tempo libero della fascia a verde delle sponde. Il quartiere presenta alcuni recenti interventi in contrasto con i caratteri morfologici dello stesso, diverse parti incompiute e vuoti sia al suo interno che ai suoi margini, meritevoli di proposte per interventi progettuali adeguati alla natura di un contesto urbano ben caratterizzato e in cui sono presenti numerosi manufatti di interesse storico.  Obiettivi del lavoro e vincoli alle proposte di intervento. L’obiettivo del lavoro è quello di avviare un processo di riqualificazione e valorizzazione del quartiere. Si dovrà comunque tener conto di alcuni orientamenti e vincoli posti alla commessa:

- le aree già edificate e gli edifici esistenti non dovranno subire demolizioni o modificazioni, salvo in casi eccezionali e ben motivati;

- le mura e la strada di circonvallazione possono essere oggetto di interventi limitati (quali l’apertura di passaggi nelle mura, sovrappassi, o sottopassi) che migliorino il rapporto del quartiere con i laghi;

- le nuove funzioni vanno individuate dando priorità ai fabbisogni del quartiere sia in termini di dotazione di servizi sia in termini di residenzialità con particolare attenzione, in quest’ultimo caso, alle residenze speciali.

Documentazione di base fornita agli studenti.

Presso il Laboratorio di Progettazione Ambientale, sede di Mantova, sono disponibili le carte storiche relative al quartiere da quella del Bertazzolo del 1628 agli aerofotogrammetrici attuali.Verrà messa a disposizione una copia in formato elettronico della base cartografica 1:25.000 (utile per ottenere anche basi di scale differenti).

Modalità di lavoro.Il lavoro sarà organizzato in tre fasi:

- prima fase, lavoro svolto in gruppo (max. 3 studenti) con rilievo di parti del quartiere (poi assemblate in cartografie generali) e sviluppo del progetto alle scale 1:25.000 – 1:2000;

- seconda fase, lavoro svolto individualmente su un tema architettonico specifico e su un area ben identificata, con sviluppo del progetto a scala 1:500 - 1:200;

- terza fase, sempre individuale, con progetto a scala 1:200 – 1:100 e sviluppo di dettagli opportunamente scelti; - particolare rilievo verrà dato alla documentazione di esempi (progetti e realizzazioni) ritenuti utili al progetto.

Il lavoro si svolgerà in aula e a casa e potrà essere via via corretto e completato fino alla scadenza fissata per l’esame finale. La frequenza al laboratorio è obbligatoria (ex tempore iniziale, consegne su scadenze stabilite degli elaborati intermedi, partecipazione alle revisioni collettive). Con meno del 75 % di presenze non si sarà ammessi all’esame.

Lezioni.Il lavoro sarà accompagnato da lezioni tenute da docenti, assistenti, funzionari dell’amministrazione pubblica, esperti ed ospiti italiani e stranieri, a inquadramento e supporto alle diverse fasi del lavoro.


Note Sulla Modalità di valutazione
Sono previste prove in itinere ed una valutazione finale su progetto. A conclusione di ciascuna fase verrà richiesta la consegna dei corrispondenti elaborati che verranno valutati come prove in itinere. Alla fine del corso si svolgerà un esame con valutazione del progetto presentato dallo studente. All’inizio dell’attività didattica è previsto un ex tempore obbligatorio finalizzato all’accertamento del livello di formazione alla progettazione raggiunto dallo studente. La presenza all’ex tempore è computata nelle frequenze, ma la sua valutazione non confluisce nel giudizio finale.

Bibliografia

Quale bibliografia di base si segnalano

Carpeggiani P., Paglia I., Mantova. Materiali per la storia urbana dalle origini all’Ottocento, G. Arcari Editore,Mantova, 1983

Hashimshony R., Molon M., Palterer D., Pugliese R., Mantova. Urban architecture and town culture, Edizioni Unicopli,Milano, 1997

Bogoni B., a cura di, Altre abitazioni. Case per l’altra metà di noi. Tre Lune, Mantova, 2003

Ulteriori riferimenti bibliografici verranno forniti nel corso dei lavori.


Mix Forme Didattiche
Tipo Forma Didattica Ore didattiche
lezione
8.0
esercitazione
6.0
laboratorio di progetto
9.0

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano
schedaincarico v. 1.6.5 / 1.6.5
Area Servizi ICT
15/05/2021