logo-polimi
Loading...
Risorse bibliografiche
Risorsa bibliografica obbligatoria
Risorsa bibliografica facoltativa
Scheda Riassuntiva
Anno Accademico 2004/2005
Facoltà Scuola di Architettura Civile
Insegnamento 071334 - LABORATORIO DI RESTAURO
  • 024550 - RESTAURO ARCHITETTONICO
Docente Augelli Francesco
Cfu 8.00 Tipo insegnamento Modulo Di Corso Strutturato


Programma dettagliato e risultati di apprendimento attesi

Contenuti e articolazioni dell'insegnamento

L'individuazione del degrado, delle cause, della sua estensione e della sua gravità, anche attraverso metodologie diagnostico-strumentali, influenza, dal punto di vista qualitativo, gli interventi sull'esistente. Il Laboratorio intende fornire, in primo luogo, le indicazioni per l'individuazione e l'analisi del degrado, attraverso l'indagine visuale, dei principali materiali impiegati in edilizia. Questa prima fase d'ispezione e conoscenza è indispensabile per la definizione di un corretto progetto della diagnosi strumentale e per l'elaborazione del successivo progetto di conservazione e riuso del bene oggetto d'intervento. Il Laboratorio affronterà altresì: le conoscenze basilari relativamente alla legislazione, alle normative, ai documenti vigenti; la metodologia della fase conoscitiva (reperimento delle fonti d'archivio e bibliografiche) e di rilevamento; le tecniche di conservazione e consolidamento; le modalità di redazione dei documenti di progetto e la gestione del cantiere.

Durante l'anno verranno di conseguenza affrontati i seguenti temi generali:

-          I documenti e la legislazione: le "carte" del restauro e le leggi sulla tutela;

-          Il progetto di conoscenza: la ricerca delle fonti d'archivio e bibliografiche, il rilievo fotografico, geometrico, dei materiali, delle patologie e dei dissesti. La diagnosi strumentale;

-          Il progetto di conservazione: le tecniche d'intervento, gli elaborati grafici tematici, capitolati e computi;

-          Il cantiere: l'appalto, l'organizzazione e la gestione del cantiere.

 

Struttura didattica

La didattica in aula verrà svolta attraverso comunicazioni ex cathedra e la proiezione di diapositive e audiovisivi. Nel corso dell'anno sono previsti seminari e sopralluoghi in cantiere o nelle aree oggetto di studio.

Gli studenti, suddivisi in piccoli gruppi (2-3 studenti per gruppo), affronteranno parti significative, ma non eccessivamente estese, dello stesso edificio o, in alternativa, parti di edifici appartenenti alla stessa area di studio. L'esercitazione si concluderà alla elaborazione del progetto

di conservazione e, ove possibile, alle prime ipotesi di riuso.


Restoration Studio

Architectonical restoration

 

 

Comprised of the teaching

The finding of degradation, of its causes, its extension and its seriousness, also through diagnostic-instrumental methods, influences, from a qualitative point of view, the interventions on the existent.

The Studio first means to supply the indications for the finding and the analysis of the degradation, through the visual inquiry of the main materials employed in building.

This first phase of inspection and knowledge is indispensable for the definition of a correct project of the instrumental diagnosis and for the elaboration of the successive project of preservation and new use of the well object of intervention.

 

Structure teaching

The teaching in the classroom carried out through former communications cathedra and the projection of slides and audiovisuals. In the course of the year seminars and investigations in building site are expected.

The exercise will be concluded to the elaboration of the project of preservation and, in same case, to the first hypothesis of a new use of building.

 

Modalities of the checks and of the final talk

In the course of the year it will carried out periodic checks about the subjects treated in classroom and the state of progress of the exercise.

The examination will concern to the discussion of these themes.

 

Bibliography

C. Campanella, Opere di conservazione e restauro, Il sole 24 Ore, Milano 2000; G. Carbonara, Trattato di restauro architettonico, Utet, Torino 1996; P. Gasparoli, La manutenzione delle superfici edilizie, Alinea, Firenze 1997; Nor.Ma.L. Gruppi (a cura di), Raccomandazioni 1/88, 20/85, 3/80; G. Tampone, Il restauro delle strutture di legno, Hoepli, Milano, 1996. Integrations to the bibliography will come supplied during the development

of the lessons.

 


Note Sulla Modalità di valutazione
Nel corso dell'anno verranno svolte verifiche periodiche che riguarderanno i temi trattati in aula e lo stato di avanzamento dell'esercitazione. L'esame verterà sulla discussione del lavoro svolto e sui temi sviluppati in aula. Il voto finale sarà la media tra: le valutazioni delle verifiche, gli elaborati conclusivi dell'esercitazione e il colloquio sui temi affrontati in aula. Copia completa del lavoro deve essere consegnata una settimana prima dell'esame e verrà depositata presso l'archivio del dipartimento.

Bibliografia

C. Campanella, Opere di conservazione e restauro, Il Sole 24 Ore, Milano 2000; G. Carbonara, Trattato di restauro architettonico, UTET, Torino 1996; P. Gasparoli, La manutenzione delle superfici edilizie, Alinea, Firenze 1997; Nor.Ma.L. Gruppi (a cura di), Raccomandazioni 1/88, 20/85, 3/80; G. Tampone, Il restauro delle strutture di legno, Hoepli, Milano 1996.

Integrazioni alla bibliografia verranno fornite, su temi specifici, durante lo svolgimento delle lezioni.

 


Mix Forme Didattiche
Tipo Forma Didattica Ore didattiche
lezione
48.0
esercitazione
0.0
laboratorio informatico
0.0
laboratorio sperimentale
0.0
laboratorio di progetto
88.0

Informazioni in lingua inglese a supporto dell'internazionalizzazione
Insegnamento erogato in lingua Italiano

Note Docente
schedaincarico v. 1.6.6 / 1.6.6
Area Servizi ICT
24/07/2021